fbpx
Werter Corbelli

Premio Master dell’anno 2012 – Perché Baggiolini

<

Emanuela Baggiolini (10/06/1972), vincitrice del Premio Master anche nel 2011, ha vissuto un’annata cominciata in ritardo a causa di un infortunio che l’ha costretta a rinunciare alla stagione indoor. Al passaggio nella categoria W40 ai Campionati Europei ha vinto i titoli dei 400 ostacoli e della staffetta 4×400 (qui come W35, con record italiano), più gli argenti di 400mt., 800mt. e staffetta 4×100 (W35). Come MF40 ha stabilito i record italiani di: 400mt. (58”74), 200 ostacoli (29”88) e 400 ostacoli (1’01”73). Ricordiamo che la varesina è stata in gioventù quello che si dice un’atleta di belle speranze: campionessa italiana allieva dei 400 ostacoli nel 1988; poi campionessa juniores della specialità nel 1990 e 1991. Ha disputato anche i Campionati Mondiali Juniores nel 1990, vantando 4 presenze in nazionali giovanili. Poi la iattura arrivata nel 1993: un maledetto incidente in palestra che l’ha fermata negli in cui avrebbe potuto aspirare a grandi cose. E’ tornata all’agonismo nel 1999 con un lungo sostegno metallico infilato in una tibia, che ancora le fa compagnia. Tuttavia un inguaribile amore per l’atletica e una grande determinazione l’hanno spinta a riprovarci. Così è arrivata al suo primato personale dei 400 ostacoli di 57”74 nel 2001 e alla nazionale assoluta nel 2003. Di seguito c’è stato anche il suo ingresso nelle manifestazioni master, pur rimanendo tesserata senior (ora per il Cus Cagliari), dove ha vinto prima di quest’anno come W35: nel 2007 ai Mondiali i 400hs; nel 2008 agli Europei Stadia i 400hs e la 4×400; nel 2009 agli Euroindoor 400mt, 800mt e la 4×200; nel 2010 agli Europei Stadia 400hs e 4×400; nel 2011 agli Europeindoor i 400mt. e la staffetta 4×200 e ai Mondiali Stadia gli 800mt. e i 400 ostacoli.

 

Il risultato femminile completo della votazione:

1ª – pt.58 Emanuela Baggiolini

2ª – pt.56 Carla Forcellini

3ª – pt.50 Valeria Straneo

4ª – pt.49 Barbara Lah

5ª – pt.36 Denise Neumann

6ª – pt.27 Barbara Martinelli

7ª – pt.23 Paola Tiselli

8ª – pt.22 Giulia Perugini

9ª – pt.20 Waltraud Egger

10ª – pt.19 Emma Mazzenga

 

Albo d’oro Femminile

2006

1° Waltraud Egger

2° Emma Mazzenga

3° Milena Megli

2007

1° Waltraud Egger

2° Barbara Ferrarini

3° Milena Megli

2008

1° Emma Mazzenga

2° Gabre Gabric

3° Tiziana Bignami

2009

1° Emma Mazzenga

2° Brunella Del Giudice

3° Gabre Gabric

2010

1° Carla Forcellini

2° Waltraud Egger

3° Gabre Gabric

2011

1° Emanuela Baggiolini

2° Emma Mazzenga

3° Carla Forcellini

2012

1° Emanuela Baggiolini

2° Carla Forcellini

3° Valeria Straneo

 

 

 

Le schede delle candidate

 

Emanuela Baggiolini (1972-SF/F35)

Per lei, vincitrice del Premio Master del 2011, è stata un’annata cominciata in ritardo causa infortunio, dopo la rinuncia alla stagione indoor. Al passaggio nella categoria W40 ai Campionati Europei ha vinto i titoli dei 400 ostacoli e della staffetta 4×400 (qui come W35, con record italiano), più gli argenti di 400mt., 800mt. e staffetta 4×100 (W35). Come MF40 ha stabilito i record italiani di: 400mt. (58”74), 200 ostacoli (29”88) e 400 ostacoli (1’01”73).

 

Waltraud Egger (1950-F60)

Negli ultimi anni la suditirolese ha patito molte limitazioni per i postumi di un infortunio al ginocchio, mai recuperato alla piena efficienza. Non ostante ciò ai Campionati Europei di Zittau è stata capace di vincere il titolo W60 dei 5.000 metri, a cui ha aggiunto il bronzo negli 800 metri. In Italia ha vinto i titoli italiani indoor MF60 di 800, 1500 e 3000 metri.

 

Carla Forcellini (1959-SF/F50)

In campo internazionale quest’anno ha vinto il titolo mondiale indoor del salto con l’asta W50; mentre ai Campionati Europei è stata 2° con la stessa misura della prima classificata, a cui ha aggiunto la medaglia di bronzo negli 80 ostacoli. A quasi 53 anni è stata capace di saltare ancora al di sopra di 3,20mt.

 

Barbara Lah (1972-SF/F40)

Per alcuni non è un’atleta master; però questo premio fa riferimento a qualsiasi atleta over-35. L’atleta goriziana non ha frequentato le manifestazioni master, tuttavia al suo attivo c’è il nuovo record mondiale W40 del salto triplo con la misura di 13,51mt. Ai Campionati Italiani Assoluti è finita al 3° posto con la misura ventosa di 13,72 (w+3,3).

 

Emma Mazzenga (1933-F75)

All’età di 79 anni è riuscita ancora una volta a conquistare un titolo internazionale nella categoria W75, ai Campionati Europei di Zittau nella prova dei 400 metri; dove è stata anche 2° nei 100 metri.

 

Barbara Martinelli (1965-F45)

La lombarda nella stagione indoor è stata veramente superlativa vincendo il titolo mondiale W45 degli 800 metri e realizzando in Italia i tempi record della categoria MF45 di 1’00”56 nei 400 metri (cifra nettamente migliore al record italiano outdoor) e di 2’20”51 sugli 800 metri. Purtroppo poi non ha gareggiato nella stagione all’aperto.

 

Denise Neumann (1971-SF/F40)

L’ex-calciatrice milanese ha avuto il suo acuto agonistico ai Campionati Mondiali Indoor dove ha vinto il titolo W40 dei 200 metri (con il record italiano di 26”29) ed è stata anche 3° sui 60 metri. Ai Campionati Italiani Indoor ha portato il record della categoria MF40 dei 60 metri a 8”08. Nella stagione all’aperto ha vinto il titolo italiano MF40 dei 100 metri e migliorato il record italiano della categoria fino a portarlo a 12”66, che però qualche settimana dopo è stato battuto da Maria Ruggeri con 12”64.

