fbpx

Urban trail: domenica 27 settembre la Salomon Running Milano

17 Settembre, 2020
Previsti 4.000 partecipanti. Tre i percorsi: 18, 10 e 5 km. Nelle due corse più corte, due euro per ogni iscritto saranno destinati alla ricerca del centro cardiologico Monzino sulla cardiomiopatia aritmogena. Eccezionali misure di sicurezza anti-Covid-19.

Domenica 27 settembre si svolgerà la Salomon Running Milano, consolidato urban trail che si sviluppa tra le aree verdi della città.
Sono previsti 4.000 partecipanti distribuiti su tre percorsi: Citylife Top Cup (18 km, partenza ore 9), Citylife Fast Cup (10 km, ore 10) e Monzino Run5k (ore 10:45).

Epicentro della manifestazione è il parco CityLife (partenza in viale Boezio), che sarà fulcro dell’evento. I runner attraverseranno il Monte Stella, il cono elicoidale nel parco Alfa Romeo al Portello, il passaggio alla fiera Mi.Co. e dentro al velodromo Vigorelli.

“Una corsa che unisce la passione per lo sport a quella per la nostra città, offrendo percorsi nuovi e innovativi sia per chi ama tenersi in allenamento sia per i professionisti – ha dichiarato Roberta Guaineri, assessore allo Sport del Comune di Milano, nel corso della presentazione avvenuta mercoledì 16 settembre nella sala “Appiani” dell’Arena civica -. La Salomon Running sarà la prima gara podistica competitiva nella nostra città dopo l’emergenza Covid, un’occasione per migliaia di runner di tornare a correre insieme nei nostri spazi verdi e al contempo sostenere l’importante progetto di ricerca del Centro Cardiologico Monzino”.

 

Ripartenza in sicurezza

“La sicurezza sanitaria è stata la nostra priorità organizzativa in questi mesi e tutto sta procedendo al meglio – ha spiegato l’organizzatore, Massimo Mapelli, titolare di A&C Consulting -: Salomon Running Milano sarà un evento che trasmetterà emozioni e divertimento, una gara vera del calendario nazionale Fidal.”

Nei dettagli della lotta al contagio, Mapelli ha spiegato che

“Il villaggio Expo presso il parco CityLife, che sarà punto focale di tutto l’evento, avrà distanze più ampie rispetto al passato. Le strutture per la consegna di pacco gara e la t-shirt ufficiale saranno realizzate con il rispetto di distanze e sanificazione. Le aree spogliatoio e deposito borse per la domenica saranno realizzate in un’area esterna al villaggio e vicino a partenza e arrivo per facilitare il deflusso post gara. Verificheremo la temperatura di tutti coloro che entreranno al Villaggio, all’interno del quale dovremo far rispettare alcune precauzioni per il bene di tutti.

Le partenze gara, così come da protocollo Fidal, vedranno il via con scaglioni che partiranno ogni 5 minuti, la griglia di partenza sarà realizzata con dei bolli a terra, sui quali le persone attenderanno il via. La mascherina ovviamente andrà indossata in tutto il recinto gara e tenuta per i primi 500 metri dopo il via. Invitiamo i runner a non gettarla a terra e a conservarla fino all’arrivo, come stanno già facendo in questi mesi. All’arrivo, per coloro che ne avranno necessità, sarà prevista la consegna di una nuova mascherina, da indossare fino a quando lasceranno l’area. Sono sicuro che tutti i partecipanti ci aiuteranno a far sì che tutto vada per il meglio”.

5 chilometri per la ricerca cardiologica

La novità di questa edizione è che la Fondazione IEO-CCM ha deciso di prendere parte alla Salomon Running dedicando al Centro Cardiologico Monzino la prova non competitiva di 5 km.

Monzino Run 5k” sarà la corsa più breve ma non per questo la meno importante di Salomon Running Milano: grazie alle iscrizioni si raccoglieranno fondi per raggiungere nuovi traguardi nella lotta alle malattie del cuore.

La raccolta fondi sarà destinata alla Fondazione IEO-CCM con l’obiettivo di sostenere il progetto di ricerca del Centro Cardiologico Monzino sulla cardiomiopatia aritmogena, una malattia cardiaca genetica, a oggi purtroppo ancora priva di terapie, che si manifesta principalmente nei giovani atleti e può portare a morte cardiaca improvvisa.

«Lo sport è un pilastro della prevenzione cardiovascolare. Anche gli studi più recenti – ha dichiarato il Professor Giulio Pompilio, Direttore scientifico del Centro Cardiologico Monzino – confermano che chi pratica attività fisica regolarmente presenta una riduzione del 40-50% del rischio di sviluppare problemi cardiaci rispetto ai sedentari».

Per ogni iscritto alle due corse di 5 e 10 km saranno devoluti 2 euro al progetto di Ricerca del Monzino. Al Villaggio della corsa, inoltre, nella giornata di sabato 26 settembre sarà possibile incontrare gli specialisti del Centro Cardiologico Monzino, partecipando a iniziative di divulgazione e prevenzione gratuite e aperte a tutti.

 

Leggi anche: San Marino Ekiden: il 27 settembre si corre la maratona a staffetta