fbpx

Mondiali U20: Matteo Melluzzo in finale nei 100

18 Agosto, 2021
Foto Giancarlo Colombo

Continua il momento d’oro dello sprint azzurro: a Nairobi l’azzurrino Matteo Melluzzo conquista la finale dei 100 metri con il quarto tempo.

Sono stati assegnati i primi titoli dell’edizione 2021 dei Campionati del Mondo Under 20 allo Stadio Kasarani di Nairobi. L’etiope Tadese Worku ha conquistato la medaglia d’oro sui 3000 metri con il primato dei Campionati di 7’42”09 battendo il connazionale Ali Abdilmana (7’44”55) e l’eritreo Habtom Samuel (7’52”69).

Matteo Melluzzo si è qualificato per la finale dei 100 metri classificandosi al secondo posto in semifinale in 10”29, quarto miglior tempo tra gli ammessi alla gara che assegnerà il titolo giovedì alle ore 16.50. Il diciannovenne siracusano ha avvicinato di quattro centesimi di secondo il record personale di 10”25 realizzato al meeting di Savona lo scorso 13 maggio. I migliori tempi sono stati realizzati dallo sprinter del Botswana Lestile Tebogo (10”11), dal nigeriano Godson Oke Oghenebrume (10”22) e dal portacolori dell’Oman Ali Anwar Al Balushi (10”27). Angelo Ulisse è stato eliminato in semifinale ma è uscito di scena a testa alta con 10”56.

Lorenzo Benati si è qualificato per la finale dei 400 metri con 46”28, quarto miglior tempo complessivo delle batterie. Il quattrocentista romano ha sfiorato di un centesimo di secondo il record personale di 46”27 stabilito in occasione della medaglia d’argento vinta agli Europei Juniores di Tallin. Il messicano Luis Aviles Ferreiro ha realizzato il miglior tempo assoluto tra gli ammessi alla finale con 45”63. Sotto i 46 secondi è sceso Anthony Pesela del Botswana (45”88). I sudafricani Antonie Matthys Nortje e Lythe Pillay si sono qualificati agevolmente correndo le loro rispettive batteria in 46”27 e in 46”55.

La staffetta 4×400 mista azzurra formata da Stefano Grendene, Alexandra Almici, Alessandra Iezzi e Tommaso Boninti si è piazzata al sesto posto in 3’24”25 nella prima finale che ha assegnato titoli in questa edizione dei Mondiali di Nairobi. Gli azzurri hanno lottato fino alla fine per il quinto posto con il Sudafrica. Nella batteria mattutina Grendene, Pansini, Ghergo e Pernici avevano ottenuto la qualificazione per la finale piazzandosi secondi nella loro batteria in 3’28”00 alle spalle della Nigeria (3’21”6). La formazione nigeriana ha conquistato la medaglia d’oro in 3’19”70 davanti alla Polonia (3’19”80) e all’India (3’20”60).

La bresciana Alexandra Almici non si è qualificata per la finale dopo il sesto posto nella sua batteria dei 400 metri in 55”70. Gaya Bertello è stata eliminata nella semifinale dei 100 metri femminili dopo aver corso in 11”88 (diciassettesimo crono complessivo). La giamaicana Tina Clayton ha realizzato il crono più veloce delle semifinali con 11”34. In evidenza anche la diciottenne namibiana Beatrice Masilingi, che ha corso la batteria in 11”20 e la semifinale in 11”35.