fbpx

Agenda runner – Quasi 200 corse nel fine settimana 6-8 settembre

Foto: Stefano Jeantet
Di: A cura della redazione
Di tutto e di più nelle 196 manifestazioni del fine settimana. Da Forlì (“Maratona del Presidente”) riparte il calendario della maratona italiana. Master a migliaia agli Europei “Stadia” di Jesolo. Da Courmayeur prende il via il Tor des Geants. A New York il weekend dei runner comincia all’alba di venerdì, con l’italianissima Run 5:30, alla prima edizione oltreoceano

È già autunno pieno nel calendario della corsa italiana: ricchezza (opulenza?) e varietà di occasioni in 196 manifestazioni. La “maratona del Presidente” di Forlì, omaggio a Sergio Tampieri, indimenticato fondatore del Club Supermarathon, riaccende il mondo italiano dei 42,195 km. Tornano le mezze maratone, ben 7 di livello nazionale, a cominciare da venerdì sera, quando si corre la suggestiva “Roma by Night Run”. 

E sempre venerdì, ma all’alba, a New York partirà la prima edizione dell’italianissima Run 5:30. 

Smaltiti da pochi giorni i finisher della “CCC” e i passaggi di metà gara della Utmb, Courmayeur (AO) si propone di nuovo come capitale-mecca del trail running, con la partenza del Tor des Geants. 

La 5:30 a New York 

La “Grande Mela” è un po’ il brodo primordiale della passione per la corsa, identificata nella gara-mito, la maratona di New York. 

È la prima volta che un organizzatore italiano porta un proprio evento in casa dei padri fondatori del running. Onore a Sergio Bezzanti e Sabrina Severi, oltre che ai loro collaboratori Filippo Ciampini e Alessandro Curti, in prima linea nell’operazione USA.

L’appuntamento è al Pier 25 Hudson River Park, alle 5:30 di venerdì 6 settembre (le 11:30 in Italia). 

Il decimo Tor des Geants  

Numeri che gli appassionati conoscono a memoria: 330, i chilometri, 24.000, i metri di dislivello da affrontare. Il tempo vola e il “Tor” (nella foto), come confidenzialmente viene ormai chiamato, venerdì 6 settembre vede partire la propria decima edizione. Nelle altre nove non ci si è mai annoiati. Basti pensare alle polemiche: dai medici sospettati di dispensare infiltrazioni allo scopo di aumentare l’esiguo numero dei finisher della prima edizione, alla faida regionale dei due “Tor” (l’altro chiamato “4K”, organizzato direttamente dalla Regione Valle d’Aosta), dai consueti “comizi WEB” provocati dal decesso in corsa del cinese Yang Yuan nel 2013 a quella volta (2011) che lo svizzero Marco Gazzola sbagliò percorso (segnali non visti? Segnali non messi?) nell’ultima frazione e venne squalificato: aveva 5 ore di vantaggio sul secondo! 

L’Europa dei Master in laguna, al via anche Rosa Mota  

La ventunesima edizione della rassegna continentale “Stadia” (pista) degli age-group è cominciata giovedì 5 settembre e prosegue fino a domenica 15 nel “triangolo veneto” di Jesolo-Caorle-Eraclea. 

La manifestazione arriva in Italia per la quarta volta (precedenti: Viareggio 1978, Verona 1988, Cesenatico-Bellaria Igea Marina 1998). Atleti da 43 nazioni europee e da altre 16 extraeuropee (ammessi a gareggiare ma non per i titoli e le medaglie continentali). Gli iscritti, a procedure quasi concluse, sono stati oltre 4.700, per un numero superiore a 7.900 atleti-gara, nettamente al di sopra di ogni altra edizione precedente. Circa 1.050 gli italiani. Non manca, come sempre, la possibilità di rivedere in azione “vecchie glorie” dell’atletica di più alto livello: questa volta sarà il turno della maratoneta portoghese Rosa Mota, classe 1958 e quindi appartenente alla categoria W60, iscritta a 10.000 m in pista, al cross sui 4 km, ai 10 km su strada e alla mezza maratona. Ebbene sì, è lei! Rosa è stata una tra le più grandi runner degli anni ’80, vincitrice della maratona alle Olimpiadi del 1988, di quella dei Mondiali 1987 e di tre Campionati europei (1982, 1986, 1990), con un record di 2:23’29” (Chicago 1985).

Il fine settimana, regione per regione 

Il grafico del volume di attività punta deciso verso l’alto. Il totale eventi del weekend sale di colpo a 196 dai 147 di sette giorni fa, a loro volta in crescita netta rispetto ai 94 del fine settimana 23-25 agosto. 

Passano addirittura da 28 a 68 le prove di livello nazionale (con uno dei momenti più fitti di appuntamenti di trail running) e in parallelo salgono da 119 a 128 gli appuntamenti distribuiti nei programmi regionali, in uno dei pochi fine settimana in cui non è la Lombardia la regione col maggior numero di iniziative, battuta di poco dall’Emilia Romagna (26 a 25). Occasioni per correre ci aspettano in Abruzzo (una corsa), Calabria (1), Campania (4), Emilia Romagna (26), Friuli Venezia Giulia (3), Lazio (5), Liguria (3), Lombardia (25), Marche (2), Piemonte (18), Puglia (2), Sicilia (2), Toscana (11), Trentino Alto Adige (3), Umbria (3) e Veneto (19).

Maggiori informazioni: https://www.correre.it/calendario/

Le corse top del fine settimana 6 – 8 settembre

giovedì 5 – domenica 15 settembre 2019

• Jesolo, Caorle ed Eraclea (VE), Campionati Europei Master “Stadia” 

venerdì 6 – domenica 15 settembre 2019

• Courmayeur (AO), 10° Tor des Geants (disl. 24.000 m) 

venerdì, 6 settembre

• New York (USA), 5:30 Run, 5,3 km

• Roma, 6ª Roma by Night Run, 21,097 km

• Arenzano (GE), 12ª Mare e monti di Arenzano, 21,097 km

Sabato, 7 settembre

• San Vittore delle Chiuse (AN), 4ª Frasassi Skyrace, 21 km

• Zola Predosa (BO), 6° Trail dell’Abbazia, 15 km

• Cagliari, Cagliari Urban Trail, 10 km

Domenica, 8 settembre

• Canelli (AT), Campionati italiani corsa su strada – 3ª prova – 10 km

• Bologna, 18ª Run Tune-up, 21,097 km

• Bibione (VE), BibioneRun 20 Miles (comp.), 32,186 km

• Forlì, 10ª maratona del Presidente, 42,195 km

• Ponte Nuovo (RA), 1ª Mezza maratona di Teodorico, 21,097 km

• Parma, 22ª Parma Mezza maratona, 21,097 km

• Mestre (VE), 10ª Maratonina di Mestre, 21,097 km

• San Giorgio delle Pertiche (PD), 13 Maratonina sul Graticolato romano, 20 km

 (stop)

Articoli Correlati

Geoffrey Kirui
Birell Prague 10 km: Chepkirui e Kosgei sotto i 30 minuti
Mo Farah
Brigid Kosgei e Mo Farah vincono la Great North Run di Newcastle
Arresto cardiaco e ipotermia: grave trailer
Santiusti vince a Montgeron, pioggia di personali nel mezzofondo a Castiglione della Pescaia
Super Clayton Murphy: 800 metri in 1’43”60
Shigetomo vince la maratona di Osaka