fbpx

Boston – Lunedì la corsa. Ecco i migliori in gara

17 Aprile, 2014

I campioni uscenti Lelisa Desisa e Rita Jeptoo difenderanno il loro titolo conquistato l’anno scorso alla Maratona di Boston purtroppo segnata dal tragico attentato che causò 3 morti e 264 feriti. 

Il cast della più  antica maratona del mondo comprende medagliati olimpici e vincitori delle passate edizioni delle maratone di New York, Chicago, Boston e Tokyo. Ben sette uomini compresi nella starting list hanno corso in carriera sotto le 2:05’30”, incluso Desisa, che dopo Boston ha conquistato la medaglia d’argento ai Mondiali di Mosca.

L’atleta con il miglior tempo tra i partenti é Dennis Kimetto, il debuttante in maratona più veloce della storia con 2:04’16” stabilito alla maratona di Berlino del 2012 quando arrivò a un solo secondo dal vincitore Geoffrey Mutai (vincitore nel 2011 a Boston in 2:03’02” nella gara diventata famosa per la mancata omologazione del record del mondo). Kimetto siè poi migliorato a Chicago, dove ha vinto nel 2013 in un clamoroso 2:03’45”.

Tra i favoriti vanno annoverati anche gli etiopi Gebre Gebremariam e Markos Geneti, che in carriera sono scesi sotto le 2:05’ e hanno già corso in passato sul difficilissimo percorso di Boston caratterizzato dalla famosa Heartbreak Hill. L’ex campione del mondo di corsa campestre Gebremariam, in articolare, è stato due volte terzo a Boston e ha vinto a New York nel 2010 dimostrando di saper correre bene su percorsi molto impegnativi. Geneti ha vinto a Los Angeles nel 2011, è stato terzo a Dubai nel 2012 con il personale di 2:04’54”e sesto a Boston 2013.

Torna a Boston anche il bronzo olimpico dei 10.000 m di Pechino 2008, Micah Kogo, che lo scorso anno si classificò secondo a cinque secondi da Lelisa Desisa. Kogo vanta in carriera un eccellente 26’35”63 sui 10.000 m, stabilto a Bruxelles nel 2006, ed è stato il detentore del record del mondo sui 10 km su strada con 27’01” stabilito nel 2009.

Le speranze statunitensi sono riposte su Ryan Hall, terzo a Boston nel 2009 e autore di un eccellente 2:04’58” su questo percorso nel 2011 e Meb Keflezighi, argento alle Olimpiadi di Atene 2004 dietro al nostro Stefano Baldini e primo a New York nel 2009, quando divenne il primo vincitore del suo paese nella Grande Mela dal 1982.

Keflezighi è legato all’Italia per aver vissuto a Monza, città nella quale fu ospitato insieme alla sua famiglia dopo la fuga dalla guerra civile in Eritrea, suo paese di origine,

Il cast femminile comprende nove atlete con un personale sotto le 2:23’. Al via ci saranno tutte le prime quattro dell’anno scorso: Rita Jeptoo, la campionessa del mondo di mezza maratona 2012 Meseret Hailu, Sharon Cherop e la medaglia di bronzo olimpica dei 10.000 m di Pechino 2008, Shalane Flanagan.

Nella passata edizione Jeptoo ha vinto la sua seconda maratona di Boston a sette anni di distanza dal primo successo nel 2006 prima di centrare la doppietta nelle grandi maratone statunitensi conquistando Chicago lo scorso ottobre in un eccellente 2:19’57”, l’unico tempo sotto le 2:20’ nel 2013.

La seconda classificata dell’edizione 2013, Meseret Hailu, ha preceduto di tre secondi Sharon Cherop, terza a Boston per la seconda volta su quattro partecipazioni in questa gara. La keniana ha vinto la medaglia di bronzo ai Mondiali di Daegu 2011 e le maratone di Toronto e Amburgo nel 2010. Cherop vanta un personale di 2:22’38” stabilito in occasione del secondo posto a Berlino nel 2013.

Flanagan è stata seconda a New York al debutto in maratona nel 2010. Oltre al bronzo olimpico nei 10.000 m a Pechino è stata terza ai Mondiali di Cross nel 2011 e vinto i Trials Olimpici nel 2012. Lo scorso anno sfiorò il terzo posto per appena sette secondi. Sua madre Cheryl Bridges stabilì la migliore prestazione mondiale in maratona con 2:49’41” nel 1971. Suo padre Steve partecipò a tre edizioni dei Mondiali di cross nel 1976, 1977 e 1979.

Tra le altre atlete in grado di salire sul podio annoveriamo l’etiope Mare Dibaba, che ha vinto la maratona di Xiamen nel 2013 e vanta un personale di 2:19’52”, la keniana Jemima Sumgng, seconda a Boston nel 2012 e a Chicago nel 2013, e l’etiope Bizunesh Deba, due volte seconda a New York.