Joma e l’evoluzione delle R-5000: nate per volare

Joma e l’evoluzione delle R-5000: nate per volare

27 Maggio, 2024

Joma presenta una delle sue scarpe più leggere della collezione running, la R-5000, con un miglioramento in termini di leggerezza e reattività. Ora dotate di una piastra in fibra di carbonio Carbon Plate, consentono agli atleti con una tecnica molto raffinata di raggiungere ritmi estremamente veloci.

Joma ha rilasciato una significativa evoluzione della sua storica linea R, introducendo sul mercato il nuovo modello R-5000. Questo aggiornamento rappresenta il culmine di un intenso lavoro di sviluppo e innovazione, realizzato in stretta collaborazione con gli atleti professionisti del brand. Un impegno che ha portato all’introduzione della piastra in fibra di carbonio Carbon Plate nel modello R-5000.

Una novità pensata specificamente per i corridori professionisti che richiedono calzature leggere e performanti per migliorare le loro prestazioni in gara. Questa tecnologia avanzata è stata progettata per rispondere alle esigenze di atleti con tecniche di corsa raffinate, facilitando una corsa più veloce e “leggera”, quasi come se potessero “volare” sul tracciato.

Nuove R-5000, la leggerezza rimane il punto di forza

Questa nuova versione continua a mantenere il punto di forza delle mitiche R-5000: sono scarpe da running super leggere pensate per corridori che vanno a ritmi molto veloci. I vantaggi apportati dalla tecnologia Carbon Plate si concentrano sull’impulso, sul miglioramento dell’efficienza di corsa e sulla riduzione della fatica.

Le sue alte prestazioni sono state confermate da atleti d’elite come il maratoneta Hicham Sigueni, che con le nuove R-5000 ha battuto il suo record personale di 2:10:37 a Valencia, ed è il protagonista della campagna di Joma per questo rilancio.

Saranno ora a disposizione di tutti gli amanti del running e del walking che vogliono godere del loro potenziale per “volare leggeri e più veloci”.

Più tecnologia, più prestazioni

Le R-5000 sono ricche di caratteristiche tecniche il cui obiettivo principale è aumentare le prestazioni durante la corsa. Il loro punto di forza è l’inclusione di una piastra in fibra di carbonio Carbon Plate. Insieme alla tecnologia Fly Reactive dell’intersuola, queste scarpe a profilo basso (drop 6 mm) raggiungono una reattività superiore.

La tomaia è realizzata in mesh leggero e traspirante, rifinito in Jacquard personalizzato con perforazioni VTS per la ventilazione del sudore. Il sistema di chiusura termosaldata Joma Sportech, posizionato nelle zone in cui è necessario maggiore supporto, conferisce comfort e leggerezza al taglio.

Infine, la suola è in gomma Durability di alta qualità e resistenza all’abrasione sull’asfalto. È stata posizionata solo nelle zone che hanno più contatto con il terreno per aggiungere il minimo peso possibile.

Joma R-5000: QUI TUTTE LE INFO

Articoli correlati

Kiprun KD900X LD: innovazione per le lunghe distanze

14 Giugno, 2024

La KD900X LD è una scarpa leggera e dinamica: con un peso di soli 207 grammi strizza l’occhio ai runner che inseguono il personale in maratona e oltre. Nel panorama delle scarpe da corsa, la KD900X LD si è affermata come un modello di spicco, testimoniando l’impegno continuo di Kiprun nell’innovazione e nella ricerca della […]

Larissa come mamma Fiona: argento europeo

12 Giugno, 2024

Con 6,94 (+0.1) all’ultimo salto Larissa Iapichino è la nuova vicecampionessa europea del lungo, battuta soltanto dalla campionessa olimpica tedesca Malaika Mihambo (7,22/-1.4). Nella gara vinta dalla tedesca Malaika Mihambo a 7,22 (+1.4), migliore prestazione mondiale dell’anno, l’azzurra sorpassa nel turno conclusivo la portoghese Agate de Sousa, bronzo con 6,91, e la tedesca Mikaelle Assani, […]

Capitan Tamberi vola sul tetto d’Europa

11 Giugno, 2024

Show di Gimbo Capitan Tamberi che vince la medaglia d’oro agli Europei con il record dei Campionati: 2,37 m Gianmarco Tamberi infiamma lo Stadio Olimpico con una gara spettacolare condotta sotto lo sguardo compiaciuto del Presidente della Repubblica Sergio Mattarella. Il Capitano degli azzurri si conferma re d’Europa con 2,37, record dei Campionati “un primato […]

Sara Fantini, urlo e lacrime d’oro

10 Giugno, 2024

Con un lancio a 74,18 metri Sara Fantini si laurea Campionessa d’Europa nel lancio del martello battendo la polacca primatista del mondo Anita Wlodarczyk.Si tratta di un risultato storico mai raggiunta da una martellista azzurra. “È stata una gara meravigliosa, che non dimenticherò mai – racconta emozionata – Sono contentissima, non riesco ancora a crederci, […]