Caster Semenya realizza la doppietta sui 400 e sugli 800 metri ai Campionati africani

Foto: Giancarlo Colombo
Di: Diego Sanpaolo

Caster Semenya è scesa per la prima volta in carriera sotto i 50 secondi sui 400 metri con un formidabile 49”96 ai Campionati africani di Asaba in Nigeria. In questa stagione la due volte campionessa olimpica ha realizzato i personali sugli 800 metri con 1’54”25 a Parigi e sui 1500 metri con 3’59”92 a Doha. Semenya ha preceduto la rappresentante del Botswana Christine Botlogetwe (51”19).

Semenya ha concesso il bis vincendo anche gli 800 metri in 1’56”06. La sudafricana ha migliorato di 20 centesimi di secondo il record della manifestazione detenuto da Maria Mutola dal 1993. Francine Nyonsaba ha vinto la medaglia d’argento con 1’57”97 precedendo l’etiope Habitam Alemu (1’58”86).

In questa stagione la due volte campionessa olimpica ha realizzato i personali sugli 800 metri con 1’54”25 a Parigi e sui 1500 metri con 3’59”92 a Doha.

Il momento d’oro del Botswana è continuato con il successo di Nijel Amos sugli 800 metri in 1’45”20 davanti a Emmanuel Korir (1’45”65) e al marocchino Mostafa Smaili (1’45”90).

La neoprimatista mondiale dei 3000 siepi Beatrice Chepkoech è scesa ancora sotto i 9 minuti con 8’59”88 due settimane dopo il record del mondo stabilito al meeting di Montecarlo. La campionessa mondiale juniores Chelliphine Chepsol si è classificata seconda con quasi dieci secondi di distacco in 9’09”61.

Conseslus Kipruto si è imposto sui 3000 siepi maschili in 8’26”38 davanti al marocchino Soufiane El Bakkali (8’28”01) prendendosi la rivincita nei confronti del marocchino, che aveva vinto il precedente confronto diretto di Montecarlo in 7’58”15.

Il campione del mondo Elijah Manangoi ha preceduto il compagno di allenamenti Timothy Cheruiyot per 73 centesimi di secondo sui 1500 metri in 3’35”20.

Il sedicenne Edward Zakayo ha bissato il successo ai Mondiali Under 20 di Tampere con la conquista del titolo africano sui 5000 metri in 13’48”58 davanti all’etiope Getaneh Molla (13’49”06) e l’etiope Yemane Haileselassie (13’49”58).

La campionessa del mondo Hellen Obiri ha dominato i 5000 metri femminili in 15’47”18 battendo nettamente l’etiope Senbere Teferi (15’56”48).

I 10000 metri femminili hanno fatto registrare la doppietta del Kenya con Stacy Ndiwa prima in 31’31”17 davanti alla campionessa uscente Alice Aprot (31’36”12). Il ventunenne etiope Jemal Yimer Mekkonen ha vinto i 10000 metri maschili in 29’08”01 con un allungo decisivo nell’ultimo giro.

Winny Chebet ha vinto i 1500 metri femminili in 4’14”02 precedendo di 1 decimo di secondo la marocchina Rababe Arafi.

Il quartetto della staffetta 4×400 composto da Aron Koech, Alphas Kishoyan, Jared Momanyi e Emmanuel Korir ha vinto l’undicesimo oro keniano di questi campionati con 3’00”92.

 

I risultati più significativi della cinque giorni dei Campionati africani sono stati il successo del sudafricano Rushval Samaai nel salto in lungo per due centimetri sul connazionale Luvo Manyonga con la misura di 8.45m, le vittorie di Marie Josée Ta Lou sui 100 metri in 11”15 (vento contrario di -2.3 m/s) e sui 200 metri in 22”50 e di Akani Simbine sui 100 metri e in 10”25 (vento contrario di-1.3 m/s) e di Baboloki Thebe sui 400 metri in 44”81.