fbpx

Covid-19 – A rischio i Mondiali di cross 2021 in Australia

30 Luglio, 2020
Giancarlo Colombo
Gli organizzatori dei Mondiali di cross (20 marzo 2021, Bathurst, Australia) hanno suggerito alla World Athletics uno spostamento di data, alla luce del possibile protrarsi delle misure anti-coronavirus che bloccano attualmente gli aeroporti australiani. L’ombra del Covid-19 sconfina così nel 2021 dell’atletica.

Gli organizzatori dell’appuntamento iridato di corsa campestre del prossimo anno, in programma il 20 marzo 2021 a Bathurst, in Australia, nel Nuovo Galles del Sud, hanno comunicato di aver trasmesso al Consiglio della World Athletics una “raccomandazione” affinché i campionati stessi vengano rimandati alla luce del probabile protrarsi della pandemia globale di COVID-19, a causa della quale i confini australiani sono attualmente chiusi come forma di prevenzione contro la diffusione del virus.

La formula della “raccomandazione” e già stata usata dalla Usatf (Federatletica statunitense) e da altre federazioni di atletica per promuovere presso la World Athletics lo spostamento dei Giochi olimpici di Tokyo 2020, poi deciso, per competenza, dal CIO.

L’ombra del Covid-19 sconfina così nel 2021 dell’atletica, dopo l’accenno che si era lasciato sfuggire Sebastian Coe nei giorni scorsi, quando, anticipando al primo settembre la “finestra” per ottenere la qualificazione olimpica nelle prove di maratona e marcia su strada, aveva espresso il proprio timore che anche le maratone primaverili del 2021 possano rischiare di saltare.

 

A rischio la possibilità di viaggiare verso l’Australia

«Pur dispiaciuti di dover formulare questa raccomandazione, la Federatletica australiana e il Comitato organizzatore locale dei Mondiali di cross continueranno a lavorare alla miglior riuscita possibile di questa edizione, ma per questo sarà fondamentale avere la certezza che tutti i possibili partecipanti possano recarsi nel Nuovo Galles del Sud e viaggiare da uno Stato all’altro senza impedimenti», ha dichiarato Mark Arbib, presidente della federazione atletica australiana.

Dalla World Athetics le preoccupazioni che hanno generato la richiesta australiana sono state ritenute fondate e comprensibili: “World Athletics lavorerà a stretto contatto con tutte le parti interessate in Australia per verificare la fattibilità di altre date – si legge in una nota diramata dal governo mondiale dell’atletica -. Per ora l’evento rimane in calendario per il 20 marzo 2021”

La preoccupazione per lo slittamento di questa manifestazione è palpabile, anche perché i campionati mondiali di cross sono reduci da un’edizione particolarmente ben riuscita, quella del 2019 ad Aarhus, in Danimarca (nella foto): organizzati nel parco del Museo Mosegaard e disputati su un percorso davvero impegnativo, ma “a misura di spettatore”, i Mondiali di cross, ora a cadenza biennale, si sono dimostrati capaci di richiamare ancora tanto pubblico.

 

Nuove date di eventi mondiali per il 2021 e il 2022

Dalla World Athletics sono state inoltre comunicate le nuove date per i Campionati mondiali Under 20 di Nairobi (17-22 agosto 2021, cioè una settimana dopo i Giochi olimpici di Tokyo) e per la Coppa del mondo di marcia a Minsk (23-24 aprile 2022). È stata inoltre spostata la data dei Campionati mondiali di mezza maratona del 2022 a Yangzhou, in Cina, che sono ora in calendario per il 27 marzo 2022.

«L’interruzione causata dalla pandemia globale ha reso più difficile la pianificazione di eventi internazionali nei prossimi due anni, ma vogliamo dare la massima certezza possibile ai nostri atleti, alle federazioni che fanno parte della WA, alle città ospitanti e ai partner – ha affermato Sebastian Coe, presidente di World Athletics -. Abbiamo fatto del nostro meglio per scegliere le date che riteniamo realizzabili e offrire le migliori possibilità ai nostri atleti e organizzatori per dar luogo ad eventi capaci di brillare sulla scena internazionale.»