fbpx
Magnani

Accadde oggi: maratona allo sprint fra Gerbi e Magnani

Foto: Arch. Correre
Di: Danilo Mazzone
Ancora flash dalla storia della corsa. È il turno di un ricordo epico della maratona italiana. Nel 1982 un campionato italiano dei 42,195 km si risolve a pochi metri dal traguardo. E all’epoca in gara per il tricolore c’erano sempre i migliori.

È il 2 maggio 1982. A Ferrara si disputa il Campionato italiano di maratona. Tutta la città si stringe, con tanto di cartelli dei tifosi, attorno a Massimo Magnani (nella foto), uno dei padri della specialità in Italia, vincitore in Coppa Europa l’anno prima ad Agen (FRA). Molti i sorvegliati speciali in vista degli Europei di Atene. Spira un leggero vento contrario sui tanti presenti attorno al castello estense, ma la partenza è “a bomba”: Magnani passa in 9’00” ai primi tremila metri. Mentre si ritirano Marco Marchei e Stefano Brunetti, il maratoneta ferrarese insiste, ma al 15° chilometro è raggiunto da Giuseppe Gerbi. Magnani tenta di allungare molte volte fuori mura, sui lunghi rettilinei periferici, ma l’alfiere del Cus Torino lo tallona. Il finale, in volata, è impietoso per l’idolo di casa: prevale Gerbi in 2:11’25” per soli tre secondi. Classifica: 1. Giuseppe Gerbi (Cus Torino) 2:11’25”; 2. Massimo Magnani (Cus Ferrara) 2:11’28”; 3. Michelangelo Arena (Fiamme Gialle) 2:15’07”; 4. Antonio Erotavo (Fiat Bari) 2:16’52”; 5. Vito Basiliana (Cus Ferrara) 2:16’58”.

Articoli Correlati

Abebe Bikila
60 anni fa la vittoria di Bikila nella maratona dei Giochi olimpici di Roma
Gelindo Bordin
Momenti di gloria: trent’anni fa la vittoria di Gelindo Bordin a Boston
Un ponte di corse che collega la maratona di Reggio Emilia alla lontana Cina