 

Giulia Perugini (1936-F75)

Dopo una lunga e onorata carriera master, con tante partecipazioni ai campionati internazionali è venuto anche per lei un titolo di prestigio nel salto in alto W75 ai Campionati Europei di Zittau. Inoltre ha migliorato il record italiano MF75 outdoor portandolo a 1,04mt.

 

Valeria Straneo (1976-SF/F35)

Per alcuni non è un’atleta master; però questo premio fa riferimento a qualsiasi atleta over-35. E’ stata la rilevazione assoluta dell’atletica leggera femminile italiana del 2012 con una sequenza di prestazioni sorprendenti anche per i più competenti nel mondo del fondo. La piemontese ha sugellato la stagione con l’8° posto alle Olimpiadi di Londra. Nei mesi precedenti la Straneo era stata capace di stabilire le migliori prestazioni italiane assolute sulla mezzamaratona con 1°’07”46” e della maratona con 2°23’44”, prestazioni tra le migliori a livello di ranking mondiale dell’anno. In pista sui 10.000 metri è arrivata al crono di 32’15”87 che costituisce la miglior prestazione italiana F35 ad età compiuta.

Emanuela Baggiolini (10/06/1972), vincitrice del Premio Master anche nel 2011, ha vissuto un’annata cominciata in ritardo a causa di un infortunio che l’ha costretta a rinunciare alla stagione indoor. Al passaggio nella categoria W40 ai Campionati Europei ha vinto i titoli dei 400 ostacoli e della staffetta 4×400 (qui come W35, con record italiano), più gli argenti di 400mt., 800mt. e staffetta 4×100 (W35). Come MF40 ha stabilito i record italiani di: 400mt. (58”74), 200 ostacoli (29”88) e 400 ostacoli (1’01”73). Ricordiamo che la varesina è stata in gioventù quello che si dice un’atleta di belle speranze: campionessa italiana allieva dei 400 ostacoli nel 1988; poi campionessa juniores della specialità nel 1990 e 1991. Ha disputato anche i Campionati Mondiali Juniores nel 1990, vantando 4 presenze in nazionali giovanili. Poi la iattura arrivata nel 1993: un maledetto incidente in palestra che l’ha fermata negli in cui avrebbe potuto aspirare a grandi cose. E’ tornata all’agonismo nel 1999 con un lungo sostegno metallico infilato in una tibia, che ancora le fa compagnia. Tuttavia un inguaribile amore per l’atletica e una grande determinazione l’hanno spinta a riprovarci. Così è arrivata al suo primato personale dei 400 ostacoli di 57”74 nel 2001 e alla nazionale assoluta nel 2003. Di seguito c’è stato anche il suo ingresso nelle manifestazioni master, pur rimanendo tesserata senior (ora per il Cus Cagliari), dove ha vinto prima di quest’anno come W35: nel 2007 ai Mondiali i 400hs; nel 2008 agli Europei Stadia i 400hs e la 4×400; nel 2009 agli Euroindoor 400mt, 800mt e la 4×200; nel 2010 agli Europei Stadia 400hs e 4×400; nel 2011 agli Europeindoor i 400mt. e la staffetta 4×200 e ai Mondiali Stadia gli 800mt. e i 400 ostacoli.

 

Il risultato femminile completo della votazione:

1ª – pt.58 Emanuela Baggiolini

2ª – pt.56 Carla Forcellini

3ª – pt.50 Valeria Straneo

4ª – pt.49 Barbara Lah

5ª – pt.36 Denise Neumann

6ª – pt.27 Barbara Martinelli

7ª – pt.23 Paola Tiselli

8ª – pt.22 Giulia Perugini

9ª – pt.20 Waltraud Egger

10ª – pt.19 Emma Mazzenga

 

Albo d’oro Femminile

2006

1° Waltraud Egger

2° Emma Mazzenga

3° Milena Megli

2007

1° Waltraud Egger

2° Barbara Ferrarini

3° Milena Megli

2008

1° Emma Mazzenga

2° Gabre Gabric

3° Tiziana Bignami

2009

1° Emma Mazzenga

2° Brunella Del Giudice

3° Gabre Gabric

2010

1° Carla Forcellini

2° Waltraud Egger

3° Gabre Gabric

2011

1° Emanuela Baggiolini

2° Emma Mazzenga

3° Carla Forcellini

2012

1° Emanuela Baggiolini

2° Carla Forcellini

3° Valeria Straneo

 

 

 

Le schede delle candidate

 

Emanuela Baggiolini (1972-SF/F35)

Per lei, vincitrice del Premio Master del 2011, è stata un’annata cominciata in ritardo causa infortunio, dopo la rinuncia alla stagione indoor. Al passaggio nella categoria W40 ai Campionati Europei ha vinto i titoli dei 400 ostacoli e della staffetta 4×400 (qui come W35, con record italiano), più gli argenti di 400mt., 800mt. e staffetta 4×100 (W35). Come MF40 ha stabilito i record italiani di: 400mt. (58”74), 200 ostacoli (29”88) e 400 ostacoli (1’01”73).

 

Waltraud Egger (1950-F60)

Negli ultimi anni la suditirolese ha patito molte limitazioni per i postumi di un infortunio al ginocchio, mai recuperato alla piena efficienza. Non ostante ciò ai Campionati Europei di Zittau è stata capace di vincere il titolo W60 dei 5.000 metri, a cui ha aggiunto il bronzo negli 800 metri. In Italia ha vinto i titoli italiani indoor MF60 di 800, 1500 e 3000 metri.

 

Carla Forcellini (1959-SF/F50)

In campo internazionale quest’anno ha vinto il titolo mondiale indoor del salto con l’asta W50; mentre ai Campionati Europei è stata 2° con la stessa misura della prima classificata, a cui ha aggiunto la medaglia di bronzo negli 80 ostacoli. A quasi 53 anni è stata capace di saltare ancora al di sopra di 3,20mt.

 

Barbara Lah (1972-SF/F40)

Per alcuni non è un’atleta master; però questo premio fa riferimento a qualsiasi atleta over-35. L’atleta goriziana non ha frequentato le manifestazioni master, tuttavia al suo attivo c’è il nuovo record mondiale W40 del salto triplo con la misura di 13,51mt. Ai Campionati Italiani Assoluti è finita al 3° posto con la misura ventosa di 13,72 (w+3,3).

 

Emma Mazzenga (1933-F75)

All’età di 79 anni è riuscita ancora una volta a conquistare un titolo internazionale nella categoria W75, ai Campionati Europei di Zittau nella prova dei 400 metri; dove è stata anche 2° nei 100 metri.

