2023: ecco la stagione che verrà

2023: ecco la stagione che verrà

01 Gennaio, 2023
Foto Francesca Grana

Tra ritorno alla normalità e novità come i Mondiali di road running, ecco una panoramica della stagione che ci attende

Ci siamo abituati bene negli ultimi due anni. Quasi fosse un diritto al risarcimento per la sequela di stop e rinvii determinata dalla pandemia, ci siamo concessi due stagioni di sbornia di grande atletica: nel 2021 un’edizione dei Giochi olimpici che da italiani non dimenticheremo tanto facilmente e nel 2022 il condominio Mondiali-Europei, un “uno-due” di emozioni forti che avrebbe steso anche il cuore più robusto.

E il 2023 che stagione sarà per tutti i runner che non disdegnano di seguire la grande atletica? Un anno dispari apparentemente normale, con i suoi “bravi” Mondiali da anno dispari e il “ritorno” del Mondiale di cross, che ha ormai assunto la cadenza biennale (appuntamento a Bathurst, Australia, il 18 febbraio), ma non mancano le novità, a partire da quei Mondiali di “road running” destinati ad allargare i confini della corsa su strada come appuntamento in cui si assegnano titoli iridati, prerogativa fin qui confinata alla mezza maratona: a Riga, a fine settembre, assisteremo a qualcosa che ha tutta l’aria di assomigliare ai campionati Non stadia del mondo master. 

10 km come 10.000 m

La valorizzazione della corsa su strada, del resto, è stata una delle azioni più energiche messe in moto in questi ultimi anni dalla World Athletics, che più di prima ha trattato le prove di 5 e 10 km con la stessa dignità statistica delle corrispondenti distanze su pista.

I 10 km su strada, poi, sembrano essere stati individuati come la via per rianimare la specialità dei 10.000 m, sempre più confinata ai margini dell’atletica: svuotata di talenti dalla più remunerativa maratona, espulsa dai meeting di più alto livello per esigenze televisive (fosse per i network che acquistano i diritti di trasmissione, non dovrebbe esistere alcuna prova di corsa in pista più lunga di 3.000 m), la gara sui 25 giri di pista sopravvive grazie a episodi di grande tradizione, che però si contano sulle dita di una mano come, ad esempio, Palo Alto, la Coppa Europa dei 10.000 m e Bruxelles a fine stagione, poco altro. Ecco che, dal 2023, anche correndo i 10 km si potrà ottenere un proporzionale risultato standard, che varrà come “minimo di partecipazione” ai Mondiali dei 10.000 in pista. 

Diamond League: 15 tappe, Golden Gala il 2 giugno

Quindici città, quattro continenti e l’appuntamento con le finali che per la prima volta si sposta oltreoceano e vola a Eugene (USA): questo è il consistere della Wanda Diamond League 2023. Il principale circuito internazionale di meeting comincerà il 5 maggio a Doha (Qatar) e terminerà con la doppia giornata del 16-17 settembre, che assegnerà i 32 titoli di Diamond Champion nell’impianto di Hayward Field, teatro, nel 2022, anche di un’indimenticabile edizione dei Campionati mondiali su pista.

Il Golden Gala, prima tappa europea del circuito, è in calendario per venerdì 2 giugno. Nel programma della nuova stagione è stata confermata anche la tappa di Chorzow, in Slesia, che ha fatto il proprio ingresso nel 2022, e sono previsti di nuovo i due appuntamenti cinesi di Shanghai e Shenzhen, che nel 2022 sono saltati. Come al solito, le prime 14 tappe metteranno in palio punti per la qualificazione alle Final.

Diamond League, il calendario

5 maggio, Doha

28 maggio, Rabat

2 giugno, Firenze

9 giugno, Parigi

15 giugno, Oslo 

30 giugno, Losanna

2 luglio, Stoccolma 

16 luglio, Slesia 

21 luglio, Principato di Monaco

23 luglio, Londra 

29 luglio, Shanghai

3 agosto, Shenzhen 

31 agosto, Zurigo

8 settembre, Bruxelles

16-17 settembre, Eugene

Golden Gala: le specialità

Quindici specialità, di cui 8 al femminile e 7 al maschile. In primo piano soprattutto i 100 m e il salto in alto maschili. È questo il menu del Golden Gala Pietro Mennea in calendario per venerdì 2 giugno 2023, nella sede che sostituirà l’Olimpico di Roma, oggetto di lavori di rifacimento della pista in vista degli Europei 2024. L’evento italiano, terza data del principale circuito mondiale e primo appuntamento europeo dopo Doha (5 maggio) e Rabat (28 maggio), avrà le seguenti “Diamond Disciplines” che assegneranno punti per qualificarsi alle finali di Eugene (16-17 settembre): 100, 200 e 5.000 m, 110 hs, alto, triplo e peso maschili; 100, 400, 1.500 m e 3.000 siepi, 400 hs, asta, lungo e disco femminili. 

Budapest 2023 anche su EuroSport

Si allarga ulteriormente l’offerta televisiva legata ai Mondiali di atletica leggera del prossimo anno a Budapest, in calendario dal 19 al 27 agosto. Le sfide della rassegna iridata saranno trasmesse in tv e streaming anche da Eurosport e Discovery+, come annunciato oggi dalla compagnia Warner Bros Discovery che si è assicurata i diritti dell’evento in oltre 45 nazioni europee. La speranza di tutti gli appassionati è di rivivere le fantastiche giornate di Tokyo, mostrate sugli schermi tv, sugli smartphone o sui tablet anche da Discovery, e rese indimenticabili dal doppio oro da brividi di Tamberi e Jacobs in un quarto d’ora, dai capolavori dei marciatori Stano e Palmisano e dalla chiusura trionfale con la staffetta 4×100 m. Oltre agli azzurri, i fedelissimi e i nuovi fruitori dell’atletica potranno seguire le imprese delle stelle mondiali, alla ricerca di podi e record, stavolta in orari “comodi” per godersi l’evento dall’Italia. Quella ospitata dalla capitale ungherese sarà la 19ª edizione dei Mondiali, l’evento clou dell’atletica nel 2023, a meno di un anno dall’appuntamento con i Giochi olimpici di Parigi 2024 (2-11 agosto).

(foto Francesca Grana)

A caccia di titoli mondiali ed europei

18 febbraio, Bathurst (Aus), Campionati mondiali cross country

2-5 marzo, Istanbul (Tur), Campionati europei indoor

13-14 maggio, Guangz Hou (Cin), Campionati mondiali di staffette

20-25 giugno, Slesia (Pol), Campionati europei per team

13-16 luglio, Espoo (Fin), Campionati europei under 23 

7-10 agosto, Gerusalemme (Isr), Campionati europei under 20

19-27 agosto, Budapest (Ung), Campionati mondiali su pista

30 settembre-1 ottobre, Riga (Let), Campionati mondiali di corsa su strada

COME SARA’ IL 2023 DELL’ATLETICA AZZURRA?

Allenamento News Equipment Salute Correre