fbpx
Foto Giancarlo Colombo

In Giappone Benedetti è quinto sugli 800m

L’ottocentista trentino Giordano Benedetti si è piazzato al quinto posto sugli 800 metri in 1’47”00 nella tappa giapponese del IAAF World Challenge di Kawasaki in Giappone nella gara vinta dal colombiano Rafith Rodriguez in 1’45”84 davanti al keniano Patrick Ronoh (1’46”17) e all’ugandese Ronald Musagala (1’46”74).
L’altro risultato di spicco del programma di mezzofondo del meeting di Kawasaki è arrivato dai 1500 metri femminili dove l’ucraina Anna Mishchenko ha fatto registrare la migliore prestazione mondiale dell’anno con 4’02”47 precedendo l’etiope Gudaf Tsegay (4’03”09).
Bernard Nganga si è imposto nei 3.000 siepi in 8’23”77 stabilendo la migliore prestazione mondiale dell’anno.

Migliore prestazione mondiale dell’anno di Bondarenko nell’alto: 2.37

Il meeting nipponico, che ha fatto registrare quattro migliori prestazioni mondiali dell’anno, è stato illuminato soprattutto dall’eccellente debutto di Bohdan Bondarenko che ha superato l’asticella alla misura di 2.37 m al secondo tentativo nel salto in alto un anno dopo il 2.40 nella stessa riunione svoltasi però a Tokyo. Il campione ucraino ha tentato poi senza successo i 2.41. Secondo posto per il forte cinese Zhang Guowei con 2.28.
Di notevole spessore anche il 12”66 con il quale la campionessa olimpica Sally Pearson si è imposta sui 100 ostacoli sui 100 ostacoli per nove centesimi di secondo sulla statunitense Queen Harrison.

Meeting IAAF World challenge di Kingston (Giamaica): Brilla la giovane Wilson sugli 800 metri – Powell vola in 9”84:

L’ottocentista statunitense Ajee Wilson, campionessa mondiale juniores a Barcellona 2012 e finalist ai Mondiali di Mosca 2013, ha fatto registrare un ottimo 2’00”65 sul doppio giro di pista al meeting IAAF World Challenge confermando il suo ottimo stato di forma una settimana dopo aver contribuito al successo della medley relay ai Mondiali di staffette a Nassau.

Il meeting giamaicano ha fatto registrare una pioggia di risultati strepitosi nello sprint e ostacoli. Su tutti spicca il grande ritorno di Asafa Powell, vincitore sui 100 metri in 9”84 davanti allo statunitense Ryan Bailey (9”93) e Nesta Carter (9”98) una settimana dopo il 10”08 contro vento a Baie Mahault.
Sui 100 ostacoli femminili la statunitense Jasmine Stowers si è migliorata di un centesimo rispetto al 12”40 di Des Moines correndo in un fenomenale 12”39, decimo tempo di sempre al mondo.
Il saudita Youssef Al Masrahi ha battuto il campione mondiale b>Lashawn Merritt sui 400 metri in un ottimo 44”59. Merritt (44”80) ha preceduto il giovane talento Javon Francis (44”90).
Sui 100 femminili la giovane giamaicana Elaine Thompson è scesa sotto gli 11 secondi per la seconda volta in questa stagione con 10”97 battendo la nigeriana Blessing Okagbare (11”05) e la campionessa olimpica dei 200 Allyson Felix (11”09).
Notevoli prestazioni anche per la bahamense Shaunae Miller (campionessa mondiale juniores e allieve dei 400) sui 200 femminili (22”14 miglior tempo mondiale dell’anno) davanti a Tori Bowie (22”29) e alla campionessa mondiale Shelly Ann Fraser (22”37), per la campionessa olimpica dei 400 metri Sanya Richards Ross, prima donna sotto i 50 secondi con 49”85, per la dominatrice del salto triplo Catherine Ibarguen, vincitrice con 14.87 (che le permette di allungare la striscia vincente a 22 gare consecutive), per Aleec Harris 13216 sui 110 ostacoli e per il gigante del lancio del peso Christian Cantwell, oltre i 21 metri con 21.08.