fbpx

5.000 km in 43 giorni: Marcato vince ancora la Sri Chinmoy 3100 Mile

23 Ottobre, 2021
Foto: Jowan

Seconda partecipazione e seconda vittoria consecutiva per Andrea Marcato nella corsa certificata più lunga al mondo, con il terzo miglior tempo di sempre: 42 giorni, 17 ore, 38 minuti e trentotto secondi per 4.989 km (3.100 miglia). L’ultramaratoneta ha poi proseguito fino ai 5.000 km, raggiunti in 43 giorni e un minuto. Ha consumato 15 paia di scarpe e 10.000 calorie al giorno.

In pratica, ha corso 118 maratone consecutive: a distanza di un anno dalla precedente vittoria, Andrea Marcato ha dominato di nuovo le 3.100 miglia (4.989 km) della “Sri Chinmoy 3100 MileSelf-Transcendence Race”, in un tempo totale di 42 giorni, 17 ore, 38 minuti e trentotto secondi. Si tratta del primato personale per questo atleta trentanovenne di Lughetto (frazione del comune veneziano di Campagna Lupia) e del terzo miglior tempo di sempre della manifestazione. Il record della gara è stato stabilito nel 2015 dal finlandese Ashprihanal Aalto, con 40 giorni, 9 ore e 6 minuti (media di quasi 77 miglia / 123 km al giorno). Giunto al traguardo lunedì 18 settembre, con dieci giorni di anticipo sul tempo massimo (52 giorni), Marcato ha poi proseguito fino a coprire la distanza esatta di 5.000 km in 43 giorni, 1 minuto e 49 secondi. Primati che aggiunge al curriculum di due 10 giorni e una 6 giorni completate, due 48 ore, diciassette 24 ore e numerose 100 chilometri, 12 e 6 ore di corsa. Marcato è stato anche azzurro in occasione dei mondiali di 24 ore di corsa di Torino 2015.

Il record di Andrea Marcato in cifre

Medie: ha corso oltre 70 miglia (112,630 km) al giorno per 26 giorni consecutivi.

Scarpe: ha utilizzato 15 paia di scarpe nel corso dei 5.000 km, oltre a uno speciale modello di “ciabatte di ghiaccio” per attenuare dolori e bruciori ai piedi. 

Peso: durante la gara è calato di 10 kg.

Alimentazione: da vegetariano ha seguito una dieta alcalina consistente nell’assunzione di ben 10.000 calorie al giornoattraverso avocado, anguria, arance, mandarini, riso integrale, quinoa, grano saraceno, verdure al vapore, oltre a integratori. 

Cos’è la “Sri Chinmoy 3100 Mile Self-Transcendence Race”?

La “Sri Chinmoy 3100 Mile Self-Transcendence Race” è la corsa certificata più lunga al mondo. Si svolge da 25 anni a New York, fatta eccezione proprio per l’edizione 2020 (la prima vinta da Marcato), spostata a Salisburgo a causa della pandemia. Gli atleti hanno un massimo di 52 giorni (quest’anno dal 5 settembre al 26 ottobre) per completare le 3.100 miglia (4.989 km) correndo o camminando quanto vogliono, ogni giorno, dalle 6 del mattino a mezzanotte. La corsa porta il nome del fondatore Sri Chinmoy e rispecchia la sua idea che l’auto-trascendenza sia particolarmente importante nell’ultrarunning, perché il corridore arriva a un punto nella gara in cui la propria prestanza fisica ha raggiunto il limite eper continuare deve fare affidamento sulla propria determinazione interiore, per attingere all’infinito potere spirituale che è dentro tutti noi. Mentre una corsa è per definizione una forma di competizione, qui l’auto-trascendenza significa che i corridori dovrebbero sentire di competere solo con sé stessi, con le proprie capacità, non con gli altri, e relazionarsi con i compagni di corsa in uno spirito di cameratismo e sostegno reciproco. All’edizione 2021 hanno partecipato altri 6 concorrenti: Ananda-Lahari Zuscin(Slovacchia), Harita Davies (Nuova Zelanda, unica donna), Lo Wei ming (Taiwan), Takasumi Senco (Giappone), StutisheelLebedyev (Ucraina), Vasu Duzhiy (Russia). 

Chi era Sri Chinmoy

Chinmoy Kumar Ghose, meglio conosciuto come Sri Chinmoy(27 agosto 1931 – 11 ottobre 2007), è stato un leader spirituale indiano che ha insegnato meditazione in Occidente dopo essersi trasferito a New York nel 1964, dove fondò un primo centro di meditazione nel Queens. Poeta e musicista, era stato in gioventù un ottimo decatleta ed era diventato poi un buon corridore di lunghe distanze, trovando nell’ultramaratona un ulteriore elemento del proprio percorso spirituale verso Dio, in aggiunta alla preghiera e alla meditazione. A seguito di un infortunio al ginocchio, si era dedicato infine al sollevamento pesi e molti lettori di Correre ricordano una sua foto all’expo della New York City Marathon 2006 in cui, con l’ausilio di una pressa, solleva un divertito Paul Tergat.

L’eredità di questo ultra runner e maestro di vita è in una community immensa, il gruppo sportivo internazionale Sri Chinmoy Marathon Team, considerato “la squadra di corsa più grande al mondo (8.000 tesserati)” e la cui sezione italiana si trova presso il negozio milanese Runner Store (in viale Legioni Romane 59), animata da Giovanni Amantea, Sara Panini e Gianluca Corradini