fbpx

Lo spettacolo dei campionati Usa: scheggia Gatlin

29 Giugno, 2015

Sorprese ed emozioni ai Campionati Statunitensi nel tempio dell’atletica di Hayward Field a Eugene, valevoli come Trials di selezione per i prossimi Mondiali di Pechino.

Emma Coburn ha stabilito la seconda migliore prestazione mondiale dell’anno sui 3000 siepi con 9’15”534 precedendo Stephanie Garcia (9’23”48) candidandosi per il podio ai Mondiali. Evan Jager ha vinto come da pronostico i 3000 siepi maschili in 8’12”29.

Matthew Centrowitz si è imposto in una bella finale dei 1500 metri in 3‘37”25, mentre Robby Andrews ha superato in un duello al photo finish Leo Manzano e Ben Blankenship in 3’38”75. Nei 1500 femminili Jennifer Simpson ha vinto una finale tattica in 4’14”85 davanti a Shannon Rowbury.

Alysia Montano si è aggiudicata gli 800 metri in 1’59”15 davanti a Brenda Martinez (1’59”71) e alla giovane Ajée Wilson (2’00”05). Grande gara negli 800 metri maschili dove Nick Symmonds ha vinto con una rimonta straordinaria sul rettilineo finale in 1’44”53 davanti a Erik Sowinski (1’44”84) e Casimir Loxom (1’45”35).

Nei 10.000 metri femminili Molly Huddle ha conquistato la vittoria in 31’39”20 davanti al bronzo olimpico di Pechino Shalane Flanagan (31’42”29). Il vice campione olimpico Galen Rupp ha conquistato il settimo titolo statunitense della sua carriera in 28’12”51 davanti a Ben True (28’14”26). Rupp ha dovuto invece faticare nei 5000 metri dove ha salvato il terzo posto per sette centesimi nella gara da Ryan Hill in 13’50”69 davanti a Ben True.

La pista di Hayward Field ha prodotto il solito spettacolo degli uomini veloci. Nella finale maschile del 100m Tyson Gay ha trionfato in 9”87 regolare battendo il 19enne Trayvon Bromell (9”96) e Mike Rodgers (9”97). Bromell, secondo ai Mondiali Juniores sempre su questa pista nel 2014, aveva precedentemente illuminato le batterie correndo in 9”84 con vento regolare, decimo tempo di sempre prima di correre la semifinale in 9”76 con vento a favore (+3.7 m/s).

Spettacolo puro nei 100 femminili dove Tori Bowie ha conquistato il pass per Pechino con 10”81 (1”72 ventoso in semifinale) battendo English Gardner (10”86 ma 10”79 in semifinale, miglior tempo mondiale dell’anno pareggiando il tempo con il quale Shelly Ann Fraser Pryce si è aggiudicata i contemporanei trials giamaicani di Kingston) e la sorprendente Jasmine Todd (10”92).

Justin Gatlin ha polverizzato di nove centesimi la migliore prestazione mondiale dell’anno da lui stesso stabilita sulla stessa pista un mese fa in Diamond League diventando il quinto performer di sempre in 19”57 davanti a Isiah Young (19”93) e Wallace Spearmon (20”10).

Gli appassionati italiani hanno gioito per la vittoria sui 200 metri della 22enne italo-americana Jenna Prandini in 22”20 davanti a Candyce McGrone (22”38) e Janeba Tarmoh (22”44).

Grande lotta anche nei 100 ostacoli dove sette statunitensi occupano i primi dieci posti delle liste stagionali. Sherika Nelvis ha firmato la settima migliore prestazione all-time con 12”34 in batteria ma nella finale si è qualificata per Pechino a fatica in terza posizione in 12”59 nella gara vinta da Dawn Harper Nelson in 12”55 per un centesimo su Keni Harrison.

David Oliver ha stabilito la seconda prestazione mondiale dell’anno sui 110 ostacoli con 13”04 davanti a Ronnie Ash (13”13) e Aries Merritt (13”19). Trionfa nei 400 ostacoli la campionessa mondiale juniores Shamier Little in 53”74 davanti a Cassandra Tate (54”01) e a Kori Carter (54”41).
Dopo l’eliminazione in semifinale di Sanya Richards Ross, Allyson Felix ha conquistato il successo sui 400 in 50”19 davanti a Natasha Hastings (50”25). Quarta la primatista mondiale stagionale Francena McCorory in 50”88 dopo che in semifinale aveva corso in 49”85.

Ai Campionati Giamaicani ha brillato Asafa Powell che corre per l’ottantasettesima volta in carriera sotto i 10 secondi con 9”84 battendo Nickel Ashmeade (9”91) e Kemar Bailey Cole (9”97).
Il 21enne Omar McLeod è sceso per la prima volta in carriera sotto i 13 secondi nei 110 ostacoli con 12”97. Bene anche il mezzofondo veloce giamaicano con due donne sotto i 2 minuti negli 800: Natoye Goule 1’59”63 e Simoya Campbell 1’59”92. Tra gli altri risultati da segnalare anche il 22”51 con vento contrario (-2-4 m/s) di Elaine Thompson sui 200 metri e il 44”70 del ventenne Javon Francis sui 400, il 50”15 di Christine Day sui 400 e il 20”36 controvento (-2.6 m/s) di Nickel Ashmeade sui 200.