 

Barbara Martinelli (1965-F45)

La lombarda nella stagione indoor è stata veramente superlativa vincendo il titolo mondiale W45 degli 800 metri e realizzando in Italia i tempi record della categoria MF45 di 1’00”56 nei 400 metri (cifra nettamente migliore al record italiano outdoor) e di 2’20”51 sugli 800 metri. Purtroppo poi non ha gareggiato nella stagione all’aperto.

 

Denise Neumann (1971-SF/F40)

L’ex-calciatrice milanese ha avuto il suo acuto agonistico ai Campionati Mondiali Indoor dove ha vinto il titolo W40 dei 200 metri (con il record italiano di 26”29) ed è stata anche 3° sui 60 metri. Ai Campionati Italiani Indoor ha portato il record della categoria MF40 dei 60 metri a 8”08. Nella stagione all’aperto ha vinto il titolo italiano MF40 dei 100 metri e migliorato il record italiano della categoria fino a portarlo a 12”66, che però qualche settimana dopo è stato battuto da Maria Ruggeri con 12”64.

 

Giulia Perugini (1936-F75)

Dopo una lunga e onorata carriera master, con tante partecipazioni ai campionati internazionali è venuto anche per lei un titolo di prestigio nel salto in alto W75 ai Campionati Europei di Zittau. Inoltre ha migliorato il record italiano MF75 outdoor portandolo a 1,04mt.

 

Valeria Straneo (1976-SF/F35)

Per alcuni non è un’atleta master; però questo premio fa riferimento a qualsiasi atleta over-35. E’ stata la rilevazione assoluta dell’atletica leggera femminile italiana del 2012 con una sequenza di prestazioni sorprendenti anche per i più competenti nel mondo del fondo. La piemontese ha sugellato la stagione con l’8° posto alle Olimpiadi di Londra. Nei mesi precedenti la Straneo era stata capace di stabilire le migliori prestazioni italiane assolute sulla mezzamaratona con 1°’07”46” e della maratona con 2°23’44”, prestazioni tra le migliori a livello di ranking mondiale dell’anno. In pista sui 10.000 metri è arrivata al crono di 32’15”87 che costituisce la miglior prestazione italiana F35 ad età compiuta.

Emanuela Baggiolini (10/06/1972), vincitrice del Premio Master anche nel 2011, ha vissuto un’annata cominciata in ritardo a causa di un infortunio che l’ha costretta a rinunciare alla stagione indoor. Al passaggio nella categoria W40 ai Campionati Europei ha vinto i titoli dei 400 ostacoli e della staffetta 4×400 (qui come W35, con record italiano), più gli argenti di 400mt., 800mt. e staffetta 4×100 (W35). Come MF40 ha stabilito i record italiani di: 400mt. (58”74), 200 ostacoli (29”88) e 400 ostacoli (1’01”73). Ricordiamo che la varesina è stata in gioventù quello che si dice un’atleta di belle speranze: campionessa italiana allieva dei 400 ostacoli nel 1988; poi campionessa juniores della specialità nel 1990 e 1991. Ha disputato anche i Campionati Mondiali Juniores nel 1990, vantando 4 presenze in nazionali giovanili. Poi la iattura arrivata nel 1993: un maledetto incidente in palestra che l’ha fermata negli in cui avrebbe potuto aspirare a grandi cose. E’ tornata all’agonismo nel 1999 con un lungo sostegno metallico infilato in una tibia, che ancora le fa compagnia. Tuttavia un inguaribile amore per l’atletica e una grande determinazione l’hanno spinta a riprovarci. Così è arrivata al suo primato personale dei 400 ostacoli di 57”74 nel 2001 e alla nazionale assoluta nel 2003. Di seguito c’è stato anche il suo ingresso nelle manifestazioni master, pur rimanendo tesserata senior (ora per il Cus Cagliari), dove ha vinto prima di quest’anno come W35: nel 2007 ai Mondiali i 400hs; nel 2008 agli Europei Stadia i 400hs e la 4×400; nel 2009 agli Euroindoor 400mt, 800mt e la 4×200; nel 2010 agli Europei Stadia 400hs e 4×400; nel 2011 agli Europeindoor i 400mt. e la staffetta 4×200 e ai Mondiali Stadia gli 800mt. e i 400 ostacoli.

 

Il risultato femminile completo della votazione:

1ª – pt.58 Emanuela Baggiolini

2ª – pt.56 Carla Forcellini

3ª – pt.50 Valeria Straneo

4ª – pt.49 Barbara Lah

5ª – pt.36 Denise Neumann

6ª – pt.27 Barbara Martinelli

7ª – pt.23 Paola Tiselli

8ª – pt.22 Giulia Perugini

9ª – pt.20 Waltraud Egger

10ª – pt.19 Emma Mazzenga

 

Albo d’oro Femminile

2006

1° Waltraud Egger

2° Emma Mazzenga

3° Milena Megli

2007

1° Waltraud Egger

2° Barbara Ferrarini

3° Milena Megli

2008

1° Emma Mazzenga

2° Gabre Gabric

3° Tiziana Bignami

2009

1° Emma Mazzenga

2° Brunella Del Giudice

3° Gabre Gabric

2010

1° Carla Forcellini

2° Waltraud Egger

3° Gabre Gabric

2011

1° Emanuela Baggiolini

2° Emma Mazzenga

3° Carla Forcellini

2012

1° Emanuela Baggiolini

2° Carla Forcellini

3° Valeria Straneo

 

 

 

Le schede delle candidate

 

Emanuela Baggiolini (1972-SF/F35)

Per lei, vincitrice del Premio Master del 2011, è stata un’annata cominciata in ritardo causa infortunio, dopo la rinuncia alla stagione indoor. Al passaggio nella categoria W40 ai Campionati Europei ha vinto i titoli dei 400 ostacoli e della staffetta 4×400 (qui come W35, con record italiano), più gli argenti di 400mt., 800mt. e staffetta 4×100 (W35). Come MF40 ha stabilito i record italiani di: 400mt. (58”74), 200 ostacoli (29”88) e 400 ostacoli (1’01”73).

 

Waltraud Egger (1950-F60)

Negli ultimi anni la suditirolese ha patito molte limitazioni per i postumi di un infortunio al ginocchio, mai recuperato alla piena efficienza. Non ostante ciò ai Campionati Europei di Zittau è stata capace di vincere il titolo W60 dei 5.000 metri, a cui ha aggiunto il bronzo negli 800 metri. In Italia ha vinto i titoli italiani indoor MF60 di 800, 1500 e 3000 metri.

 

Carla Forcellini (1959-SF/F50)

In campo internazionale quest’anno ha vinto il titolo mondiale indoor del salto con l’asta W50; mentre ai Campionati Europei è stata 2° con la stessa misura della prima classificata, a cui ha aggiunto la medaglia di bronzo negli 80 ostacoli. A quasi 53 anni è stata capace di saltare ancora al di sopra di 3,20mt.

