fbpx

Madrid: in evidenza Tuka, l’allievo di Ghidini

12 Luglio, 2015

Grande risultato del bosniaco Amel Tuka che ha vinto gli 800 al meeting IAAF World Challenge di Madrid in un eccellente 1’43”84 che migliora il suo recente 1’44”19 realizzato a Velenje lo scorso 1 Luglio. Tuka ha preceduto il burundiano Antoine Gakeme e Job Kinyor, secondo e terzo con lo stesso tempo di 1’44”09. Tuka si allena a Bussolengp con il tecnico veronese Gianni Ghidini, che plasmò il talento di Andrea Benvenuti, Wilfred Bungei, William Yampoy e Yusuf Saad Kamel.

La canadese Melissa Bishop si è aggiudicata gli 800 femminili in 2’00”18 davanti alla statunitense Chanelle Price (2’00”26) e alla britannica Linsley Sharp (2’00”55). Tigist Mekonnen ha conquistato il successo nei 3000 siepi femminili in 9’38”47 davanti alla keniana Eunice Kerlich (9’38”09).

Lo sprint ha regalato il 9”88 dello statunitense Michael Rodgers e il 9”94 del giamaicano Andrew Fisher sui 100 metri e il 10”90 di Elaine Thompson sui 100 femminili.

Il 18enne del Qatar Abdalelah Haroun si è confermato talento emergente dei 400 metri vincendo in 44”63 pochi giorni dopo il record asiatico (44”27) a Chaux de Fonds in Svizzera. Sotto i 45 secondi anche il campione statunitense David Verburg (44”72) e Yousef Al Masrahi (44”79).