Padova – Roberto Paula torna e vince. Ricatti terzo

Il brasiliano Roberto Paulo Paula ha conquistato il successo nella quattordicesima edizione della Maratona di Sant’Antonio di Padova in 2:13’00”.
Proprio dal terzo posto nell’edizione 2012 della maratona veneta partì la sua avventura olimpica. Ai Giochi di Londra concluse all’ottavo posto, due posizioni meglio rispetto a Ruggero Pertile.
“Padova mi porta fortuna. E’ in questa città che mi sono guadagnato il posto in squadra per le Olimpiadi di Londra. Oggi ho capito di poter vincere al 35° km quando ho ripreso l’etiope Girma che si trovava al comando fino a quel momento. Se non avessi avuto un dolore al ginocchio avrei potuto realizzare un tempo migliore, “ ha detto Paula.
Il barlettano Domenico Ricatti si é ben comportato chiudendo in terza posizione in 2:15’16”, migliore prestazione italiana dell’anno.
“Desidero dedicare il terzo posto al mio concittadino Pietro Mennea. Devo ancora scoprire la distanza della maratona maono contento di aver realizzato il mio personale in una gara ben organizzata. Il terzo posto a Padova è un importante punto di partenza”, ha detto Ricatti.
La gara femminile é stata vinta dalla marocchina Janet Hanane (nella foto) in 2:36’17”. Per l’atleta marocchina è arrivata la prima vittoria importante dopo il secondo posto nell’ultima edizione della maratona di Firenze.
Il beniamino di casa Ruggero Pertile, che per l’occasione ha corso con una maglia nera con la scritta “We run with Boston” per ricordare le vittime dell’attentato alla maratona di Boston, si è imposto agevolmente nella mezza maratona in 1:05’40”. Il maratoneta padovano, ottavo ai Mondiali di Daegu e decimo alle Olimpiadi di Londra, gareggerà nella mezza maratona ai Giochi del Mediterraneo in Turchia a fine giugno.
La maratona di Sant’Antonio da Campodarsego a Prato della Valle ha fatto registrare una crescita a livello di partecipazione con 3.541 podisti che hanno tagliato i traguardi delle due prove in Prato della Valle. Commosso il ricordo delle vittime di Boston. Dopo 4 ore e nove minuti (esattamente quando è avvenuta la tragedia statunitense), è stato srotolato uno striscione con la scritta “We run with Boston” tenuto in mano da due podisti statunitensi Debby Anglin e Jim Kovacs che hanno preso parte alla Maratona di Padova.