fbpx
Fidal.it

Universiadi: argento di Giovanni Faloci nel disco

L’Universiade del mezzofondo azzurro alle Universiadi di Kazan si è  conclusa con due bei quarti posti: Margherita Magnani nei 1.500 m e Stefano La Rosa nei 5.000 m. Magnani ha tagliato il traguardo in 4’09”72 finendo a un secondo dall’albanese Luiza Gega (4’08”71). La russa Ekaterina Sharmina ha conquistato il successo in 4’05”49 davanti alla connazionale Elena Korobkina, arento con 4’08”13.

Stefano La Rosa non è riuscito a ripetere il bronzo della precedente edizione di Shenzhen 2011, ma si é battuto con onore concludendo al quarto posto con il primato stagionale di 13’40”42 nella gara vinta dall’azero Hayle Ibrahimov con il record delle Universiadi di 13’35”89.

Nell’ultima giornata delle Universiadi di Kazan è arrivata la medaglia d’argento del discobolo umbro Giovanni Faloci con la misura di 62,63 m, quasi un metro in meno rispetto al 63,54 con il quale il brasiliano Ronald Juliao ha conquistato la medaglia d’oro. La medaglia di bronzo è andata al russo Gleb Sidorchenkocon 62,16 m. Con l’impresa di Faloci si arricchisce il medagliere azzurro dell’atletica dopo il bronzo di giovedì, ottenuto da Patrick Nasti nei 3.000 siepi.

L’ultima giornata è stata nobilitata dall’eccellente gara di salto in lungo vinta dal messicano Luis Rivera con un eccellente 8,46 m (migliore prestazione mondiale dell’anno) con il quale ha superato l’ex primatista mondiale stagionale Aleksander Menkov, autore di un comunque eccellente 8,42 m con il quale ha migliorato di tre centimetri il precedente personale stagionale stabilito a Eugene.