fbpx

Maratona di Francoforte: record di Valariy Ayabei

foto organizzazione
Di: Diego Sampaolo

Valariy Ayabei, 28enne keniana, è la vincitrice della maratona di Francoforte che ha dominato chiudendo in un eccellente 2:19’10” nuovo record della corsa e quarta migliore prestazione mondiale dell’anno. Valariy Ayabei è transitata al 10 km in 31’44” al ritmo da record del mondo ed ha poi continuato a correre a ritmi elevatissimi passando al 21° km in 67’42”.

Valariy Ayabei è la prima atleta nella storia della Mainova Frankfurt Marathon a scendere sotto la barriera delle 2:20’ migliorando di 1 minuto e 26 secondi il precedente primato della manifestazione detenuto da Meskerem Assefa.

La vincitrice dell’ultima edizione della Maratona di Roma Kebede Megertu Alemu si è piazzata al secondo posto in 2:21’10” superando la prima classificata dell’ultima edizione Meskerem Assefa (2:22’11”) e la campionessa europea dei 10.000 metri Lonah Salpeter, quarta in 2h23’11”. La britannica Stephanie Twell è stata la migliore delle europee in 2h26’40” (minimo olimpico per le Olimpiadi di Tokyo). Anche la tedesca Katharina Steinruck si è qualificata per i Giochi Olimpici con 2h27’26”.

Daniele Meucci a un passo dal personale

Daniele Meucci si è classificato all’ottavo posto in 2:10’52” nella Mainova Frankfurt Marathon avvicinando di sette secondi il record personale di 2:10’45” realizzato nella maratona giapponese di Otsu. Meucci ha migliorato il record stagionale di 2:12’00 realizzato lo scorso Aprile in un’altra maratona tedesca ad Amburgo e soprattutto ha ottenuto lo standard di qualificazione per le Olimpiadi di Tokyo 2020. L’ingegnere pisano è salito al secondo posto nelle liste italiane dell’anno. Soltanto Yassine Rachik ha fatto meglio con l’eccellente 2:08’05” realizzato alla Maratona di Londra dello scorso aprile.

La gara maschile

L’etiope Fikre Tefera ha vinto la gara maschile tagliando il traguardo all’interno della Fiera di Francoforte in 2:07’08” superando di due secondi il connazionale Dawit Wolde (2:07’10). L’ex etiope ma ora rappresentante del Barhein Yimer Ayalew ha completato il podio classificandosi terzo in 2:07’12” davanti al keniano Martin Kiprugut (2h07’20”). Il primatista mondiale master Mark Kiptoo si è classificato sesto con lo stesso tempo dell’israeliano di origini etiopi Maru Teferi.

La gara si è decisa al 35° km quando un quartetto formato da Martin Kosgei, Fikre Tefera, Dawit Wolde e Aweke Yimer Ayalew è rimasto in testa. A 300 metri dalla fine il ventunenne Tefera ha lanciato l’attacco a 300 metri dalla fine in prossimità del red carpet all’interno della Frankfurter Messe.

Articoli Correlati

Kipchoge: “Il periodo del Covid-19 è come un percorso in salita”
Tokyo 2020: è ufficiale, Giochi Olimpici rinviati al 2021
La maratona di Padova slitta a settembre
Coronavirus – Si sposta anche la maratona di Londra: 4 ottobre la nuova data
Maratona: Roma cerca i pacemaker
Ufficiale: cancellata la maratona di Roma, appuntamento al 2021
Maratona di Tokyo - Salpeter
Tokyo marathon a Legese e Salpeter