fbpx

Aspettando la primavera, arriva Correre di marzo

Anche quest’anno ce l’abbiamo fatta. Il peggio è passato, quasi. Le giornate si stanno allungando e l’umore inizia a migliorare, forte di qualche ora in più a nostra disposizione per allenarci con la luce. Vorrete mica abbandonare le buone abitudini? Correre di marzo vi aspetta in edicola e in digitale, pronto per accompagnarvi, come sempre, nella vostra crescita sportiva.

I principali contenuti:
Memorie – Giampaolo Lenzi e Pietro Mennea, la gratitudine verso un grande allenatore e il ricordo di un indimenticabile campione nelle parole di Orlando Pizzolato e Daniele Menarini.

Un passo per il tuo cuore – Dopo i ragazzi della comunità di San Patrignano e le tostissime donne del progetto Nothing Stops Pink, una nuova sfida per Gabriele Rosa e il suo Marathon Center: convincere un gruppo di otto sedentari ad abbandonare divano e sigarette. Appuntamento alla Stramilano, il 29 marzo, per vedere se la forza di volontà avrà prevalso sulle (cattive) abitudini.

La Freccia del Sud – Un mito in fiction. L’intervista di Andrea Schiavon all’attore Michele Riondino, che vestirà i panni di Pietro Mennea in una miniserie in onda su Rai 1. Lavoro, ricerca e allenamento per dare vita a un personaggio che non fosse né caricatura né agiografia. Luca Barbareschi interpreta il prof. Vittori, allenatore del campione, e ce ne parla in un editoriale scritto in prima persona.

Lezioni di stile – Apertura dell’anca e mobilità della caviglia: scopriamo come perfezionare la nostra tecnica di corsa per riuscire a correre più a lungo e con più profitto. (Orlando Pizzolato).

Preparazione invernale – Parola d’ordine: velocizzare. Dopo la gran mole di lavoro organico e muscolare dei mesi scorsi, Giorgio Rondelli ci guida nell’evoluzione degli allenamenti di un inverno ormai agli sgoccioli, in cui è il momento di cercare brillantezza, intensità e conferme.

Defaticamento – Finite le ripetute, la gara o il fondo medio, concediamoci qualche altro minuto prima di staccare la spina e precipitarci sotto la doccia: è il defaticamento, una corsa a bassa intensità e della durata di pochi minuti, l’ultimo, vero tassello della seduta. Scopriamo perché è utile e perché non dovremmo farne a meno. (Huber Rossi)

Principianti – Donne di corsa, donne del nostro tempo. Donne che lavorano o che vorrebbero farlo. Donne che corrono al buio, donne che strappano un’ora al quotidiano incombente. Oltre 5.000 hanno partecipato a una maratona, lo scorso anno. Donne in cerca di un sogno, di un’identità, con troppi chili e un’età sempre sbagliata. Con carrelli da riempire e mutui da pagare, non importa se il loro ritmo sarà lento o veloce: l’importante è correre, non sai per quanto e fino a dove, ma corri. (Giuseppe Tamburino)

Correre al femminile – Proseguono il racconto di Maria Comotti e il percorso di allenamento di Valeria Zambon, la podista di Rovigo che abbiamo accompagnato negli ultimi tre mesi di allenamento. Il gusto della sfida fa ormai parte del suo DNA, prossimo obiettivo: maratona di Venezia.

Emma Quaglia – Terza e ultima parte dell’intervista alla maratoneta genovese. Uno sguardo alla vita privata dell’azzurra, in cui amicizia, sport e amore si fondono nell’intimo di una personalità di ferro. (Maria Comotti)

Obiettivo 42 km – Appunti per una walking marathon: “Camminatori, dedicate l’inverno alla rigenerazione e al riposo… senza esagerare!”. I consigli di Giorgio Garello per sopravvivere al letargo e presentarsi pronti a camminare per un’intera maratona in primavera.

