A voi il Golden Gala Pietro Mennea

A voi il Golden Gala Pietro Mennea

08 Giugno, 2022
Foto Colombo/FIDAL

Giovedì 9 giugno sarà una giornata lunghissima. Per tutti i gusti. Le opzioni sono due: andare all’Olimpico o accomodarsi davanti alla tv. Per chi avesse acquistato il tagliando d’ingresso può già prendere posto alle 15, seguire la staffetta 12 x 200 giovanile mista, transitando per i 100 uomini e donne master, i 100 uomini Fisdir C21 e open e poi, tutto d’un fiato sino a pochi minuti prima delle dieci, quando l’Olimpico presenterà la gara dei 100 (ahimè senza Marcell Jacobs).

Un grande spettacolo con 16 campioni olimpici compresi i nostri medagliati di Tokyo: Tortu, Desalu e Patta al via nei 200, Gimbo Tamberi (senza l’amico/rivale Barshim) e Stano nella gara sui 3000 di marcia in pista. La classica di “tacco e punta” darà l’inizio alle danze nel programma serale (19,30). Sarà un susseguirsi di momenti di atletica di grande livello.

Tra le prove di mezzofondo più attese, certamente quella sui 12 giri e 200m, ovvero i classici 5000, dove la sfida con Barega, Kejelcha e Aregawi i tre etiopi che hanno dato vita a un clamoroso meno 27’ nei 10 mila in quel di Hengelo (Olanda) quattro giorni fa. In questa gara spera di trovare la possibilità di limare il primato italiano dei 5000 il nostro Yeman Crippa, abbastanza dimenticato dai quotidiani sportivi, in questo periodo dove la velocità azzurra, per un verso o per un altro, trova spazi impensabili.

Dai 5000 ai saltafossi delle siepi. In questo caso spicca il nome di un altro etiope Girma, uno dei pochi capace di scendere sotto gli 8’ quest’anno. Interessante sarà seguire le gesta dei nostri tre specialisti: Abdelwahed, e i due fratelli Zoghlami.

In campo femminile, sempre restando nel mezzofondo, i 1500 sono una prova molto attesa con ben tre azzurre: Gaia Sabatini, Federica Del Buono e Ludovica Cavalli, ci sarà da soffrire, si dovrà evitare di tenere il ritmo proibitivo che imporranno le amariche, oppure Laura Muir o la norvegese Grodval. Su questa distanza non ci sarà Elena Bellò che è attesa, invece, gli 800.

Uno dei momenti clou della serata (ore 20,35) i 200m il trio delle “meraviglie” Pippo, Faustino e Lorenzo contro lo yankee Bednarek, vanta un primato personale di 19”68… poi Duplantis dell’asta, Starc e Tamberi nell’alto… C’è l’imbarazzo della scelta, è come per un goloso entrare in una pasticceria e trovarsi di fronte a un mare di dolci.

In Tv su Raisport dalle 19,30 alle 20, su Raitre dalle 20 alle 22 e nuovamente su Raisport dalle 22 alle 22,30 per i commenti finali.

Allenamento News Equipment Salute Correre