fbpx
Giancarlo Colombo

Doping – Schwazer punta a una riduzione della pena e si allena per Rio 2016

Alex Schwazer spera in una riduzione della pena e per questo avrebbe ripreso gli allenamenti, motivato dalla possibilità di rientrare in tempo per i Giochi olimpici di Rio de Janeiro 2016.

È quanto affermato dal legale del marciatore altoatesino, l’avvocato Gerhard Brandstaetter, dopo che la notizia era stata diffusa dal settimanale Ff. «Alex ha sofferto molto per l’errore commesso e ha pagato un prezzo sproporzionato in confronto ad altri ha dichiarato il penalista ai microfoni di Rai News . Ora si allena ed è in ottime condizioni fisiche» L’inchiesta penale che riguarda il campione olimpico della 50 km a Pechino 2008 è ormai in dirittura d’arrivo. Il difensore di Schwazer punta a una riduzione della squalifica per doping (che termina nel gennaio 2016) e l’affidamento ai servizi sociali. Questo permetterebbe di ottenere la sospensione del provvedimento nei confronti dell’atleta, che potrebbe così rientrare all’agonismo in tempo per qualificarsi per le Olimpiadi.

Prossima tappa della vicenda giovedì 20 novembre, con l’audizione davanti alla Procura antidoping del Coni.