Il declino della corsa – I tempi cambiano, i tutti i sensi. Anche nell’atletica, dove un’ulteriore conferma ci arriva dalla tesi di laurea in Statistica di Michele Belluschi, in cui ha confrontato i risultati sui 10.000 m dei mezzofondisti di oggi e delle generazioni precedenti. A.A.A. futuro cercasi. (Saverio Fattori)

Alimentazione – Sale e zucchero, droghe legalizzate. Al di là della provocazione, sapevate che queste sostanze agiscono sugli stessi circuiti di gratificazione del nostro cervello sollecitati da ogni tipo di droga? (Luca Speciani)

Zuccheri liquidi – Ci mettiamo a dieta e stiamo attenti a quello che mangiamo. Sì, ma le bevande? Un’elevatissima quantità di zucchero contamina la maggior parte di quelle in commercio, mascherandone la scarsissima qualità e facendo leva sui nostri centri nervosi. Seguiamo i consigli di Lydia Bottino, per riempire il carrello con più consapevolezza.

Mangiar bene per curarsi meglio – Siamo onesti, non è tutta colpa della genetica o del fato: in larghissima parte, i primi veri artefici del nostro benessere siamo proprio noi stessi. Il quadro salute/ malattia di una persona è legato in maniera profonda a variabili personali su cui ognuno di noi è in grado di agire. Capiamo meglio come. (Antonella Carini)

Scarpette in fuga – Cresce il trend dei giovani italiani che lasciano l’Italia per gli USA, allettati dalla prospettiva di combinare più facilmente sport e studio. In quali college vanno e con quali prospettive? Viene fatto qualcosa per trattenerli? (Francesca Grana)

Giovani allenatori – Spazio “Giovani leoni” inedito, con un’intervista doppia dedicata agli allenatori di due giovanissimi prospetti del nostro mezzofondo: Martina Celi, allenatrice del bronzo tra gli Juniores agli ultimi Europei di cross, Said Ettaqy; e Maurizio Cito, coach di Yohanes Chiappinelli, l’Allievo giunto quinto nei 3.000 siepi ai Mondiali Junior di Eugene. (Francesca Grana)

Speciale trail running – Programmare per vincere, è già il momento di stilare il proprio programma agonistico per il 2015 (Fulvio Massa); Cosa accade quando si corre in natura, pillole di saggezza ortopedica per chi ama correre off-road (Luca De Ponti); Quando l’ansia sale in quota, scopriamo i principi che regolano il nostro adattamento all’ipossia (Pietro Trabucchi); Come sopravvivere all’organizzazione di un trail, cronaca del convegno indetto dalla Iuta a Castiglion Fiorentino per fare il punto sul movimento italiano (Daniele Menarini); Le mani sulla corsa in natura, istantanea della situazione politico sportiva legata al trail (Luca Revelli); Oscar del trail, i più bravi del 2014 (Leonardo Soresi); Yoga per il trail, posizioni ed esercizi per migliorare energia e consapevolezza (Tite Togni); Top di gamma, i 16 migliori modelli di calzature dedicati alla corsa off-road (Filippo Pavesi).

Infortuni – Non tutti gli infortuni vengono per nuocere, paradossale ma vero. Se accadono, c’è sempre un motivo: sfruttiamo l’occasione per indagarne con calma le cause, conoscerci meglio e raddrizzare la situazione prima di incorrere in problemi ancora più seri. (Maria Comotti)

American roads – Corriamo nello stato di New York, scoprendo insieme a Julia Jones che non esiste solo la maratona della Grande Mela.

Monitor maratona – Il 2014 è stato l’anno dei record per quanto riguarda i finisher italiani al traguardo di una maratona. Il bilancio di Michele Marescalchi, Giorgio Rondelli e Franco Civai sulla stagione da poco conclusa.

Tuttocorsa – Mezza Maratona (Perugia-Assisi Half Marathon, Puccini Half Marathon, Mezzamaratona di San Gaudenzio, Mezza Maratona Internazionale delle Due Perle, Maratonina del Campanile, Palio del Drappo Verde), corsa su strada (Montefortiana, Portofino Run). Voci dalla corsa – Giro d’Italia, Atletica in Lombardia, La Capitale, La Storia e la storia, Lettere.

Calendario – Anteprime: Milano Marathon, Maratona di Sant’Antonio, Veronamarathon, Firenze Urban Trail, Campionati italiani master di corsa campestre, Lago Maggiore Half Marathon, Metro Group Marathon Duesseldorf, Maratonina delle 4 Porte.