fbpx

On the road – Domenica 9 febbraio: Santa Marcia e il solito “African Festival”. Addio a Togni

10 Febbraio, 2014

Ci pensa la marcia a vivacizzare un po’ la domenica su strada: è la Cina nel settore maschile a dominare  il 45° Trofeo Frigerio di marcia tenutosi sulla promenade podistica per eccellenza di Genova, ossia corso Italia. Cai Zelin e Yu Wei non se la sentono di partire in volata e arrivano appaiati in 42’25” dopo 10 km. Il migliore degli italiani è Leonardo Dei Tos della Bracco Atletica Milano, quarto in 43’49”. E’ la giovane Valentina Trapletti a vincere la sfida del “tacco e punta” vincendo in 47’04”. Per il resto, consueto festival africano sia nella “Aspettando la mezza” di Roma (vincono i marocchini Radoan Hakim e Janat Hanane) che nella “Ventuno del cima” a Conegliano (Treviso). Qui si impongono gli stakhanovisti Nixon Sigei e Eunice Chebet con crono tutto sommato “normali”.Dietro alla Chebet si rivede Laura Giordano. Viene a mancare Giuseppe Togni, recordman per numero di maratone

45° Trofeo Frigerio di marcia a Genova (10 km) – Uomini: 1° ex aequo Cai Zelin e Yu Wei (Cina) 42’25”; 3° Wang Zedong (Cina) 43’13”; 4° Leonardo Dei Tos (Bracco Atletica) 43’49”. Donne: 1° Valentina Trapletti (Esercito) 47’04”; 2° Federica Curiazzi (Atletica Bergamo) 47’59”; 3° Gladys Moretti (Atletica Bergamo) 48’08”.

Aspettando la mezza (ROMA – 15 km)- Uomini: 1° Radoan Hakim (Marocco) 47’11”; 2° Tayeb Filali (Algeria) 47’16”; 3° Abderrahim Roqti (Marocco) 47’43”; 4° Alessandro Brancato (Casone Noceto) 47’47”. Donne: 1° Hanane Janat (Marocco) 53’34”; 2° Eleonora Bazzoni (Rcf Roma sud) 56’21”; 3° Barbara La Barbera (Roma sud) 56’54”.

La 21 del Cima di Conegliano (TV) – Uomini: 1° Nixon Sigei (Kenya) 1:04’39”; 2° Matthew Rugut (Kenya) 1:04’57”; 3° Lahcen Mokraji (Marocco) 1:06’45”; 4° Simone Gobbo (Biotekna) 1:06’47”. Donne: 1° Eunice Chebet (Kenya) 1:16’18”; 2° Laura Giordano (Silca Conegliano) 1:18’49”; 3° Stefania Satini (Dolomiti Belluno) 1:24’12”.

Addio a Togni, recordman di maratone – E’ stata anche la domenica in cui si è diffusa la notizia della morte dopo lunga malattia di Giuseppe Togni, un posto nel Guiness italiano della passione per la maratona con le sue 761 gare portate in fondo. Era di Lumezzane (BS), come Gianni Poli, ed era nato nel 1926. Dopo William Govi, scompare così anche l’altro dei protagonisti della sfida stakanovistica che nel mondo degli appassionati suscitava magari qualche perplessità, ma soprattutto molta simpatia.