fbpx

Punteggiature natalizie: da Rhea Bullos (la bimba che vince a piedi scalzi) al Golden Gala

Di: Walter Brambilla
Due gli argomenti che prendo in considerazione per “Zona Mista”. La prima dalla rubrica quotidiana “Il caffè” che Massimo Gramellini scrive quotidianamente su “Il Corriere della Sera”. L’argomento in questione è stato pubblicato sabato 14 dicembre. Mentre in tantissime sedi di club e società italiane si festeggiavano anniversari (leggi i settanta anni dell’Atletica Vigevano), oppure erano in svolgimento le feste di Natale e di fine anno, dal quotidiano milanese si viene a sapere che dalla lontana Balasan nelle Filippine, una ragazzina di undici anni, Rhea Bullos, corre e viaggia forte. Le sua specialità sono molteplici, spazia dai 400 agli 800 sino ad arrivare ai 1500. Rhea Bullos partecipa alle finali dei campionati della sua regione riservati alle ragazze della sua età. Scopre che tutte le sue avversarie hanno ai piedi le scarpe di marca, decidete voi quella che vi aggrada di più. Rhea le scarpe non le ha. Ha solo i piedi per correre. Solo questi. Non vuole essere da meno delle avversarie. Allora cosa fa? Decide di fasciarsi le estremità e di disegnare il baffo, sì quello famoso. Rhea Bullos voleva correre e avere le stesse possibilità delle altre, con le scarpe. Lascio al lettore ogni considerazione!
In settimana si saprà la sede del Golden Gala Pietro Mennea quinta tappa della Diamond League 2020. Chi legge potrà chiedersi: ma come, non era già programmato il meeting all’Arena di Milano? Dopo mesi d’illusioni, è assai probabile che l’impianto che ospiterà l’avvenimento sarà il S. Paolo di Napoli o il Ridolfi di Firenze. Chi scrive espresse qualche perplessità sempre in questa rubrica in data 5 giugno questo commento: qualora l’impianto milanese fosse rimesso a nuovo, dove si compieranno le operazioni di riscaldamento (esempio per i lanci)? Appunto, pare, infatti, che terminata a maggio la posa della nuova pista esistano altri problemi del tipo: tribuna stampa con almeno un centinaio di posti, gradinate non a norma e via dicendo. Questo ovviamente si sapeva già da qualche tempo. L’Arena tornerà a essere agibile per manifestazioni nazionali, anche internazionali, ma non per meeting della Diamond League, salvo che non si disboschi parte del parco adiacente e si costruisca una pista di riscaldamento! A Roma l’Olimpico può usufruire come zona di riscaldamento lo Stadio dei Marmi. Per la seconda volta lascio a chi legge ogni considerazione!
Lunedì nel salone d’Onore del Coni di Roma sono stati consegnati il Collari d’Oro massima onorificenza sportiva italiana. Per l’atletica il premio (l’unico) è andato a Francesco Panetta, campione del mondo nel 1987 a Roma che ha ricevuto il collare dalle mani del presidente del Consiglio Giuseppe Conte e dal Presidente del Coni Giovanni Malagò.
Avviso ai naviganti. Zona Mista torna con il nuovo anno. Buon Natale a tutti.

Articoli Correlati

La Fidal sceglie il San Paolo
Atletica – Napoli batte Milano: al San Paolo il Golden Gala
davide ranieri
Top runner di nuovo a 46 anni: ecco la storia di Davide Raineri
Yeman Crippa
Golden Gala: Crippa è il terzo italiano di sempre sui 5000 metri con 13’09”52
Crippa
Golden Gala: nei 5.000 metri Crippa avvicina il record italiano di Antibo
Golden Gala: super Tortu nei 200 ma poi si infortuna
IAAF Diamond League: parata di stelle al Golden Gala di Roma