fbpx
Foto Giancarlo Colombo

Indoor: a Portland antipasto iridato con i campionati statunitensi

L’atletica statunitense ha fatto in anticipo le prove generali con i Campionati Nazionali prima dell’evento iridato in programma a Portland dal 17 al 20 Marzo sulla pista verde dell’Oregon Convention Centre.

Il mezzofondo ha fatto registrare una grande gara sui 3000 metri maschili dove Ryan Hill si è imposto in 7’38”60 precedendo Paul Chelimo (7’39”00), Eric Jenkins (7’41”19) e il quarantunenne Bernard Lagat (7’41”25). Settimo posto per il primatista statunitense dei 3000 siepi Evan Jager (7’44”05). Galen Rupp si è dovuto accontentare dell’ottavo posto in 7’48”34 sole quattro settimane dopo la vittoria ai Trials Olimpici della maratona a Los Angeles.

Significativa anche la gara dei 3000 femminili dove la primatista statunitense dei 1500 Shannon Rowbury si è aggiudicata il pass per i Mondiali di Portland vincendo in 8’55”65 precedendo Abbey D’Agostino (8’57”31). Matt Centrowitz ha vinto un bel duello sui 1500 metri in 3’44”33 precedendo Robby Andrews di sette centesimi di secondo. Ajee Wilson si candida come una delle favorite per i mondiali di Portland dopo il successo sugli 800 metri in 2’00”87.

Nelle altre gare di mezzofondo vanno registrati i successi di Brenda Martinez sui 1500 femminili in 4’08”37 e del talento degli 800 Boris Berian in 1’47”19 davanti a Erik Sowinski (1’47”62).

Grandi gare nei 60 ostacoli donne con Brianna Rollins, prima in 7”76 (miglior crono mondiale 2016 e tempo più veloce al mondo dal 2012) davanti a Keni Harrison (7”77) e a Queen Harrison (7”83), nei 60 femminili dove Barbara Pierre ha eguagliato il miglior crono dell’anno e il nono crono di sempre di Dafne Schippers con 7”00, nei 60 maschili dove Marvin Bracy ha battuto Trayvon Bromell per cinque millesimi di secondo in 6”51.