fbpx
Libere di correre

Una virtual race contro la violenza sulle donne: torna l’appuntamento con “We Run”

Di: A cura della redazione
Domenica 22 novembre torna la gara di solidarietà per raccogliere fondi per aiutare le donne vittime di violenza, che quest’anno raggiunge tutta Italia. Può partecipare chiunque e scegliere se camminare, correre o fare qualsiasi altro tipo di attività motoria. Ecco come iscriversi e cosa c’è da sapere.

Tutti di corsa per dire no alla violenza sulle donne. Domenica 22 novembre torna l’appuntamento con We Run Libere di correre, la gara di solidarietà promossa da Angels in Run arrivata alla sua quinta edizione; unisce il movimento fisico a una causa benefica e per la prima volta si svolgerà in maniera diffusa, virtuale e social.

Può partecipare chiunque, da qualunque parte d’Italia e scegliere se camminare, correre o fare qualsiasi altro tipo di attività motoria: dalla passeggiata al giro del condominio, dalla corsa all’aperto al tapis roulant, dalla camminata per portare fuori il cane alla salita e discesa delle scale di casa.

Lo scopo benefico 

L’evento si svolge ogni anno a ridosso della giornata internazionale contro la violenza sulle donne. Lo scopo è di sensibilizzare su un tema di estrema attualità che quest’anno, complice anche il lockdown, ha riportato alle cronache numeri in crescita, soprattutto per quanto riguarda la violenza domestica.

Prendere parte a We Run Libere di correre è importante perché il ricavato sarà donato a sostegno di due progetti concreti che hanno lo scopo di aiutare le donne in difficoltà a ricostruire un nuovo percorso di vita.

Il primo progetto prevede un percorso di supporto psicologico fondamentale all’interno di una casa di accoglienza, e rivolto a donne vittime di violenza che spesso si trovano del tutto prive di una rete famigliare e amicale. È promosso dall’Associazione Protezione della Giovane di Verona.

Il secondo è il “Progetto Differenza Donna in Rete” con cui la ONG Differenza Donna si propone di ampliare il sostegno alle donne utilizzando 5 immobili sottratti alla criminalità e a lei assegnati dal Tribunale di Roma. Una scelta che ha una forte valenza sia culturale sia legale, perché restituisce alla collettività beni che erano stati sottratti illegalmente e che oggi assumono un valore sociale a sostegno della libertà e dei diritti delle donne, dei loro figli e delle loro figlie.

Da luglio Differenza Donna gestisce il Numero nazionale Anti Violenza e Stalking 1522 promosso dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri – Dipartimento per le Pari Opportunità. Offre alle donne che chiamano da tutta Italia ascolto e orientamento al Centro Antiviolenza più vicino e ai Servizi del territorio per garantire efficaci percorsi di uscita dalla violenza.

Come partecipare all corsa

Ci si può iscrivere sul sito dedicato www.angelsinrun.it/we-run e pagare la quota di iscrizione (15€). Ai primi 1.500 iscritti sarà riservato il Kit We Run Libere di correre completo di pettorale digitale da personalizzare a piacimento, scaldacollo dedicato realizzato da CMP e coupon/voucher digitali di sponsor e partner.

Articoli Correlati

Firenze Urban Trail: lo sport all’insegna della cultura e della solidarietà