fbpx

L’italo-americana Jenna Prandini in evidenza a Walnut

21 Aprile, 2015

Walnut: Mt. Sac Relays (California): dal tradizionale meeting californiano di metà aprile arrivano tantissimi risultati di altissimo livello che accendono l’interesse degli appassionati in vista dell’estate. Su tutti spicca il risultato della 22enne statunitense di origini italiane Jenna Prandini che, dopo una stagione indoor da assoluta protagonista nella quale ha vinto il titolo universitario NCAA nel salto in lungo, ha fatto registrare le migliori prestazioni mondiali dell’anno sui 100 e sui 200 metri correndo in 10”92 (che migliora il suo vecchio record di 11”11 e eguaglia il tempo della giamaicana Elaine Thompson) e in 22”44.

Alle sue spalle si distingue anche la brasiliana Ana Claudia Silva, che ha migliorato il record sudamericano con 11”01 precedendo la finalista mondiale e olimpica Muna Lee di un centesimo di secondo. Nei 200 Prandini ha preceduto Phylis Francis (22”70) e la campionessa statunitense dei 100 metri del 2013 English Gardner (22”74).

Notevole anche la doppietta del canadese André De Grasse che vince prima i 100 in 9”87 ventoso (+4.0 m/s) e i 200 in 20”16 regolare. Il programma del mezzofondo ha fatto registrare l’ottimo 2’00”83 della medaglia di bronzo mondiale degli 800 metri Brenda Martinez sul doppio giro di pista e l’1’15”44 dell’ottocentista statunitense Duane Solomon sui 600 metri dove inseguiva il record mondiale della distanza detenuto dal suo attuale allenatore Johnny Gray.

Aleec Harris ha eguagliato la migliore prestazione mondiale dell’anno sui 110 ostacoli da lui stesso detenuta con 13”23. La statunitense Dior Hall, primatista mondiale juniores dei 60 ostacoli indoor e argento ai mondiali Juniores di Eugene 2014, ha eguagliato la quarta migliore prestazione mondiale juniores di sempre sui 100 ostacoli con 12”89.

Debutto di Tyson Gay, secondo con la staffetta 4×100 in 39”14 alle spalle di quartetto formato da Lee, De Grasse, Thymes e Mercado che si è imposta in 38”98. Una formazione della Nike (White, Gardner, Duncan e Okagbare) ha vinto la 4×100 femminile in 43”05 davanti a Track Master Team (Carter, Allyson Felix, Howell, Rodriguez), seconda in 43”59.