fbpx

Tricolori giovanili – Crippa e la Del Buono brillano a Torino

08 Giugno, 2014

Lo stadio Primo Nebiolo al parco Ruffini di Torino ha ospitato l’intensa tre giorni dei Campionati italiani Juniores e Promesse, importante appuntamento dell’atletica nazionale in vista dei prossimi appuntamenti internazionali come i Mondiali Juniores di Eugene (22-27 Luglio) e i Campionati del Mediterraneo Under 23 di Aubagne in Francia della prossima settimana.

La rassegna tricolore ha confermato il buono stato dell’atletica giovanile italiana, uscita molto bene dai recenti trials di selezione europei di Baku, in Azerbajan, per i Giochi olimpici giovanili di Nanjing del prossimo agosto, per i quali hanno guadagnato la qualificazione olimpica ben 17 azzurrini, tra i quali i tre vincitori individuali Nicole Svetlana Reina nei 2.000 siepi, Noemi Stella nei 5 km di marcia e il velocista Filippo Tortu nei 200 m.

Tornando alla rassegna piemontese, il mezzofondo ha messo in luce le sue stelle, come la giovane vicentina Federica Del Buono (figlia d’arte dei mezzofondisti azzurri Gianni Del Buono e Rossella Gramola), che ha vinto in solitario i 1.500 m promesse in 4’12”65.

Molto avvincente invece l’esito dei 1.500 m Juniores maschili, vero e proprio spareggio di selezione per i Mondiali Juniores di Eugene per i quali concorrevano Yeman Crippa, Enrico Riccobon e Mattia Padovani, che avevano realizzato il minimo per la manifestazione iridata. Al termine di una gara tirata e avvincente ha prevalso il finalista dei Mondiali allievi, Crippa, per due centesimi su Riccobon, vincitore nella seconda giornata sugli 800 m.

Molto bella anche la finale dei 1.500 m Promesse maschile dove Mohad Abdikhadar ha vinto in 3’44”83 davanti all’italo mozambicano Joao Bussotti Neves (3’45”09).

Yassine Rachik, mezzofondista residente a Pavia, ma ancora di passaporto marocchino, ha conquistato il successo sui 5.000 m Promesse in 14’17”47 battendo Daniele D’Onofrio (14’21”94) e l’argento europeo Juniores di Rieti 2013, Samuele Dini (14’23”91). Anche i 5.000 m Juniores sono stati vinti da un ragazzo di origini marocchine residente in Lombardia. Si tratta di Iliass Aouani, portacolori della Riccardi Milano, messosi in luce durante la stagione invernale dei cross. Con 14’48”05, Aouani ha preceduto Nadir Cavagna (14’54”04) e Omar Guerniche (1454”91).

Anna Stefani, atleta di Vipiteno allenata da Ruggero Grassi, rivelatasi lo scorso anno con il quinto posto agli Europei Juniores di Rieti, si è aggiudicata i 5.000 m Juniores in 16’52”66 e rappresenterà l’Italia ai Mondiali di Eugene.

Negli 800 m maschili Promesse Emilio Perco ha avuto la meglio su Gabriele Bizzotto in 1’49”66. Grande prova di Irene Baldessarri che si è aggiudicata gli 800 m Promesse in 2’09”13.

Il meglio delle altre gare di Torino

Il momento clou della tre giorni torinese, dal punto di vista cronometrico, è stato raggiunto nella finale dei 110 a ostacoli maschili Promesse, dove il vice campione europeo Juniores di Rieti, Lorenzo Perini, e Hassane Fofana hanno centrato il minimo per gli Europei assoluti di Zurigo classificandosi primo e secondo rispettivamente in 13”77 e in 13”78 dopo un arrivo al photofinish molto avvincente.

Il torinese Davide Re ha realizzato il miglior crono italiano del 2014 a livello assoluto vincendo i 400 m Promesse in un ottimo 46”14 battendo i due campioni europei juniores 2011 della staffetta 4×400, Michele Tricca e Marco Lorenzi.

Nei 400 m femminili juniores Ilenia Vitale ha realizzato la sesta migliore prestazione di sempre di categoria con 53”87.

Saranno due le tripliste italiane ai Mondiali Juniores di Eugene. Ottavia Cestonaro, campionessa europea Juniores del triplo a Rieti 2013 e primatista italiana di categoria, ha vinto il triplo femminile juniores con 13,44 m candidandosi come una delle protagoniste in chiave italiana alla rassegna iridata under 19. Brava anche la finalista dei mondiali allievi, Benedetta Cuneo, che vola abbondantemente oltre i 13 metri con 13,22 m.

Nel triplo maschile, Lorenzo Dallavalle entra nella top ten Juniores di sempre con 15,92 m.

Anna Visibelli ha battuto a sorpresa Dariya Derkach nel salto in lungo promesse per nove centimetri con la misura di 6,21 m.

L’altra stella azzurra in vista di Eugene 2014 sarà la vice campionessa mondiale under 18 Erika Furlani, che ha superato quota 1,84 m fallendo di poco l’assalto alla misura di 1,88 m. La figlia dell’ex saltatore in alto Marcello Furlani e dell’ex velocista senegalese Kathy Seck detiene la quinta migliore misura mondiale dell’anno con 1,87 m.

Roberta Bruni ha conquistato il titolo promesse dell’asta con 4,25 m prima di sfiorare la misura di 4,40 m.

Palpitante gara nel salto in lungo Juniores, dove il campione italiano di prove multiple Harold Barruecos ha battuto di un centimetro Filippo Randazzo con 7,61 m. Entrambi hanno centrato la qualificazione per i Mondiali di Eugene.

Luca Antonio Cassano ha vinto la finale dei 100 m in 10”47 realizzando il quinto miglior tempo di sempre a livello Juniores. Nella sua scia Lorenzo Pettenati si è migliorato portandosi a 10”53. La veronese di origini dominicane Johanelis Herrera si è migliorata nei 100 m Juniores con 11”71.

Nella categoria Promesse Lorenzo Bilotti ha sfiorato di appena cinque centesimi di secondo il suo record personale sui 100 m con il tempo di 10”49. Irene Siragusa centra la doppietta nella velocità promesse vincendo i 100 m in 11”58 (avvicinando il suo record personale) e i 200 m in 23”91.

Nei 200 m maschili vincono Jacopo Spanò in 21”37 nella categoria Juniores e Eseosa Faustino Desalu in 21”01 al primo anno promesse. Luca Cacopardo ha realizzato la sesta prestazione italiana di sempre sui 400 a ostacoli Juniores con 51”29. Entra nella top ten di sempre dei 400 a ostacoli a livello Juniores l’italo-nigeriana Ayomide Folorunso, che ha conquistato il titolo in 59”15.

Sara Jemai, che solo un giorno prima aveva gareggiato al Golden Gala Pietro Mennea a Roma, è scesa in pedana per conquistare il titolo Promesse del giavellotto con 53,21 m.

Sono stati assegnati alla Studentesca Cariri Rieti in campo maschile e all’ACSI Italia Atletica i titoli italiani di società under 23.