fbpx

Eskilstuna 2015, la nostra Cronaca – Italia sul podio con Crippa

Continua il grande Europeo Juniores dell’Italia che è salita per la quarta volta sul podio di Eskilstuna 2015 grazie a Yeman Crippa, splendido bronzo sui 5000 metri in 14’35”39 al termine di una gara di testa. Il successo è andato al britannico Alex George in 14’34”40 davanti al belga Simon Deboignes (14’34”67). Ottavo posto per il fresco campione europeo juniores dei 10000 metri Pietro Riva con il tempo di 14’45”76.

Crippa è stato adottato da bambino da Roberto e Luisa Crippa, coppia milanese stabilitasi in Trentino a Montagne dove Yemaneberan (il cui nome significa braccio destro di Dio) è stato avviato alla corsa dal compianto Marco Borsani. Dopo la scomparsa del suo primo allenatore, Crippa è seguito dall’ex azzurro dei 1500 metri Massimo Pegoretti. Per Crippa è il secondo grande podio europeo dopo l’oro conquistato agli Europei di Cross di Samokov nel dicembre 2014.

Oltre al bronzo di Crippa l’Italia ha raccolto due piazzamenti tra i primi otto con Nicole Svetlana Reina, settima nei 3000 siepi (10’41”95) e Yassin Bouih, ottavo nei 1500 metri con 3’52”28.
I 1500 metri sono stati vinti dal britannico Kerr Josh in 3’49″62 davanti al francese Mischler, argento con 3’49”88. La turca Sumeyye Erol ha vinto il titolo dei 3000 siepi stabilendo il record personale con 10’19”15 precedendo la svedese Carolina Johnson (10’28”31).

Le tre semifinali degli 800 maschili che prevedevano due soli qualificati diretti alla finale più i migliori ripescati hanno visto gareggiare tre azzurri. Lorenzo Pilati è stato il migliore degli azzurri con il terzo posto nella sua semifinale in 1’50”89. Gabriele Aquaro si è piazzato settimo in 1’54”74. Alessandro Dal Ben si è piazzato ottavo nella terza semifinale in 1’56”12.

Il brindisino Daniele Corsa si è piazzato ottimo quinto nella finale dei 200 metri in 21”10 con vento a favore (+4.2 m/s). La Gran Bretagna ha vinto l’oro con Tommy Ramdhan in 20”57 e l’argento con Elliott Powell in 20”71.

Due azzurre si sono qualificate per la finale dei 400 ostacoli femminili. Ayomide Folorunso, primatista europea stagionale a livello juniores, ha vinto la sia semifinale in 58”04. Eleonora Marchiando ha migliorato il suo record personale con 58”84.

Tre azzurri conquistano il pass per la finale del triplo maschile. Tobia Bocchi è il migliore degli italiani con 16.19m (personale migliorato di 4 cm). Simone Forte realizza il personale con 15.97m. Simone Contaldo ha completato il terzetto azzurro qualificandosi con 15.56m.