fbpx

Beat Yesterday Awards 2019: otto storie di passione e sfide premiate da Garmin

 

Carlo Alberto Cala Cimenti, il Corpo Nazionale Soccorso Alpino e Speleologico, Oliviero Bosatelli, i rappresentanti del comitato organizzatore per le Olimpiadi Invernali di Milano – Cortina 2026, Paolo Chiarino, la missione della barca Anvera Elab 38, Daniel Fontana e Obiettivo 3 sono stati i protagonisti della quarta edizione dei riconoscimenti destinati a valorizzare le persone capaci di competere, innanzitutto con sé stessi, per “superare i risultati di ieri”, nello sport e nella vita.

Otto imprese sportive e umane sono state premiate in occasione della quarta edizione dei Beat Yesterday Awards, premio ideato da Garmin per valorizzare le persone capaci di competere, innanzitutto con sé stessi, per “superare i risultati di ieri”. La cerimonia di consegna si è svolta martedì 26 novembre, agli studi Mediapason in via Colico 21, a Milano, ed è stata condotta da Andrea Berton ed Eva Ghini.

«Garmin è un’azienda che vuole spingere le persone a vivere i propri sogni, qualsiasi essi siano – ha spiegato Stefano Viganò, amministratore delegato di Garmin Italia – ed è per questo che i Beat Yesterday Awards celebrano i risultati che spingono ogni appassionato a superare il proprio limite e a sfidare sé stesso».

 

“Montagna” Bosatelli, mito del Tor des Geants

Tra i premiati anche un personaggio molto stimato dagli appassionati di corsa: Oliviero Bosatelli, che in questo 2019 ha vinto per la seconda volta il Tor des Geants, che con i suoi 330 km e 24.000 m di dislivello è una delle gare più impegnative al mondo. «Quello del 2019 è stato il mio quarto Tor De Geants – ha precisato Oliviero -, e come nelle edizioni precedenti non ho mai dormito. Posso tranquillamente affermare che stare svegli per oltre 90 ore rappresenta una delle mie sfide contro il limite». L’atleta bergamasco (a sinistra nella foto) è stato premiato da Stefano Baldini.

 

Questi gli altri premi e gli ospiti coinvolti nella consegna:

  • Anvera Elab 38, barca italiana a propulsione elettrica che ha partecipato al Monaco Solar & Energy Boat Challenge. Ha ricevuto il premio dal velista Giovanni Soldini.
  • Paolo Chiarino, il nuotatore italiano che nel dicembre 2018 ha nuotato per un chilometro tra i ghiacci dell’Antartide, ha ricevuto il riconoscimento dallo slalomista Giorgio Rocca.
  • Carlo Alberto “Cala” Cimenti – L’alpinista piemontese è stato premiato per la scalata e la discesa con gli sci dal Nanga Parbat e dal Gasherbrum VII (vetta prima inviolata). A consegnargli il Beat Yesterday Awards è stato Kristian Ghedina, il più grande discesista italiano nella storia della Coppa del Mondo di sci alpino.
  • Corpo Nazionale Soccorso Alpino e Speleologico protagonista nel 2018 di 9.554 missioni di soccorso, un numero record, mai registrato dal suo anno di fondazione. Il premio è stato consegnato dalle mani di Davide Cassani, CT della nazionale di ciclismo.
  • Daniel Fontana, ironman quarantaquattrenne italoargentino, una vita al vertice del triathlon, ha ricevuto il riconoscimento dal ciclista professionista Alberto Bettiol.
  • Milano Cortina 2026 – Antonio Rossi (sottosegretario con delega ai grandi eventi sportivi di Regione Lombardia) e Roberta Guaineri (assessora al turismo, sport e qualità della vita del comune di Milano) hanno ricevuto da Linus il premio per il grande lavoro che è valso l’obiettivo a cinque cerchi.
  • Obiettivo 3, fondazione promossa da Alex Zanardi per diffondere la pratica sportiva tra i portatori di disabilità, rappresentata nella serata da Barbara Manni e Pieralberto Buccoliero. Premio consegnato da Norma Gimondi, figlia del mitico Felice, scomparso lo scorso agosto.

 

Rewind

Mercoledì 27 novembre alle 20:30 sarà possibile vedere tutte le premiazioni grazie alla diretta Facebook sui profili ufficiali di Garmin Italia.

Informazioni: www.garmin.com/it-IT