fbpx

In memoria di Luca Borgoni, la mamma ne discute la tesi di laurea

Luca Borgoni, skyrunner tragicamente deceduto in un incidente sul Cervino (Foto: Pierluigi Benini)
Di: La redazione

Presso la Facoltà di Biologia dell’Università degli Studi di Torino, venerdì 21 luglio, Cristina Giordana si presenta a discutere la tesi del figlio Luca Borgoni, che sabato 8 luglio ha perso la vita sul monte Cervino.

Uno dei quattro “Sarò skyrunner”

Luca era diventato noto ai lettori di Correre quasi esattamente un anno fa, quando, sabato 6 agosto, aveva fatto parte della squadra di quattro lettori selezionati per il contest “Sarò Skyrunner”, il progetto di portare quattro debuttanti al traguardo della X-Bionic Courmayeur Mont Blanc, assieme a Stefania Carboni, Stefano Giacomelli e Rachele Panizzi.

Giovane, fisicamente predisposto per l’endurance, Luca era risultato il più veloce del team preparato dal nostro Fulvio Massa: si era classificato 55° in 2:28’14”.

Da quel momento la sua passione per la montagna è diventata inarrestabile e ha dedicato tutto il tempo lasciato libero dallo studio alle corse in quota e alle arrampicate.

Sabato 8 luglio, Luca aveva partecipato al vertical kilometer della Cervino X Trail, ma una volta tagliato il traguardo aveva deciso di continuare da solo per raggiungere Capanna Carrel. Un gruppo di alpinisti lo ha visto precipitare. I soccorsi, per quanto tempestivi, sono risultati inutili.

I due sogni di Luca

La vita di Luca Borgoni si è fermata sulla soglia di due sogni.

Uno era scalare il Dhaulagiri, la settima montagna più alta del mondo, per poi discenderla con lo snowboard. Lo aveva raccontato sul sito www.mountopia.it per poter ottenere un finanziamento, che gli era stato effettivamente assegnato, ma in data 11 luglio, 3 giorni dopo il decesso. Il premio era di 8.000 euro e per rispetto nei confronti suoi e della sua famiglia, l’organizzazione di Mountopia non lo ha ri-assegnato ad altri partecipanti.

L’altro sogno era, appunto, la laurea in Biologia. Luca aveva da poco consegnato la tesi “Gli effetti del succo di barbabietola sulla prestazione sportiva di alta quota”.

La discussione della tesi avverrà ugualmente, come riportato sul sito della facoltà: “Si avvisano tutti gli interessati che il giorno 21 luglio 2017 in occasione della seduta di Laurea 4° Commissione in Aula Magna – alle ore 12 circa – la Professoressa Cinzia Bertea presenterà il lavoro di tesi svolto dal candidato Luca Borgoni tragicamente scomparso”.

“Il tempo concesso sarà pochissimo, 6-7 minuti – racconta la mamma Cristina -. Questa sarà per me la maggior difficoltà… ma mi sto preparando con cronometro alla mano”.

Articoli Correlati

UYN Vertical Courmayeur Mont Blanc
UYN Vertical Courmayeur Mont Blanc: vincono Antonioli e la Veronese
Alla conquista del Monte Bianco
Drozphoto
Fast Hiking, gli ascensori umani
Buoni propositi per il 2016? In agosto sul Bianco
Karl Egloff, una vita in alta quota
Colori in corsa: ecco i patch di ultima generazione