fbpx

Joyce Tele, record del percorso alla RomaOstia

17 Ottobre, 2021

La keniana Joyce Tele Chepkemoi e l’etiope Adisa Tola vincono la 46ma RomaOstia dove si rivede un grande Daniele Meucci, secondo al traguardo

La keniana Joyce Tele Chepkemoi ha vinto la quarantaseiesima edizione della mezza maratona RomaOstia stabilendo il primato della manifestazione della gara femminile con un ottimo 1h06’35”. Chepkemoi ha battuto di appena due secondi la connazionale Betty Chepkemoi Kibet, che è scesa a sua volta sotto il precedente record del percorso detenuto da Florence Kiplagat con 1:06:38 dall’edizione del 2012. Lonah Salpeter vinse l’ultima edizione disputata nel marzo 2019 con 1h06’40”.

Gloria Kite ha completato il podio tutto keniano con 1h07’54” precedendo la ceca Moira Stewartowa (1h10’16). Rebecca Lonedo ha debuttato sulla distanza con un buon quinto posto in 1h11’45” una settimana dopo il terzo posto ai Campionati Italiani di 10 km.

Gara maschile: la soddisfazione di Daniele Meucci

L’etiope Adisa Tola ha vinto la gara maschile in 59’54” battendo un grande Daniele Meucci che ha fermato il cronometro in 1h00”11. Il tempo non può venire omologato a livello statistico per le caratteristiche del percorso in base alla distanza in linea d’aria tra partenza e arrivo. Per l’ingegnere pisano rimane la soddisfazione per la prestazione migliore di un minuto rispetto al primato personale realizzato nel 2013 a New York. A livello italiano soltanto Eyob Faniel ha corso più velocemente con 1h00’07” nel 2020 a Siviglia.

Daniele Meucci

Daniele Meucci ha corso nel gruppo di testa prima di venire staccato da Tola nei chilometri finali.

“Sono particolarmente soddisfatto di aver fatto il secondo miglior tempo italiano di sempre. Ho provato a vincere al 15° km ma alla fine sono contento del secondo posto”, ha dichiarato Meucci.

Daniele Meucci si è inoltre tolto la soddisfazione di battere atleti di valore come il sudafricano Mathele Mbuleli (1h00’17), il vice campione del mondo di mezza maratona di Valencia 2018 Abraham Cheroben (1h00’29) e il debuttante in mezza maratona Lawi Kosgei (1h01’21).

LEGGI ANCHE: RomaOstia 2021, generazioni che corrono