Salute / La dieta chetogenica può far bene al runner?

Salute / La dieta chetogenica può far bene al runner?

Foto: 123rf

Terzo e conclusivo episodio dell’indagine di Fabrizio Angelini sul ruolo dei grassi come fonte energetica di qualità. A quale tipo di runner e di performance possono effettivamente essere utili le diete “Low carb-high fat”?   

“Dieta chetogenica” è una delle voci più “gettonate” del mondo del running nel 2022. Questo perché è diventata sinonimo soprattutto di dimagrimento sicuro. La usano in molti, non tutti consapevoli di quali processi fisiologici ci siano dietro. Su Correre di novembre, il tema incrocia l’attenzione di Fabrizio Angelini, che ne fornisce un’esauriente spiegazione per poi cercare di rispondere alla domanda: “A quale tipo di runner e di performance possono effettivamente essere utili le diete “Low carb-high fat”?”

I grassi come fonte di energia

“Con l’esperienza – scrive Angelini – mi sono infatti convinto che l’utilizzo dei grassi come fonte di energia dovrebbe essere una soluzione da adottare in presenza di uno sforzo aerobico a bassa o media intensità e in soggetti adattati; molti studi hanno analizzato questo tipo di strategie su atleti ben allenati e tutte queste ricerche sono abbastanza concordi sul fatto che la dieta chetogenica possa portare, in soggetti con buona “compliance”, a una perdita di peso e a un miglioramento della composizione corporea e anche a un miglioramento, ad esempio, del consumo massimo di ossigeno VO2 max, ma in questo caso ci si pone il dubbio che questo miglioramento non sia piuttosto dovuto al fatto che l’atleta è diventato più leggero e quindi disponga di una migliore bio-meccanica. Se invece si innalza l’intensità dell’allenamento, quasi tutti gli studi concordano sulla mancanza di un miglioramento della performance negli atleti “in Keto” e suggeriscono come il carburante da preferire in questa tipologia di sforzo fisico siano ancora i carboidrati.”

Nota: Questo testo rappresenta una sintesi dell’articolo: “Dalla zona alla chetogenica” di Fabrizio Angelini, (pagine 66-69), pubblicato su Correre n. 457, novembre 2022 (in edicola da inizio mese).

Correre Novembre 2022

Correre – Ecco il numero di novembre Allenamento / Ultramaratona con meno chilometri – Chi si dedica alle lunghissime distanze deve spesso fare i conti con una stanchezza difficile da smaltire e che condiziona il rendimento, perché la fatica accumulata supera la capacità del corpo di adattarsi. Esiste, però, una via alternativa: il metodo Koop. […]

SEMPRE IN QUESTO NUMERO

Allenamento / Identikit della fatica

I processi di generazione del disagio che avvertiamo nelle sedute più impegnative o lunghe sono di diversa natura. Conoscerli permette di impostare lavori specifici e attuare comportamenti che portano al miglioramento della performance. A questo tema è dedicato il vero e proprio “dossier” che Huber Rossi propone ai lettori di Correre di novembre “Ogni runner […]

Benvenuti nell’ultra-lettura

02 Novembre, 2022

Le pagine dedicate al Tor des Geants scorrono via leggere. Nelle immagini prevale l’immensa bellezza dell’ambiente alpino valdostano e la difficoltà che si incontra ad affrontarlo passa in secondo piano. Olivero Alotto è buon “complice” di questa percezione onirica e descrive le sue 94 ore di gara con una straordinaria semplicità, che ci “inganna”, in […]

Allenamento News Equipment Salute Correre