fbpx
Sergio Tempera

A proposito di Mario Scapini

1’54”62. Non sappiamo se questo tempo è stato breve o infinito. Abbiamo però la presunzione di sapere cosa significano quelle cifre, che si traducono in due parole, opposte e ugualmente importanti: fine e inizio.

Di cosa, i visitatori di correre.it lo sanno, a giudicare dal seguito che ha avuto la pagina con la notizia del ritorno alle gare di Mario Scapini, avvenuto nella sera di giovedì 18 luglio a Cernusco sul Naviglio, al Trofeo Volpi, organizzato dalla Pro Sesto, a celebrare un indimenticato tecnico delle gare di resistenza.

Mario ha chiuso 11° gli 800 m in 1’54”62, quinto nella seconda serie.

«È stato un momento bellissimo e mi sono voluto godere fino all’ultimo metro tutto l’entusiasmo che stasera respiravo intorno a me. Magari in fondo in fondo speravo di fare un paio di secondi di meno – ammette l’atleta, da aprile ingegnere meccanico con laurea magistrale – ma, come ho detto insieme al mio tecnico Gianni Ghidini, penso di aver recuperato un livello medio di condizione davvero insperato. Per affrontare la malattia e oggi tornare a correre mi ha forse aiutato il mio spirito di mezzofondista, che ti rende resistente alla fatica e ti fa cercare di essere veloce per superare tutto più in fretta! Grazie a tutte le persone che mi sono state sempre vicine».

Trofeo Giuseppe Volpi – ritorna Mario Scapini – Meeting Interregionale a Cernusco Sul Naviglio

[iframe width=”560″ height=”315″ src=”//www.youtube.com/embed/9gW2nHm9hEg?list=UUNhXnc-pOUIB-CVswn5Rp6w” frameborder=”0″ allowfullscreen ]