 

Barbara Lah (1972-SF/F40)

Per alcuni non è un’atleta master; però questo premio fa riferimento a qualsiasi atleta over-35. L’atleta goriziana non ha frequentato le manifestazioni master, tuttavia al suo attivo c’è il nuovo record mondiale W40 del salto triplo con la misura di 13,51mt. Ai Campionati Italiani Assoluti è finita al 3° posto con la misura ventosa di 13,72 (w+3,3).

 

Emma Mazzenga (1933-F75)

All’età di 79 anni è riuscita ancora una volta a conquistare un titolo internazionale nella categoria W75, ai Campionati Europei di Zittau nella prova dei 400 metri; dove è stata anche 2° nei 100 metri.

 

Barbara Martinelli (1965-F45)

La lombarda nella stagione indoor è stata veramente superlativa vincendo il titolo mondiale W45 degli 800 metri e realizzando in Italia i tempi record della categoria MF45 di 1’00”56 nei 400 metri (cifra nettamente migliore al record italiano outdoor) e di 2’20”51 sugli 800 metri. Purtroppo poi non ha gareggiato nella stagione all’aperto.

 

Denise Neumann (1971-SF/F40)

L’ex-calciatrice milanese ha avuto il suo acuto agonistico ai Campionati Mondiali Indoor dove ha vinto il titolo W40 dei 200 metri (con il record italiano di 26”29) ed è stata anche 3° sui 60 metri. Ai Campionati Italiani Indoor ha portato il record della categoria MF40 dei 60 metri a 8”08. Nella stagione all’aperto ha vinto il titolo italiano MF40 dei 100 metri e migliorato il record italiano della categoria fino a portarlo a 12”66, che però qualche settimana dopo è stato battuto da Maria Ruggeri con 12”64.

 

Giulia Perugini (1936-F75)

Dopo una lunga e onorata carriera master, con tante partecipazioni ai campionati internazionali è venuto anche per lei un titolo di prestigio nel salto in alto W75 ai Campionati Europei di Zittau. Inoltre ha migliorato il record italiano MF75 outdoor portandolo a 1,04mt.

 

Valeria Straneo (1976-SF/F35)

Per alcuni non è un’atleta master; però questo premio fa riferimento a qualsiasi atleta over-35. E’ stata la rilevazione assoluta dell’atletica leggera femminile italiana del 2012 con una sequenza di prestazioni sorprendenti anche per i più competenti nel mondo del fondo. La piemontese ha sugellato la stagione con l’8° posto alle Olimpiadi di Londra. Nei mesi precedenti la Straneo era stata capace di stabilire le migliori prestazioni italiane assolute sulla mezzamaratona con 1°’07”46” e della maratona con 2°23’44”, prestazioni tra le migliori a livello di ranking mondiale dell’anno. In pista sui 10.000 metri è arrivata al crono di 32’15”87 che costituisce la miglior prestazione italiana F35 ad età compiuta.

Emanuela Baggiolini (10/06/1972), vincitrice del Premio Master anche nel 2011, ha vissuto un’annata cominciata in ritardo a causa di un infortunio che l’ha costretta a rinunciare alla stagione indoor. Al passaggio nella categoria W40 ai Campionati Europei ha vinto i titoli dei 400 ostacoli e della staffetta 4×400 (qui come W35, con record italiano), più gli argenti di 400mt., 800mt. e staffetta 4×100 (W35). Come MF40 ha stabilito i record italiani di: 400mt. (58”74), 200 ostacoli (29”88) e 400 ostacoli (1’01”73). Ricordiamo che la varesina è stata in gioventù quello che si dice un’atleta di belle speranze: campionessa italiana allieva dei 400 ostacoli nel 1988; poi campionessa juniores della specialità nel 1990 e 1991. Ha disputato anche i Campionati Mondiali Juniores nel 1990, vantando 4 presenze in nazionali giovanili. Poi la iattura arrivata nel 1993: un maledetto incidente in palestra che l’ha fermata negli in cui avrebbe potuto aspirare a grandi cose. E’ tornata all’agonismo nel 1999 con un lungo sostegno metallico infilato in una tibia, che ancora le fa compagnia. Tuttavia un inguaribile amore per l’atletica e una grande determinazione l’hanno spinta a riprovarci. Così è arrivata al suo primato personale dei 400 ostacoli di 57”74 nel 2001 e alla nazionale assoluta nel 2003. Di seguito c’è stato anche il suo ingresso nelle manifestazioni master, pur rimanendo tesserata senior (ora per il Cus Cagliari), dove ha vinto prima di quest’anno come W35: nel 2007 ai Mondiali i 400hs; nel 2008 agli Europei Stadia i 400hs e la 4×400; nel 2009 agli Euroindoor 400mt, 800mt e la 4×200; nel 2010 agli Europei Stadia 400hs e 4×400; nel 2011 agli Europeindoor i 400mt. e la staffetta 4×200 e ai Mondiali Stadia gli 800mt. e i 400 ostacoli.

 

Il risultato femminile completo della votazione:

1ª – pt.58 Emanuela Baggiolini

2ª – pt.56 Carla Forcellini

3ª – pt.50 Valeria Straneo

4ª – pt.49 Barbara Lah

5ª – pt.36 Denise Neumann

6ª – pt.27 Barbara Martinelli

7ª – pt.23 Paola Tiselli

8ª – pt.22 Giulia Perugini

9ª – pt.20 Waltraud Egger

10ª – pt.19 Emma Mazzenga

 

Albo d’oro Femminile

2006

1° Waltraud Egger

2° Emma Mazzenga

3° Milena Megli

2007

1° Waltraud Egger

2° Barbara Ferrarini

3° Milena Megli

2008

1° Emma Mazzenga

2° Gabre Gabric

3° Tiziana Bignami

2009

1° Emma Mazzenga

2° Brunella Del Giudice

3° Gabre Gabric

2010

1° Carla Forcellini

2° Waltraud Egger

3° Gabre Gabric

2011

1° Emanuela Baggiolini

2° Emma Mazzenga

3° Carla Forcellini

2012

1° Emanuela Baggiolini

2° Carla Forcellini

3° Valeria Straneo

 

 

 

Le schede delle candidate

 

Emanuela Baggiolini (1972-SF/F35)

Per lei, vincitrice del Premio Master del 2011, è stata un’annata cominciata in ritardo causa infortunio, dopo la rinuncia alla stagione indoor. Al passaggio nella categoria W40 ai Campionati Europei ha vinto i titoli dei 400 ostacoli e della staffetta 4×400 (qui come W35, con record italiano), più gli argenti di 400mt., 800mt. e staffetta 4×100 (W35). Come MF40 ha stabilito i record italiani di: 400mt. (58”74), 200 ostacoli (29”88) e 400 ostacoli (1’01”73).

