fbpx

Giovani leoni: Usai e Bellò subito forte agli Italiani Allievi indoor

18 Febbraio, 2014

I Campionati italiani Allievi (16-17 anni) indoor, in scena al Banca Marche Palas di Ancona nel fine settimana 15-16 febbraio, sono stati ricchi di ottimi risultati, che hanno confermato il bel momento dell’atletica giovanile italiana proiettata verso gli appuntamenti clou di questa categoria nel 2014, come le Olimpiadi giovanili di Nanjing, in Cina, in agosto, precedute a fine maggio dai Trials di qualificazione, che si svolgeranno a Baku, capitale dell’Azerbaijan.

Sono diversi i ragazzi italiani che sognano l’appuntamento giovanile a Cinque Cerchi in terra cinese anche se non sarà facile ottenerne il pass a causa dei criteri di selezione molto selettivi dei Trials, che prevedono la qualificazione solo per i primi classificati a livello europeo in ogni specialità.

Tra gli atleti che nutrono ambizioni olimpiche ci sono i mezzofondisti Riccardo Usai ed Elena Bellò, che hanno conquistato il titolo italiano indoor ad Ancona. Usai, talento sardo emerso sulla ribalta la scorsa estate in occasione della medaglia di bronzo agli Eyof (Giornate Olimpiche della Gioventù Europea) di Utrecht, sui 1.500 m, ha conquistato il titolo italiano dei 1.000 m in 2’32”55 battendo di un decimo di secondo Andrea Beggiato. Usai, che si allena tra Cagliari e Decimomannu, sogna la partecipazione alle Olimpiadi giovanili nei 1.500 m, ma potrebbe cimentarsi anche sui 3.000 m nella stagione all’aperto.

Elena Bellò ad Ancona ha scelto di testarsi sui 400 m, dove ha conquistato il titolo italiano in 56”12, quarta migliore prestazione all-time italiana under 18 e record personale all’aperto eguagliato. Emersa la scorsa estate con la semifinale raggiunta ai Mondiali di Donetzk sugli 800 m, nella stagione all’aperto Elena punterà a battere il record italiano outdoor Allieve detenuto da Fabia Trabaldo.

Chiara Ferdani si è laureata campionessa italiana dei 1.000 m in 2’55”98 salendo al quarto posto delle liste nazionali all-time. Ferdani si era già messa in luce l’anno scorso vincendo due medaglie d’argento sugli 800 m e sui 1.500 m ai Campionati italiani Allievi all’aperto, a Jesolo, oltre al titolo cadette sui 1.000 m nel 2012.

La rassegna tricolore giovanile ha regalato due record italiani di categoria firmati dal bergamasco Gabriele Segale, sui 60 m a ostacoli con 7”88 e dalla staffetta 4×200 m femminile della Pro Sesto con 1’43”14.

Altri risultati:

60 m piani: Filippo Tortu (Riccardi) 6”95; Sofia Bonicalza (Pro Sesto) 7”80;

200 m: Andrea Federici (Atl. Bergamo 1959 Creberg) 22”33; Ilaria Verderio (Pro Sesto) 24”57;

400 m: Brayan Lopez (Atl. Pinerolo) 49”75;  

Salto in alto: Stefano Sottile (Atletica Valsesia) 2,05 m; Enrica Marchetti (Cus Pisa Atl. Cascina) 1,68;

Salto in lungo: Andrea Pianti 7,34 m* e Beatrice Fiorese (Atl. Vicentina) 5,88 m;

Salto triplo: Tobia Bocchi (CUS Parma), 14, 78 m; Maria Salvan (Fiamme Oro Padova) 12,63 m;

Salto con l’asta: Leonardo Azara (Fiamme Gialle Simoni) 4,65 m; Francesca Semeraro (Alteratletica Locorotondo) 3,70 m;

Getto del peso: Leonardo Fabbri (Atl. Firenze Marathon) 18,68 m**; Danielle Frederiq Madam (Atl. Vicentina) 14,10 m;

marcia 5 km: Pietro Zabbeni (Atl. Villanuova ‘70) 22’39”66; marcia 3 km: Noemi Stella (Atl. Don Milani) 13’40”44;

* A livello di categoria Allievi, Pianti diventa così il terzo di sempre in Italia alle spalle di Andrew Howe (7,52 m) e del bronzo dei Mondiali allievi 2011, Stefano Braga (7,45 m).

** A livello di categoria Allievi, anche Fabbri diventa il terzo di sempre in Italia alle spalle di Sebastiano Bianchetti e di Daniele Secci, due talenti dell’atletica giovanile italiana saliti sulla ribalta nelle ultime stagioni.

Dominio lombardo nella classifica del Campionato di società allievi con i successi della Cento Torri Pavia (60,5 punti) in campo maschile su Atletica Bergamo 1959 Creberg (53 punti) e Atletica Vicentina (46) e dell’Atletica Bergamo 1959 Creberg (68) davanti alla Pro Sesto Atletica (51) e alle Fiamme Oro Padova (45,5).