fbpx

Maratona – New York: cancellata la corsa

New York, 2 novembre, venerdì (ora locale: 17:00) Nelle ultime ore e’ stato un crescendo esponenziale di polemiche e critiche e alla fine il sindaco di New York, Michael Bloomberg, ha ceduto: la maratona è stata cancellata. E’ la prima volta nella storia. Domenica prossima, non si correrà. Le ferite inflitte alla citta’ lunedi scorso dal d

New York, 2 novembre, venerdì (ora locale: 17:00) Nelle ultime ore e’ stato un crescendo esponenziale di polemiche e critiche e alla fine il sindaco di New York, Michael Bloomberg, ha ceduto: la maratona è stata cancellata. E’ la prima volta nella storia. Domenica prossima, non si correrà. Le ferite inflitte alla citta’ lunedi scorso dal devastante uragano Sandy sono ancora aperte e alla fine ha prevalso la linea di chi ritiene che le energie debbano essere utilizzate per soccorrere chi ne ha bisogno, e sono ancora in tanti. Ancora poche ore fa, Bloomberg aveva tentato di resistere, ricordando che il suo predecessore Rudolph Giuliani ”Dopo l’11 settembre prese la decisione giusta di far correre la maratona, per unire la gente”. Ma allora erano passati due mesi e non neanche sei giorni, e quando Bloomberg ha confermato che si sarebbe corso molti hanno cominciato a esprimere rabbia e frustrazione nel pensare di vedere decine di migliaia di persone correre per la citta’ ”Con le macerie dell’uragano sullo sfondo”. E la rabbia è cresciuta quando, 24 ore dopo, il sindaco ha ribadito la sua decisione. Ma anche molti di coloro che si erano iscritti alla gara, ha scritto il New York Times, ritenevano che fosse di cattivo gusto correre lungo un percorso che, snodandosi nei cinque distretti della città, sarebbe passato accanto a migliaia di persone che soffrono per le distruzioni inflitte dalla forza della natura.