 

Waltraud Egger (1950-F60)

Negli ultimi anni la suditirolese ha patito molte limitazioni per i postumi di un infortunio al ginocchio, mai recuperato alla piena efficienza. Non ostante ciò ai Campionati Europei di Zittau è stata capace di vincere il titolo W60 dei 5.000 metri, a cui ha aggiunto il bronzo negli 800 metri. In Italia ha vinto i titoli italiani indoor MF60 di 800, 1500 e 3000 metri.

 

Carla Forcellini (1959-SF/F50)

In campo internazionale quest’anno ha vinto il titolo mondiale indoor del salto con l’asta W50; mentre ai Campionati Europei è stata 2° con la stessa misura della prima classificata, a cui ha aggiunto la medaglia di bronzo negli 80 ostacoli. A quasi 53 anni è stata capace di saltare ancora al di sopra di 3,20mt.

 

Barbara Lah (1972-SF/F40)

Per alcuni non è un’atleta master; però questo premio fa riferimento a qualsiasi atleta over-35. L’atleta goriziana non ha frequentato le manifestazioni master, tuttavia al suo attivo c’è il nuovo record mondiale W40 del salto triplo con la misura di 13,51mt. Ai Campionati Italiani Assoluti è finita al 3° posto con la misura ventosa di 13,72 (w+3,3).

 

Emma Mazzenga (1933-F75)

All’età di 79 anni è riuscita ancora una volta a conquistare un titolo internazionale nella categoria W75, ai Campionati Europei di Zittau nella prova dei 400 metri; dove è stata anche 2° nei 100 metri.

 

Barbara Martinelli (1965-F45)

La lombarda nella stagione indoor è stata veramente superlativa vincendo il titolo mondiale W45 degli 800 metri e realizzando in Italia i tempi record della categoria MF45 di 1’00”56 nei 400 metri (cifra nettamente migliore al record italiano outdoor) e di 2’20”51 sugli 800 metri. Purtroppo poi non ha gareggiato nella stagione all’aperto.

 

Denise Neumann (1971-SF/F40)

L’ex-calciatrice milanese ha avuto il suo acuto agonistico ai Campionati Mondiali Indoor dove ha vinto il titolo W40 dei 200 metri (con il record italiano di 26”29) ed è stata anche 3° sui 60 metri. Ai Campionati Italiani Indoor ha portato il record della categoria MF40 dei 60 metri a 8”08. Nella stagione all’aperto ha vinto il titolo italiano MF40 dei 100 metri e migliorato il record italiano della categoria fino a portarlo a 12”66, che però qualche settimana dopo è stato battuto da Maria Ruggeri con 12”64.

 

Giulia Perugini (1936-F75)

Dopo una lunga e onorata carriera master, con tante partecipazioni ai campionati internazionali è venuto anche per lei un titolo di prestigio nel salto in alto W75 ai Campionati Europei di Zittau. Inoltre ha migliorato il record italiano MF75 outdoor portandolo a 1,04mt.

 

Valeria Straneo (1976-SF/F35)

Per alcuni non è un’atleta master; però questo premio fa riferimento a qualsiasi atleta over-35. E’ stata la rilevazione assoluta dell’atletica leggera femminile italiana del 2012 con una sequenza di prestazioni sorprendenti anche per i più competenti nel mondo del fondo. La piemontese ha sugellato la stagione con l’8° posto alle Olimpiadi di Londra. Nei mesi precedenti la Straneo era stata capace di stabilire le migliori prestazioni italiane assolute sulla mezzamaratona con 1°’07”46” e della maratona con 2°23’44”, prestazioni tra le migliori a livello di ranking mondiale dell’anno. In pista sui 10.000 metri è arrivata al crono di 32’15”87 che costituisce la miglior prestazione italiana F35 ad età compiuta.

Emanuela Baggiolini (10/06/1972), vincitrice del Premio Master anche nel 2011, ha vissuto un’annata cominciata in ritardo a causa di un infortunio che l’ha costretta a rinunciare alla stagione indoor. Al passaggio nella categoria W40 ai Campionati Europei ha vinto i titoli dei 400 ostacoli e della staffetta 4×400 (qui come W35, con record italiano), più gli argenti di 400mt., 800mt. e staffetta 4×100 (W35). Come MF40 ha stabilito i record italiani di: 400mt. (58”74), 200 ostacoli (29”88) e 400 ostacoli (1’01”73). Ricordiamo che la varesina è stata in gioventù quello che si dice un’atleta di belle speranze: campionessa italiana allieva dei 400 ostacoli nel 1988; poi campionessa juniores della specialità nel 1990 e 1991. Ha disputato anche i Campionati Mondiali Juniores nel 1990, vantando 4 presenze in nazionali giovanili. Poi la iattura arrivata nel 1993: un maledetto incidente in palestra che l’ha fermata negli in cui avrebbe potuto aspirare a grandi cose. E’ tornata all’agonismo nel 1999 con un lungo sostegno metallico infilato in una tibia, che ancora le fa compagnia. Tuttavia un inguaribile amore per l’atletica e una grande determinazione l’hanno spinta a riprovarci. Così è arrivata al suo primato personale dei 400 ostacoli di 57”74 nel 2001 e alla nazionale assoluta nel 2003. Di seguito c’è stato anche il suo ingresso nelle manifestazioni master, pur rimanendo tesserata senior (ora per il Cus Cagliari), dove ha vinto prima di quest’anno come W35: nel 2007 ai Mondiali i 400hs; nel 2008 agli Europei Stadia i 400hs e la 4×400; nel 2009 agli Euroindoor 400mt, 800mt e la 4×200; nel 2010 agli Europei Stadia 400hs e 4×400; nel 2011 agli Europeindoor i 400mt. e la staffetta 4×200 e ai Mondiali Stadia gli 800mt. e i 400 ostacoli.

