fbpx
Giancarlo Colombo

Palo Alto – Meucci: 27’36″53 nei 10.000. Giulia Viola: 15’44″66 nei 5.000 m

Nei 10.000 m del Payton Jordan Cardinal Invitational, a Palo Alto (California), Daniele Meucci ha ottenuto 27’36”53. Una gara che porta fortuna all’ingegnere pisano, se è vero che sempre qui, due anni fa, aveva stabilito il personale con 27’32”86, quarta prestazione italiana di sempre (nella lista guidata dal 27’16”50 realizzato da Salvatore Antibo a Helsinki, il 29 giugno 1989). Nella prova di quest’anno, disputata quando in italia erano già le sette del mattino di lunedì 5 maggio, l’atleta dell’Esercito è giunto quarto (come nel 2012) in volata. Vittoria al messicano Juan Luis Barrios in 27’34”40 davanti al canadese Cameron Levins (27’36”00) e al belga di origine somala Bashir Abdi, che con 27’36”40 precede così Meucci di 13 centesimi anche nel ranking stagionale del Vecchio Continente. Quattordicesimo in 28’19”36 l’altro azzurro Stefano La Rosa (Carabinieri), a sei secondi dal PB (28’13”62) ottenuto proprio qui nel 2012 quando si piazzò ventiduesimo. Anche per lui è questa la seconda migliore performance di sempre (la quarta europea del 2014) e gli vale lo standard di iscrizione per i prossimi Campionati europei di Zurigo (Svizzera, 12-17 agosto). Sempre al Payton Jordan Invitational, i 5.000 m delle donne registrano i bei progressi di due atlete classe 1991. La prima è la tricolore assoluta della distanza, Giulia Viola (Fiamme Gialle), che nella seconda serie finisce quarta in 15’44”66 preceduta nell’ordine dalle statunitensi Rochelle Kanuho (15’34”85), Rachel Johnson (15’39”42) e Stephanie Garcia (15’43”47). Nella serie numero 3, invece, affermazione di Sara Galimberti (Bracco Atletica) in 15’55”00 davanti alla messicana Sandra Lopez (15’57”87).