Michele Tusino

Correre di febbraio è in edicola con la Maxiclassifica: tutti i nomi e i tempi dei maratoneti italiani nel 2013

L’ultima settimana di gennaio vede l’arrivo in edicola e la spedizione agli abbonati del numero di febbraio di Correre, il n. 352. 

Come da tradizione, la seconda uscita dell’anno propone in allegato l’ormai famosa Maxiclassifica, che contiene tutti i nomi dei runner italiani che nel 2013 hanno corso almeno una maratona, e riporta, per ogni atleta in elenco, tutti i tempi ottenuti.

Rivista più Maxiclassifica, per totali 416 pagine, sono in vendita al prezzo di 6,5 euro.

Con il numero di marzo Correre tornerà al consueto prezzo di 5 euro, immutato da molti anni.

 

Ecco i principali contenuti:

Più qualità con le sedute di progressione – L’intervento-guida di Orlando Pizzolato è dedicato a un tipo di corsa tanto odiata quanto utile: la progressione di ritmo. Un tipo di allenamento che fa bene a tutti, dal principiante al corridore consolidato, perché “insegna” al nostro corpo a utilizzare con sempre maggiore efficienza due elementi fondamentali per la performance del runner: i grassi e l’ossigeno. Qui gli esempi per ogni tipo di corridore. 

 

Lavorare sul passo, mossa vincente – È questo il consiglio che ci arriva dal nostro coach, Giorgio Rondelli. Anche se non arriveremo ai 2,7 m della falcata di Usain Bolt, tuttavia, lavorando in modo specifico su ampiezza e frequenza (i due elementi fondamentali del passo) ognuno di noi può migliorare notevolmente. 

 

Scarpe: ecco i top di gamma della primavera-estate – Azienda per azienda, categoria per categoria, presentiamo i modelli che maggiormente racchiudono l’impegno dei diversi brand verso l’innovazione tecnologica, con la scheda tecnica e il commento analitico di Filippo Pavesi. Un estratto da Scarpe&Sport, la nostra pubblicazione sulle scarpe di tutte le discipline, in edicola in questo periodo.

 

I quattro punti fondamentali del trail running – La corsa in natura non si improvvisa, si prepara, perché mette in gioco molte variabili, ognuna delle quali, se trascurata, può mandare all’aria mesi di preparazione. Fulvio Massa spiega quali sono e come vanno affrontati i 4 aspetti fondamentali della preparazione. A compendio, ecco l’esperienza sul campo di Luca Revelli: “Così sono diventato un runner consapevole”. 

 

Alimentazione: gli antiossidanti che tengono a bada i radicali liberi – L’intervento di Luca Speciani è dedicato al complesso tema dell’ossidazione e dei radicali liberi, di cui si sente spesso parlare, anche perché collegati all’attività sportiva. Nel servizio scopriamo perché l’atleta che si allena regolarmente non ha nulla da temere. A compendio, Lyda Bottino (autrice del richiestissimo libro “Correre in cucina”) indica 4 esempi di spremute e centrifughe dal forte effetto antiossidante, perfette per ogni tipo di runner.

 

Potenziamento: i vantaggi del lavoro eccentricoLuca De Ponti ci spiega che c’è un sottile equilibrio che lega muscolo e tendine. Da questo rapporto dipende la risposta elastica dei tessuti, in particolare del polpaccio, che incide molto sull’efficacia della corsa. Vengono illustrati 8 esercizi che ci permetteranno di correre meglio preservandoci dagli infortuni

 

Tre servizi sono dedicati agli appassionati desiderosi di “saperne di più” :

 

1 – Qual è la gara più dura del mondo? Ovvero: una delle domande più trattate al bar della corsa, non solo dai praticanti il trail running, ma anche dai tantissimi appassionati che, pur non correndo sui sentieri di montagna, avvertono il fascino della corsa impossibile.  Pietro Trabucchi propone una formula che tiene conto di tutte le caratteristiche fondamentali e permette di mettere sullo stesso piano, in ordine di difficoltà, le gare più diverse

 

2 – Il lungo, il grosso e il paciocconeHuber Rossi tratta il tema dei somatotipi, i modelli fisici umani. Ognuno di noi è compreso in uno dei tre prototipi individuati dalla scienza, e in base alla nostra appartenenza a uno di essi varierà il nostro rendimento nello sport, con attività sportive che ci riusciranno meglio e altre un po’ meno.

 

3 – Ma come mangiano gli italiani? – Ecco i dati ufficiali del CraNut (dell’Istituto Nazionale di Ricerca per gli Alimenti e la Nutrizione) sulle nostre abitudini alimentari. Le osservazioni di Antonella Carini a commento delle statistiche sono utili a migliorare il rapporto corsa-cibo di tutti i lettori. 

 

Inoltre:

Monitor – L’analisi dei dati della Maxiclassifica: le maratone estere più amate dagli italiani, la graduatoria degli appuntamenti nazionali per numero di arrivati, la statistica per fasce di velocità. 

 

American Road  – Julia Jones ci fa correre in altura, perché il Colorado è da sempre il Kenya dei top runner a stelle e strisce. Scopriamo le 5 gare che compongono il Trail Running Festival

 

Sorrisi da LevanteIl nostro reportage sulla maratona di Osaka, dove i 42,195 km, più che una corsa sono vissuti come una festa, da oltre 21.000 finisher e 10.000 volontari.

 

TuttocorsaMaratone (Reggio Emilia, Crevalcore), mezze maratone (Busto Arsizio, Santa Klaus Running Belluno, Mezza sul Brembo), altre corse su strada (Maratonina di Natale), in natura (100 km of Namib Desert, Trail di Portofino, Ciaspolada).