 

Il risultato femminile completo della votazione:

1ª – pt.58 Emanuela Baggiolini

2ª – pt.56 Carla Forcellini

3ª – pt.50 Valeria Straneo

4ª – pt.49 Barbara Lah

5ª – pt.36 Denise Neumann

6ª – pt.27 Barbara Martinelli

7ª – pt.23 Paola Tiselli

8ª – pt.22 Giulia Perugini

9ª – pt.20 Waltraud Egger

10ª – pt.19 Emma Mazzenga

 

Albo d’oro Femminile

2006

1° Waltraud Egger

2° Emma Mazzenga

3° Milena Megli

2007

1° Waltraud Egger

2° Barbara Ferrarini

3° Milena Megli

2008

1° Emma Mazzenga

2° Gabre Gabric

3° Tiziana Bignami

2009

1° Emma Mazzenga

2° Brunella Del Giudice

3° Gabre Gabric

2010

1° Carla Forcellini

2° Waltraud Egger

3° Gabre Gabric

2011

1° Emanuela Baggiolini

2° Emma Mazzenga

3° Carla Forcellini

2012

1° Emanuela Baggiolini

2° Carla Forcellini

3° Valeria Straneo

 

 

 

Le schede delle candidate

 

Emanuela Baggiolini (1972-SF/F35)

Per lei, vincitrice del Premio Master del 2011, è stata un’annata cominciata in ritardo causa infortunio, dopo la rinuncia alla stagione indoor. Al passaggio nella categoria W40 ai Campionati Europei ha vinto i titoli dei 400 ostacoli e della staffetta 4×400 (qui come W35, con record italiano), più gli argenti di 400mt., 800mt. e staffetta 4×100 (W35). Come MF40 ha stabilito i record italiani di: 400mt. (58”74), 200 ostacoli (29”88) e 400 ostacoli (1’01”73).

 

Waltraud Egger (1950-F60)

Negli ultimi anni la suditirolese ha patito molte limitazioni per i postumi di un infortunio al ginocchio, mai recuperato alla piena efficienza. Non ostante ciò ai Campionati Europei di Zittau è stata capace di vincere il titolo W60 dei 5.000 metri, a cui ha aggiunto il bronzo negli 800 metri. In Italia ha vinto i titoli italiani indoor MF60 di 800, 1500 e 3000 metri.

 

Carla Forcellini (1959-SF/F50)

In campo internazionale quest’anno ha vinto il titolo mondiale indoor del salto con l’asta W50; mentre ai Campionati Europei è stata 2° con la stessa misura della prima classificata, a cui ha aggiunto la medaglia di bronzo negli 80 ostacoli. A quasi 53 anni è stata capace di saltare ancora al di sopra di 3,20mt.

 

Barbara Lah (1972-SF/F40)

Per alcuni non è un’atleta master; però questo premio fa riferimento a qualsiasi atleta over-35. L’atleta goriziana non ha frequentato le manifestazioni master, tuttavia al suo attivo c’è il nuovo record mondiale W40 del salto triplo con la misura di 13,51mt. Ai Campionati Italiani Assoluti è finita al 3° posto con la misura ventosa di 13,72 (w+3,3).

 

Emma Mazzenga (1933-F75)

All’età di 79 anni è riuscita ancora una volta a conquistare un titolo internazionale nella categoria W75, ai Campionati Europei di Zittau nella prova dei 400 metri; dove è stata anche 2° nei 100 metri.

 

Barbara Martinelli (1965-F45)

La lombarda nella stagione indoor è stata veramente superlativa vincendo il titolo mondiale W45 degli 800 metri e realizzando in Italia i tempi record della categoria MF45 di 1’00”56 nei 400 metri (cifra nettamente migliore al record italiano outdoor) e di 2’20”51 sugli 800 metri. Purtroppo poi non ha gareggiato nella stagione all’aperto.

 

Denise Neumann (1971-SF/F40)

L’ex-calciatrice milanese ha avuto il suo acuto agonistico ai Campionati Mondiali Indoor dove ha vinto il titolo W40 dei 200 metri (con il record italiano di 26”29) ed è stata anche 3° sui 60 metri. Ai Campionati Italiani Indoor ha portato il record della categoria MF40 dei 60 metri a 8”08. Nella stagione all’aperto ha vinto il titolo italiano MF40 dei 100 metri e migliorato il record italiano della categoria fino a portarlo a 12”66, che però qualche settimana dopo è stato battuto da Maria Ruggeri con 12”64.

 

Giulia Perugini (1936-F75)

Dopo una lunga e onorata carriera master, con tante partecipazioni ai campionati internazionali è venuto anche per lei un titolo di prestigio nel salto in alto W75 ai Campionati Europei di Zittau. Inoltre ha migliorato il record italiano MF75 outdoor portandolo a 1,04mt.

 

Valeria Straneo (1976-SF/F35)

Per alcuni non è un’atleta master; però questo premio fa riferimento a qualsiasi atleta over-35. E’ stata la rilevazione assoluta dell’atletica leggera femminile italiana del 2012 con una sequenza di prestazioni sorprendenti anche per i più competenti nel mondo del fondo. La piemontese ha sugellato la stagione con l’8° posto alle Olimpiadi di Londra. Nei mesi precedenti la Straneo era stata capace di stabilire le migliori prestazioni italiane assolute sulla mezzamaratona con 1°’07”46” e della maratona con 2°23’44”, prestazioni tra le migliori a livello di ranking mondiale dell’anno. In pista sui 10.000 metri è arrivata al crono di 32’15”87 che costituisce la miglior prestazione italiana F35 ad età compiuta.

Emanuela Baggiolini (10/06/1972), vincitrice del Premio Master anche nel 2011, ha vissuto un’annata cominciata in ritardo a causa di un infortunio che l’ha costretta a rinunciare alla stagione indoor. Al passaggio nella categoria W40 ai Campionati Europei ha vinto i titoli dei 400 ostacoli e della staffetta 4×400 (qui come W35, con record italiano), più gli argenti di 400mt., 800mt. e staffetta 4×100 (W35). Come MF40 ha stabilito i record italiani di: 400mt. (58”74), 200 ostacoli (29”88) e 400 ostacoli (1’01”73). Ricordiamo che la varesina è stata in gioventù quello che si dice un’atleta di belle speranze: campionessa italiana allieva dei 400 ostacoli nel 1988; poi campionessa juniores della specialità nel 1990 e 1991. Ha disputato anche i Campionati Mondiali Juniores nel 1990, vantando 4 presenze in nazionali giovanili. Poi la iattura arrivata nel 1993: un maledetto incidente in palestra che l’ha fermata negli in cui avrebbe potuto aspirare a grandi cose. E’ tornata all’agonismo nel 1999 con un lungo sostegno metallico infilato in una tibia, che ancora le fa compagnia. Tuttavia un inguaribile amore per l’atletica e una grande determinazione l’hanno spinta a riprovarci. Così è arrivata al suo primato personale dei 400 ostacoli di 57”74 nel 2001 e alla nazionale assoluta nel 2003. Di seguito c’è stato anche il suo ingresso nelle manifestazioni master, pur rimanendo tesserata senior (ora per il Cus Cagliari), dove ha vinto prima di quest’anno come W35: nel 2007 ai Mondiali i 400hs; nel 2008 agli Europei Stadia i 400hs e la 4×400; nel 2009 agli Euroindoor 400mt, 800mt e la 4×200; nel 2010 agli Europei Stadia 400hs e 4×400; nel 2011 agli Europeindoor i 400mt. e la staffetta 4×200 e ai Mondiali Stadia gli 800mt. e i 400 ostacoli.

