Da Malonno alla Val Maira, quando la corsa si verticalizza

Di: Danilo Mazzone

La “Beach to Beacon” di Cape Elizabeth (Usa) è sempre stata una grande corsa. Sabato 4 agosto faceva un caldo umido terribile sulla costa atlantica del Maine, ma il neozelandese Jake Robertson è volato lo stesso, giungendo primo al traguardo in un notevole 27’37”, con più di un minuto di vantaggio nei confronti del keniano Stephen Sambu. Altra corsa dalla cifra tecnica indubbia è stato il Piz Tri Vertikal, dove l’azzurro Francesco Puppi si è dimostrato ancora una volta a suo agio su sentieri impervi; fra le donne prima un grande nome come l’austriaca Andrea Mayr.

Si “verticalizza” anche nella panoramica Val Maira: nomi nuovi della corsa in montagna come Henry Aimonod e Erica Ghelfi si aggiudicano i primi posti della corsa dei “Ciciu”, in parte un’avventura fra le eccellenze naturalistiche delle Alpi Cozie. E c’è spazio anche per un’ultramaratona, dove la passione è più forte dell’inclemenza del tempo (atmosferico e cronometrico): a Curinga (Catanzaro) Francesco Ciancio e Daniela Destefano totalizzano rispettivamente 81,085 e 64,775 chilometri nell’undicesima “Sei ore”.

CAPE ELIZABETH-(Usa, Maine) Beach to Beacon 10 km

Uomini: 1° Jake Robertson (Nuova Zelanda) 27’37”; 2° Stephen Sambu (Ken) 28’27”; 3° Ben True (Usa) 28’29”.

Donne: 1° Sandrafelis Tuei (Ken) 31’21”; 2° Ababel Yeshaneh (Eti) 31’26”; 3° Molly Huddle (Usa) 31’40”.

MALONNO (Bs). Piz Tri Vertikal

Uomini: 1° Francesco Puppi (Valle Brembana) 34’51”; 2° Hannes Perkman (Sportler) 35’15”; 3° Timothy Kirui (Ken) 35’45”.

Donne: 1° Andrea Mayr (Aut) 38’11”; 2° Valentina Belotti (Alta Valtellina) 42’49”; 3° Sarah Mc Cormack (Irl) 43’29”.

SOVERE (Bg)- Sovere Night Running (6 km)

Uomini: 1° Cesare Maestri (Valli Bergamasche) 18’30”; 2° Abdellatif Batel (Atletica Rodengo Saiano) 18’34”; 3° Hicham Kabir (Valle Brembana) 19’03”. Donne (5 km): 1° Mara Ghidini (Atletica Brescia) 16’32”; 2° Clara Faustini (F.O. Running Team) 16’54”; 3° Ilaria Bigoni (Alta Val Seriana) 17’01”.

RIGNANO FLAMINIO (Rm)- Notturna (9.2 km)

Uomini: 1° Alessandro Cartuccia (Airone Tolfa) 33’29”. Donne: 1° Alessandra Silvestrini (Podistica Eretum) 38’27”.

SANT’ANGELO IN VADO (Ps)- Notturna vadese

Uomini: 1° Cristian Marianelli (Tiferno) 32’47”. Donne: 1° Beatrice Boccalini (Gabbi) 36’43”.

VILLAR SAN COSTANZO (Cn)- Chilometro verticale del Ciciu

Uomini: 1° Henri Aymonod (Corrintime) 42’44”; 2° Mattia Scrimaglia (Sport Project) 43’04”; 3° Davide Preve (Roata Chiusani) 44’37”. Donne: 1° Erica Ghelfi (Vittorio Alfieri Asti) 47’09”.

BORGO HERMADA (Lt)- 24° Notturna (9 km)

Uomini: 1° Pasquale Rutigliano (Olimpia Eur) 28’27”; 2° Marco Ludovici (Runners Colleferro) 29’17”; 3° Diego Papoccia (Runners Colleferro) 29’38”. Donne: 1° Paola Di Tillo (Virtus) 35’42”.

CURINGA (Cz)- 11° Sei ore di Curinga

Uomini: 1° Francesco Ciancio (Crisal Soverato) 81,085 km. Donne: 1° Daniela Destefano (Castrovillari) 64,775 km.

SUBIACO (Rm)- 23° La Speata

Uomini: 1° Giorgio Bizzarri (Ss Lazio) 53’21”. Donne: 1° Pamela Gabrielli (Calcaterra Sport) 59’30”.

SERNE (Te)- Serne Tour (10 km)

Uomini: 1° Alessandro Bisogno (Passologico) 33’48”. Donne: 1° Marcella Mancini (Avis Marathon) 37’52”.

Articoli Correlati

IAAF Diamond League: Emmanuel Korir brilla negli 800 metri con 1’42”79 a Birmingham
Nathalie Biasolo
Imparare a correre e a camminare in montagna: tre workshop in Val Venosta con Nathalie Biasolo
Muir, Hassan e Krause dominano il mezzofondo nell’ultima giornata di Berlino 2018
Berlino 2018: Jakob Ingebrigtsen trionfa sui 1500 metri a 17 anni
Diamond League a Rabat: Hellen Obiri trascina Sifan Hassan al record europeo sui 5000 metri
Lorenzo Benati
Nove medaglie italiane ai Campionati Europei Under 18 di Gyor