fbpx
Foto Giancarlo Colombo

Marcia, Eleonora Giorgi in gran forma: 30 km in 2:19’43″

Eleonora Giorgi si è messa in luce percorrendo la distanza dei 30 km in un ottimo 2:19’43” durante il Trofeo Invernale di marcia a Catania. Un crono che – in base alle scarne statistiche di una distanza atipica e poco frequentata dalle marciatrici a livello internazionale – risulterebbe nettamente migliore della best performance mondiale di sempre di Yelena Ginko: 2h33’59” al passaggio dei 30 km in occasione di una gara di 50 km a Scanzorosciate nel 2004. Per l’azzurra si tratta di una prestazione che lascia ben sperare in vista della stagione 2016 incentrata sul Campionato Mondiale a squadre in programma a Roma il 7 e 8 maggio e sulle Olimpiadi di Rio de Janeiro (20 km femminile in calendario il 19 agosto). Significativi i tempi di passaggio della primatista italiana della 20 km: 5 km/23’10”, 10 km/46’21”, 15 km/1h09’41”, 20 km/1h32’52”, 25 km/1h56’12”, 30 km/2h19’43”.

Hooper 7”32 sui 60 in Alabama

A Birmingham in Alabama Gloria Hooper ha stabilito la sesta migliore prestazione italiana all-time con 7”32. La veronese allenata da Loren Seagrave in Florida aveva un personale di 7”39 stabilito due anni fa a Ancona.

Indoor: l’allievo Andrea Romani secondo italiano under 18 di sempre sui 400

Brilla ancora la giovane stella di Andrea Romani, l’ottocentista napoletano che dopo la migliore prestazione italiana allievi sugli 800 metri stabilita tre settimane fa con 1’53”43 a Ancona ha firmato il secondo tempo di sempre dei 400 metri a livello under 18 con 48”96, a un solo decimo di secondo dal primato nazionale di Vladimir Aceti ottenuto ai Campionati nazionali allievi di Ancona del 2015.

Importanti record giovanili in campo internazionale

La stagione indoor appena entrata nel vivo ha regalato due importanti giovanili ad opera della diciottenne velocista polacca Ewa Swoboda e della saltatrice con l’asta finlandese Wilma Murto. Swoboda ha stabilito il primato europeo juniores dei 60 metri con 7”13 in Lussemburgo. Murto ha battuto il primato mondiale juniores del salto con l’asta con 4.71m a Zweibrucken in Germania battendo la svizzera Nicole Buchler (4.65).

Il campione del mondo indoor del salto in alto Mutaz Essa Barshim ha debuttato nella stagione indoor con un salto da 2.34m a Malmoe. Barshim ha strappato la migliore prestazione mondiale dell’anno al nostro Marco Fassinotti che il 17 Gennaio scorso aveva superato la misura di 2.33 a Birmingham. Il mezzofondo internazionale ha fatto registrare le migliori prestazioni mondiali nel miglio sia a livello maschile che femminile di Matthew Centrowitz (3’54”02) e della primatista statunitense Shannon Rowbury (4’26”01) al Camel City Invitational di Winston Salem.

A Portland (città che ospiterà i Mondiali Indoor dal 17 al 20 Marzo) l’ottocentista Boris Berian ha stabilito con 1’46”00 la seconda migliore prestazione mondiale dell’anno. Solo il diciottenne Donovan Brazier ha corso più velocemente quest’anno con 1’45”93 (record statunitense juniores).