 

Il risultato femminile completo della votazione:

1ª – pt.58 Emanuela Baggiolini

2ª – pt.56 Carla Forcellini

3ª – pt.50 Valeria Straneo

4ª – pt.49 Barbara Lah

5ª – pt.36 Denise Neumann

6ª – pt.27 Barbara Martinelli

7ª – pt.23 Paola Tiselli

8ª – pt.22 Giulia Perugini

9ª – pt.20 Waltraud Egger

10ª – pt.19 Emma Mazzenga

 

Albo d’oro Femminile

2006

1° Waltraud Egger

2° Emma Mazzenga

3° Milena Megli

2007

1° Waltraud Egger

2° Barbara Ferrarini

3° Milena Megli

2008

1° Emma Mazzenga

2° Gabre Gabric

3° Tiziana Bignami

2009

1° Emma Mazzenga

2° Brunella Del Giudice

3° Gabre Gabric

2010

1° Carla Forcellini

2° Waltraud Egger

3° Gabre Gabric

2011

1° Emanuela Baggiolini

2° Emma Mazzenga

3° Carla Forcellini

2012

1° Emanuela Baggiolini

2° Carla Forcellini

3° Valeria Straneo

 

 

 

Le schede delle candidate

 

Emanuela Baggiolini (1972-SF/F35)

Per lei, vincitrice del Premio Master del 2011, è stata un’annata cominciata in ritardo causa infortunio, dopo la rinuncia alla stagione indoor. Al passaggio nella categoria W40 ai Campionati Europei ha vinto i titoli dei 400 ostacoli e della staffetta 4×400 (qui come W35, con record italiano), più gli argenti di 400mt., 800mt. e staffetta 4×100 (W35). Come MF40 ha stabilito i record italiani di: 400mt. (58”74), 200 ostacoli (29”88) e 400 ostacoli (1’01”73).

 

Waltraud Egger (1950-F60)

Negli ultimi anni la suditirolese ha patito molte limitazioni per i postumi di un infortunio al ginocchio, mai recuperato alla piena efficienza. Non ostante ciò ai Campionati Europei di Zittau è stata capace di vincere il titolo W60 dei 5.000 metri, a cui ha aggiunto il bronzo negli 800 metri. In Italia ha vinto i titoli italiani indoor MF60 di 800, 1500 e 3000 metri.

 

Carla Forcellini (1959-SF/F50)

In campo internazionale quest’anno ha vinto il titolo mondiale indoor del salto con l’asta W50; mentre ai Campionati Europei è stata 2° con la stessa misura della prima classificata, a cui ha aggiunto la medaglia di bronzo negli 80 ostacoli. A quasi 53 anni è stata capace di saltare ancora al di sopra di 3,20mt.

 

Barbara Lah (1972-SF/F40)

Per alcuni non è un’atleta master; però questo premio fa riferimento a qualsiasi atleta over-35. L’atleta goriziana non ha frequentato le manifestazioni master, tuttavia al suo attivo c’è il nuovo record mondiale W40 del salto triplo con la misura di 13,51mt. Ai Campionati Italiani Assoluti è finita al 3° posto con la misura ventosa di 13,72 (w+3,3).

 

Emma Mazzenga (1933-F75)

All’età di 79 anni è riuscita ancora una volta a conquistare un titolo internazionale nella categoria W75, ai Campionati Europei di Zittau nella prova dei 400 metri; dove è stata anche 2° nei 100 metri.

 

Barbara Martinelli (1965-F45)

La lombarda nella stagione indoor è stata veramente superlativa vincendo il titolo mondiale W45 degli 800 metri e realizzando in Italia i tempi record della categoria MF45 di 1’00”56 nei 400 metri (cifra nettamente migliore al record italiano outdoor) e di 2’20”51 sugli 800 metri. Purtroppo poi non ha gareggiato nella stagione all’aperto.

 

Denise Neumann (1971-SF/F40)

L’ex-calciatrice milanese ha avuto il suo acuto agonistico ai Campionati Mondiali Indoor dove ha vinto il titolo W40 dei 200 metri (con il record italiano di 26”29) ed è stata anche 3° sui 60 metri. Ai Campionati Italiani Indoor ha portato il record della categoria MF40 dei 60 metri a 8”08. Nella stagione all’aperto ha vinto il titolo italiano MF40 dei 100 metri e migliorato il record italiano della categoria fino a portarlo a 12”66, che però qualche settimana dopo è stato battuto da Maria Ruggeri con 12”64.

 

Giulia Perugini (1936-F75)

Dopo una lunga e onorata carriera master, con tante partecipazioni ai campionati internazionali è venuto anche per lei un titolo di prestigio nel salto in alto W75 ai Campionati Europei di Zittau. Inoltre ha migliorato il record italiano MF75 outdoor portandolo a 1,04mt.

 

Valeria Straneo (1976-SF/F35)

Per alcuni non è un’atleta master; però questo premio fa riferimento a qualsiasi atleta over-35. E’ stata la rilevazione assoluta dell’atletica leggera femminile italiana del 2012 con una sequenza di prestazioni sorprendenti anche per i più competenti nel mondo del fondo. La piemontese ha sugellato la stagione con l’8° posto alle Olimpiadi di Londra. Nei mesi precedenti la Straneo era stata capace di stabilire le migliori prestazioni italiane assolute sulla mezzamaratona con 1°’07”46” e della maratona con 2°23’44”, prestazioni tra le migliori a livello di ranking mondiale dell’anno. In pista sui 10.000 metri è arrivata al crono di 32’15”87 che costituisce la miglior prestazione italiana F35 ad età compiuta.

