fbpx

Prove tecniche di futuro con gli “Impossible games” di Oslo

24 Aprile, 2020
European Athletics
L’annullamento definitivo degli Europei di Parigi completa il ciclo di modifiche che ha caratterizzato il calendario dei grandi eventi in questo periodo. A Oslo, negli inediti “Impossible games” (11 giugno), tra gare a porte chiuse e sfide da remoto va in onda una prova generale del possibile scenario futuro dell’atletica.

La decisione di annullare definitivamente (senza spostamento al 2021) i Campionati europei di atletica di Parigi, in qualche modo completa il ciclo di rinvii (annullamenti o spostamenti) che ha caratterizzato questo periodo. Ci si consolerà con gli Impossible games. Ecco il riepilogo della situazione mondiale dell’atletica.

 

Parigi, addio
I Campionati europei di atletica, in programma allo Stadio di Charlety (nella foto), a Parigi, dal 25 al 30 agosto, sono stati annullati. La decisione è stata comunicata il 23 aprile, dal Comitato organizzatore e dalla Federazione francese di atletica al termine di una riunione in video conferenza con le autorità nazionali medico-sanitarie e la European Athletics. La decisione è stata presa per i troppi rischi legati alla pandemia da coronavirus che ha colpito anche la Francia, dove tutte le manifestazioni di atletica sono sospese fino al 31 Luglio.

«Ci abbiamo sperato fino all’ultimo, ma non ci sono più le condizioni per continuare a crederci. Da un lato ci dispiace annunciare la cancellazione degli Europei di Parigi, ma in questa situazione senza precedenti la priorità è la salute degli atleti, dei dirigenti e degli spettatori», ha dichiarato Dobromir Karamiranov, che da alcune settimane esercita il ruolo di Presidente ad interim della European Athletics in sostituzione di Svein Arne Hansen, colpito da un ictus.

 

Cancellati, non rimandati
Gli Europei di Parigi sono stati cancellati e non rimandati. Il calendario delle prossime stagioni è infatti già ricco di eventi. Nel 2021 sono in programma i Giochi olimpici di Tokyo 2021 (23 luglio-8 agosto), mentre il 2022 sarà l’anno dei Mondiali di Eugene (15-24 Luglio), inizialmente previsti per il 2021, oltre ai Giochi del Commonwealth di Birmingham (27 Luglio-7 Agosto) e alla successiva edizione degli Europei, a Monaco di Baviera (11-21 Agosto).

 

Diamond League (forse) da agosto a ottobre
Sono state rimandate a data da destinarsi anche le tappe della Wanda Diamond League di Eugene (Oregon, USA) e Parigi, originariamente in calendario per il 7 e 13 giugno. La World Athletics annuncerà le date del nuovo calendario del circuito, che dovrebbe durare da agosto a ottobre, se le condizioni sanitarie lo permetteranno.

 

Al via gli “impossible games”, gare a porte chiuse a Oslo
Oslo ospiterà gli “Impossible games” il prossimo giovedì 11 giugno, nel giorno in cui avrebbe dovuto svolgersi il tradizionale meeting Bislett Games, dove sono state scritte molte pagine di storia del mezzofondo.

Il meeting norvegese si svolgerà a porte chiuse con gare e regole innovative. Il progetto prevede, infatti, una serie di gare che si svolgeranno al Bislett Stadium nel rispetto delle regole di distanziamento sociale per combattere il coronavirus. «Gli atleti sono affamati di competizioni e vogliamo offrire a loro un evento di grande livello. Abbiamo avuto un dialogo positivo con il comune di Oslo e abbiamo confermato un progetto nel pieno rispetto delle regole per il controllo dell’infezione. Gli atleti con i quali siamo in contatto amano questo progetto, e sono grato per il sostegno che ci hanno dimostrato. Le regole non ci permettono purtroppo di avere il pubblico allo stadio. Grazie alla televisione norvegese NRK faremo del nostro meglio per offrire un grande spettacolo televisivo per i nostri fan», ha spiegato Steinar Hoen, ex campione europeo di salto in alto a Helsinki 1994, responsabile dell’organizzazione dell’evento.

 

Le sfide degli “Impossible games”
Il programma si fa ogni giorno più ricco. Il primatista del mondo di salto con l’asta Armand Duplantis sfiderà il norvegese Sondre Guttormsen. Duplantis, poi, sarà impegnato anche in una gara a distanza con Renaud Lavillenie, che salterà nel giardino di casa a Perignat les Sarliève (FRA).

Queste le altre principali sfide:

  • Un tentativo di record del mondo sui 300 m a ostacoli di Karsten Warholm (autore del record europeo sulla pista del Bislett sui 400 m a ostacoli con 47”33, lo scorso anno).
  • Il campione del mondo del lancio del disco, Daniel Stahl, affronterà l’altro svedese Simon Petterson e il norvegese Ole Stunes Isene.
  • Karoline Bjerkeli Grovdal correrà da sola sui 3.000 m andando all’attacco del record norvegese della grande Grete Waitz.
  • La primatista norvegese dei 400 m a ostacoli, Amalie Luel, affronterà la già campionessa mondiale dei 100 m a ostacoli, Isabelle Pedersen, in una gara di 200 m a ostacoli tutta norvegese.
  • Duello tutto nordico tra la svedese Hedda Hynne e la svedese Lovisa Lindh sui 600 m.
  • Gli organizzatori sono in contatto con il team Ingebrigtsen per una gara con i fratelli Jakob, Filip e Henrik, tutti allenati dal padre Gjert.