fbpx

Marco D’Innocenti vince la Maratona di Pescara

Circa 1500 iscritti complessivi alla Maratona di Pescara (la cosiddetta “D’Annunziana”) in una giornata di sole quasi estivo. Con questo clima, la città diventa davvero ideale per ospitare un evento di massa di questo genere. E quando si parla di massa, il riferimento è sia ai podisti sia agli spettatori, tantissimi anche loro. L’assessore allo sport del comune di Pescara Nicola Ricotta ha dichiarato che “Pescara ha cominciato non solo a sopportare queste manifestazioni, ma ad amarle. La dimostrazione è la gente che ha assiepato le vie del centro per assistere alla Maratona”. Ha ribadito il concetto il coordinatore dell’organizzazione Alberico Di Cecco: “A Pescara ci si viene sia perché il percorso è praticamente piatto, l’ideale per i maratoneti, sia perché si corre tra due ali di folla come in poche altre città”.

In gara, le partenze delle gare giovanili e soprattutto la mezza maratona e la maratona. A trionfare nei 21 km (in realtà le rilevazioni di molti atleti hanno scoperto che in realtà la gara sarebbe stata più lunga di circa 300 metri, sulla mezza ma anche per la maratona) Arianna Marchegiani (Atl. Val Tavo, 1h31’35” su Alessandra Basile e Lorella Bassani; tra gli uomini Ivan Di Mario (Pol. Molise, 1h09’15”) su Matteo Notarangelo e Mohammed Lamiri. Nei 42 km e 195 metri, primo Marco D’Innocenti (G.S. Subiaco, 2h40’20”), poi Maurizio Di Paolo e Diego Canacci. Donne: Francesca De Sanctis (Running Club Futura, 3h07’11”), quindi Daniela Haynal e Mara De Juliis.

Arianna Marchegiani: “Ho cominciato a correre solo un anno e mezzo fa, per me è stato bellissimo vincere in casa!”.
Ivan Di Mario: “Pescara mi porta bene, ogni volta che vengo qui a correre faccio sempre qualcosa di buono!”.
Marco D’Innocenti: “Anche se non ho avuto avversari per il primo posto, la maratona va presa sempre con grande rispetto”.
Francesca De Sanctis: “E’ stato quasi il mio esordio in maratona, spero possa essere l’inizio di una seconda carriera per me. Grazie al mio allenatore Enzo Melatti”.

CLICCA PER LE CLASSIFICHE: