fbpx

Atletica Riccardi orfana: addio Presidente Tammaro

07 Aprile, 2015

Renato Tammaro se n’è andato il giorno di Pasqua. In silenzio. Il giorno dopo i quotidiani non escono, ma i social network quelli ci sono e sempre, instancabili.
Così in tanti hanno saputo che Renato aveva deciso di lasciare i suoi “verdi” orfani. Senza un presidente.

E sì, perché quel signore d’altri tempi, sempre elegante, impeccabile nel vestire e nell’eloquio lascia un vuoto incolmabile nella Milano dell’atletica.
Nel variegato mondo dello sport era una delle poche persone alla quale davo del “lei”. Forse per rispetto, per deferenza all’uomo che nel 1945 aveva fatto nascere una nuova “creatura”, quell’Atletica Riccardi nata dalle ceneri della seconda guerra mondiale e che ha plasmato sino alla sua fine.

Tammaro era un uomo competente, puntuale, chiedeva sempre pezzi sulla “sua” Riccardi, instancabile nel promuovere l’atletica. Per 50 anni ha organizzato la Pasqua dell’Atleta il meeting che era l’apertura della stagione in pista. Per la “Pasqua” Renato Tammaro moltiplicava addirittura se stesso, era in ogni dove per presentare l’avvenimento.

Chi scrive l’ha seguita un’infinità di volte: con il sole, con la pioggia, con il pubblico, con gli spalti semideserti, in notturna e che nel 1980 un polacco Wladislaw Kozakiewick regalò a Milano e all’Arena il record del mondo nell’asta con un balzo sino a 5,72.

Oltre alla Pasqua, un’altra chicca, atleticamente parlando è il Ragazzo più veloce di Milano, 37 edizioni fino ad ora per trovare l’erede di Andrea Colombo che uscì proprio da quella rassegna giovanile completamente nuova.

La Riccardi è stata e continua ad essere fucina di campioni. Si va da Alfredo Rizzo nei 1500 a Angelo Groppelli pesista di gran classe, sino ai campioni olimpici Gelindo Bordin e Ivano Brugnetti che hanno vestito la maglia verde della Riccardi Milano.

Renato Tammaro e i suoi ragazzi hanno conquistato anche titoli italiani in pista, ben quattro, l’ultimo a fine settembre quando sull’anello dell’Arena milanese gli occhi di Renato brillavano dalla felicità accanto ai suoi ragazzi che festeggiavano la vittoria.
Ciao Renato, ti sia lieve la terra!

Nota della redazione – I funerali di Renato Tammaro avranno luogo a Milano, presso la chiesa di Santa Croce, in via Sidoli, 8, giovedì 9 aprile, alle ore 14:45.