fbpx
Giancarlo Colombo

Intervista a Eunice Sum, talento keniano del mezzofondo

Eunice Sum, keniana, ha vinto l’oro nel mezzofondo agli ultimi Campionati Mondiali di Mosca.
Appartiene al gruppo gestito dal manager italiano Federico Rosa che ha conquistato due ori, tre argenti e un bronzo nella capitale russa.

Eunice, ci racconti di come ha iniziato a correre?
“Vengo dal Villaggio di Kesea nell’Uasin District Gishu nella Rift Valley. All’inizio non mi allenavo seriamente. Battevo i ragazzi nelle garette sui 200 e sui 400 metri e mi qualificai per i Campionati del mio distretto senza fare troppa fatica. Ai tempi giocavo a pallamano, sport nel quale eccellevo arrivando fino alle gare nazionali. Ho frequentato la Moi Secondary School dove mi dividevo tra l’eptathlon e la pallamano nel corso dei primi due anni. Raggiunsi le finali scolastiche dei 400 metri. Fu in occasione di queste finali che il tecnico David Letting mi consigliò di provare gli 800 metri. Al primo tentativo su questa distanza corsi in 2’12”.

Che rapporto ha con Janeth Jepkosgei?
“Devo tutto alla mia amica Janeth Jepkosgei, che vinse il titolo mondiale a Osaka 2007, l’argento olimpico a Pechino 2008 e l’argento ai Mondiali 2009 a Berlino. Janeth è una persona speciale, quasi una sorella maggiore.Dopo aver dato alla luce mia figlia Diane Jeruto, Janeth venne da me e mi consigliò di riprendere con gli allenamenti dicendomi che ero ancora molto giovane e avevo talento per emergere. E’ stata per me più che una semplice amica e mentore. Mi ha sostenuto anche finanziariamente permettendomi di allenarmi e prendermi cura di mia figlia. Dedico la medaglia d’oro a Janeth e al nostro allenatore Claudio Berardelli.

“Janeth è cugina di Alfred Kirwa Yego, campione del mondo di Osaka 2007 sugli 800. Divenni la baby-sitter dei figli di Alfred.
Devo tutto a Janeth che intuì il mio talento e mi presentò al mio tecnico Claudio Berardelli e al mio manager Federico Rosa. Nel 2009 mi classificai quinta ai Trials per i Mondiali di Berlino. L’anno seguente mi qualificai per i Campionati Africani di Nairobi grazie al secondo posto alle selezioni del Kenya.

Quando ha capito di poter emergere ad alto livello?
“Non mi qualificai per la finale dei Campionati Africani ma l’anno dopo entrai nella squadra mondiale per Daegu grazie al secondo posto ai Trials alle spalle di Janeth. In quell’occasione scesi per la prima volta sotto i 2 minuti sugli 800 con 1’59”66 in altura. A Daegu sono arrivata in semifinale.

CHI E’ Eunice Sum:
Nata il: 10 Aprile 1988
Allenatore: Claudio Berardelli
Altezza/Peso: 1.59m /53kg
Curriculum:
Campionati del mondo:
oro sugli 800m a Mosca 2013
Diamond League:
vincitrice della Diamond Race nel 2013 sugli 800m
Primati personali:
800m: 1’57”38 (Mosca 2013)
1500m: 4’02”05 (Doha 2013)