fbpx
Yomif Kejelcha

Diamond League: Kejelcha e Chepkoech in luce a Shanghai

Giancarlo Colombo
Di: Diego Sampaolo

Sei migliori prestazioni mondiali dell’anno (4 delle quali nelle gare di mezzofondo) hanno illuminato la seconda tappa della IAAF Diamond League di Shanghai.

Yomif Kejelcha ha vinto un 5.000 metri tattico con la migliore prestazione mondiale dell’anno di 13’04”16, grazie a un allungo decisivo negli ultimi 250 m, battendo i connazionali Selemon Barega (13’04”71) e Hagos Gebrhiewet (13’04”83) in una sorta di “campionato etiope”.

La primatista mondiale Beatrice Chepkoech ha dominato i 3.000 siepi femminili in 9’04”78 migliorando il record del meeting detenuto da Ruth Jebet e ha ottenuto la migliore prestazione mondiale dell’anno precedendo Chelliphine Chepsol (9’11”10) e l’ugandese Peruth Chemutai (9’11”78).

La marocchina Rababe Arafi ha vinto un 1.500 m femminili molto combattuto in 4’01”15 (miglior crono dell’anno) superando in volata Gudaf Tsegay (4’01”25) e l’ugandese Winnie Nanyondo (4’01”39 primato nazionale). La campionessa europea dei 5.000 m Sifan Hassan, proiettata sulle distanze più lunghe, si è piazzata al quinto posto in 4’01”91.

Nella sfida più attesa del meeting, i 400 ostacoli, Abderrahamane Samba ha trionfato in un eccellente 47”27 (seconda migliore prestazione in carriera) vincendo il primo duello della sua carriera con l’astro nascente Raj Benjamin (47”80).

Noah Lyles ha vinto un super 100 m battendo al photo-finish Christian Coleman con lo stesso tempo di 9”86 in una gara che ha fatto registrare i tempi sotto i 10″ anche di Akani Simbine (9”95) e di Reece Prescod (9”97).

Salwa Eid Naser ha vinto un bel testa a testa sui 400 m femminili in 50”65 precedendo la primatista mondiale Under20 dei 400 hs Sydney McLaughlin (50”78).

Lo sprint ha fatto registrare anche la quarta vittoria al meeting di Shanghai del campione olimpico dei 110 hs Omar McLeod in 13”12, il debutto vincente della campionessa statunitense Aleia Hobbs sui 100 m femminili in 11”03, il 20”07 di Aaron Brown sui 200 m maschili e il 44”81 di Fred Kerley sui 400 m maschili.

Gli altri vincitori del meeting cinese sono stati il tedesco Andreas Hofmann nel giavellotto maschile (87,55 m migliore prestazione mondiale dell’anno), la greca Ekaterini Stefanidi nel salto con l’asta (4,72 m), la cinese Lyu Huihui nel giavellotto femminile (66,89 m record del meeting), la statunitense Chase Ealey nel getto del peso femminile (19,58 m), il giamaicano Tajay Gayle nel salto in lungo (8,24 m) e il cinese Wang Yu nell’alto maschile (2,28 m).