fbpx

Irene Baldessari terza italiana di sempre sugli 800 metri indoor

Foto Giancarlo Colombo
Di: Diego Sampaolo

La ventottenne trentina Irene Baldessari ha realizzato la terza migliore prestazione italiana indoor di tutti i tempi sugli 800 metri fermando il cronometro in 2’02”71 al meeting di Vienna. Soltanto Elisa Cusma (1’59”25 agli Europei di Torino 2009) e Gabriella Dorio (2’00”85 nel 1982) hanno corso più velocemente di Baldessari nella storia degli 800 metri al coperto. Baldessari aveva corso più velocemente soltanto in occasione del titolo italiano vinto a Pescara nel 2018 in 2’02’47”. A livello indoor aveva corso finora in 2’04”07 a Linz.

Primato mondiale under 20 di Keely Hodgkinson

L’atleta allenata da Gianni Ghidini si è classificata al terzo posto in una gara di altissimi contenuti tecnici, dove la diciottenne britannica Keely Hodgkinson ha stabilito il record del mondo under 20 indoor con 1’59”03 migliorando il precedente primato detenuto dall’etiope Meskerem Legese (2’01”03) stabilito nel 2004. Serena Troiani ha stabilito il personale indoor con 2’06’13”. Il ventitreenne brianzolo Gabriele Acquaro si è classificato quarto migliorando il personale di quasi mezzo secondo con 1’48”73.

La siciliana Alice Mangione (campionessa italiana outdoor dei 400 metri a Padova nel 2020) si è imposta nella sesta serie dei 400 metri in 53”71 una settimana dopo aver corso in 53”18 ad Ancona. La ventenne olandese Femke Bol ha stabilito la migliore prestazione mondiale dell’anno con 50”96 e ha corso anche i 200 metri in 23”52 nel corso del meeting della capitale austriaca.

Il ritorno di Federica Del Buono

La ventiseienne veneta Federica Del Buono è tornata alle gare vincendo i 1500 metri in 4’19”69 sulla pista indoor di Padova. La medaglia di bronzo degli Europei Indoor di Praga 2015 si è sottoposta ad un intervento chirurgico alla caviglia destra. Nell’ultima gara disputata quasi un anno fa la figlia d’arte di Gianni Del Buono e Rossella Gramola aveva corso in 4’18”84. Federica ha avuto la sua stagione d’oro nel 2014 quando si classificò quinta agli Europei di Zurigo sui 1500 metri.

Tamberi stabilisce la migliore prestazione mondiale dell’anno con 2.32m

Gianmarco Tamberi ha stabilito la migliore prestazione mondiale dell’anno e il minimo per gli Europei Indoor di Torun del salto in alto superando 2.32m sulla pedana di casa di Ancona. Il portacolori dell’Atl-Etica San Vendemmiano ha fatto registrare il miglior debutto stagionale dall’infortunio del 2016 a Montecarlo. Gimbo ha dedicato la misura al nonno Marcello, scomparso lo scorso Novembre. Soltanto nel 2016 (anno del titolo mondiale indoor a Portland) aveva esordito con una misura migliore a livello indoor. Gimbo tornerà in gara il 2 Febbraio a Banska Bystrika. L’anconetano ha superato 2.10m e 2.16m al primo tentativo, ma ha avuto bisogno di tre tentativi per superare 2.22m, 2.28m e 2.32m.