Emanuela Baggiolini (10/06/1972), vincitrice del Premio Master anche nel 2011, ha vissuto un’annata cominciata in ritardo a causa di un infortunio che l’ha costretta a rinunciare alla stagione indoor. Al passaggio nella categoria W40 ai Campionati Europei ha vinto i titoli dei 400 ostacoli e della staffetta 4×400 (qui come W35, con record italiano), più gli argenti di 400mt., 800mt. e staffetta 4×100 (W35). Come MF40 ha stabilito i record italiani di: 400mt. (58”74), 200 ostacoli (29”88) e 400 ostacoli (1’01”73). Ricordiamo che la varesina è stata in gioventù quello che si dice un’atleta di belle speranze: campionessa italiana allieva dei 400 ostacoli nel 1988; poi campionessa juniores della specialità nel 1990 e 1991. Ha disputato anche i Campionati Mondiali Juniores nel 1990, vantando 4 presenze in nazionali giovanili. Poi la iattura arrivata nel 1993: un maledetto incidente in palestra che l’ha fermata negli in cui avrebbe potuto aspirare a grandi cose. E’ tornata all’agonismo nel 1999 con un lungo sostegno metallico infilato in una tibia, che ancora le fa compagnia. Tuttavia un inguaribile amore per l’atletica e una grande determinazione l’hanno spinta a riprovarci. Così è arrivata al suo primato personale dei 400 ostacoli di 57”74 nel 2001 e alla nazionale assoluta nel 2003. Di seguito c’è stato anche il suo ingresso nelle manifestazioni master, pur rimanendo tesserata senior (ora per il Cus Cagliari), dove ha vinto prima di quest’anno come W35: nel 2007 ai Mondiali i 400hs; nel 2008 agli Europei Stadia i 400hs e la 4×400; nel 2009 agli Euroindoor 400mt, 800mt e la 4×200; nel 2010 agli Europei Stadia 400hs e 4×400; nel 2011 agli Europeindoor i 400mt. e la staffetta 4×200 e ai Mondiali Stadia gli 800mt. e i 400 ostacoli.

 

Il risultato femminile completo della votazione:

1ª – pt.58 Emanuela Baggiolini

2ª – pt.56 Carla Forcellini

3ª – pt.50 Valeria Straneo

4ª – pt.49 Barbara Lah

5ª – pt.36 Denise Neumann

6ª – pt.27 Barbara Martinelli

7ª – pt.23 Paola Tiselli

8ª – pt.22 Giulia Perugini

9ª – pt.20 Waltraud Egger

10ª – pt.19 Emma Mazzenga

 

Albo d’oro Femminile

2006

1° Waltraud Egger

2° Emma Mazzenga

3° Milena Megli

2007

1° Waltraud Egger

2° Barbara Ferrarini

3° Milena Megli

2008

1° Emma Mazzenga

2° Gabre Gabric

3° Tiziana Bignami

2009

1° Emma Mazzenga

2° Brunella Del Giudice

3° Gabre Gabric

2010

1° Carla Forcellini

2° Waltraud Egger

3° Gabre Gabric

2011

1° Emanuela Baggiolini

2° Emma Mazzenga

3° Carla Forcellini

2012

1° Emanuela Baggiolini

2° Carla Forcellini

3° Valeria Straneo

 

 

 

Le schede delle candidate

 

Emanuela Baggiolini (1972-SF/F35)

Per lei, vincitrice del Premio Master del 2011, è stata un’annata cominciata in ritardo causa infortunio, dopo la rinuncia alla stagione indoor. Al passaggio nella categoria W40 ai Campionati Europei ha vinto i titoli dei 400 ostacoli e della staffetta 4×400 (qui come W35, con record italiano), più gli argenti di 400mt., 800mt. e staffetta 4×100 (W35). Come MF40 ha stabilito i record italiani di: 400mt. (58”74), 200 ostacoli (29”88) e 400 ostacoli (1’01”73).

 

Waltraud Egger (1950-F60)

Negli ultimi anni la suditirolese ha patito molte limitazioni per i postumi di un infortunio al ginocchio, mai recuperato alla piena efficienza. Non ostante ciò ai Campionati Europei di Zittau è stata capace di vincere il titolo W60 dei 5.000 metri, a cui ha aggiunto il bronzo negli 800 metri. In Italia ha vinto i titoli italiani indoor MF60 di 800, 1500 e 3000 metri.

 

Carla Forcellini (1959-SF/F50)

In campo internazionale quest’anno ha vinto il titolo mondiale indoor del salto con l’asta W50; mentre ai Campionati Europei è stata 2° con la stessa misura della prima classificata, a cui ha aggiunto la medaglia di bronzo negli 80 ostacoli. A quasi 53 anni è stata capace di saltare ancora al di sopra di 3,20mt.

 

Barbara Lah (1972-SF/F40)

Per alcuni non è un’atleta master; però questo premio fa riferimento a qualsiasi atleta over-35. L’atleta goriziana non ha frequentato le manifestazioni master, tuttavia al suo attivo c’è il nuovo record mondiale W40 del salto triplo con la misura di 13,51mt. Ai Campionati Italiani Assoluti è finita al 3° posto con la misura ventosa di 13,72 (w+3,3).

 

Emma Mazzenga (1933-F75)

All’età di 79 anni è riuscita ancora una volta a conquistare un titolo internazionale nella categoria W75, ai Campionati Europei di Zittau nella prova dei 400 metri; dove è stata anche 2° nei 100 metri.

 

Barbara Martinelli (1965-F45)

La lombarda nella stagione indoor è stata veramente superlativa vincendo il titolo mondiale W45 degli 800 metri e realizzando in Italia i tempi record della categoria MF45 di 1’00”56 nei 400 metri (cifra nettamente migliore al record italiano outdoor) e di 2’20”51 sugli 800 metri. Purtroppo poi non ha gareggiato nella stagione all’aperto.

 

Denise Neumann (1971-SF/F40)

L’ex-calciatrice milanese ha avuto il suo acuto agonistico ai Campionati Mondiali Indoor dove ha vinto il titolo W40 dei 200 metri (con il record italiano di 26”29) ed è stata anche 3° sui 60 metri. Ai Campionati Italiani Indoor ha portato il record della categoria MF40 dei 60 metri a 8”08. Nella stagione all’aperto ha vinto il titolo italiano MF40 dei 100 metri e migliorato il record italiano della categoria fino a portarlo a 12”66, che però qualche settimana dopo è stato battuto da Maria Ruggeri con 12”64.

 

Giulia Perugini (1936-F75)

Dopo una lunga e onorata carriera master, con tante partecipazioni ai campionati internazionali è venuto anche per lei un titolo di prestigio nel salto in alto W75 ai Campionati Europei di Zittau. Inoltre ha migliorato il record italiano MF75 outdoor portandolo a 1,04mt.

 

Valeria Straneo (1976-SF/F35)

Per alcuni non è un’atleta master; però questo premio fa riferimento a qualsiasi atleta over-35. E’ stata la rilevazione assoluta dell’atletica leggera femminile italiana del 2012 con una sequenza di prestazioni sorprendenti anche per i più competenti nel mondo del fondo. La piemontese ha sugellato la stagione con l’8° posto alle Olimpiadi di Londra. Nei mesi precedenti la Straneo era stata capace di stabilire le migliori prestazioni italiane assolute sulla mezzamaratona con 1°’07”46” e della maratona con 2°23’44”, prestazioni tra le migliori a livello di ranking mondiale dell’anno. In pista sui 10.000 metri è arrivata al crono di 32’15”87 che costituisce la miglior prestazione italiana F35 ad età compiuta.