fbpx
Uisp

45 città italiane, 10 estere, 12 chilometri per tutti, un’unica classifica: domenica il Vivicittà

La corsa più grande del mondo si disputa domenica prossima. Per la 31ª edizione del Vivicittà si correrà in 45 città italiane e 10 all’estero. Il via verrà dato alle ore 10.30, da Radio 1 Rai, in diretta dal carcere romano di Rebibbia. Il percorso della competitiva misura km. 12 in ogni città mentre le non competitive variano da uno a quattro km. Il messaggio dell’edizione 2014 è “Città sostenibili e comunità attive”, perché la vita quotidiana nelle nostre città può essere migliore grazie a uno stile di vita più sano e meno opprimente. Alla fine è prevista la classifica unica a circuiti compensati, maschile e femminile, che resta la caratteristica più affascinante dell’iniziativa organizzata dalla Uisp-Unione Italiana Sport Per tutti.

A Rebibbia e nel carcere di Opera a Milano la corsa si svolgerà con le stesse modalità delle altre corse nelle varie città italiane ed estere: percorso di 12 km e presenza dei partecipanti nella classifica unica compensata. Si partirà il 6 aprile anche nelle carceri di Catanzaro e di Bari, seppure con circuiti più brevi. Negli altri Istituti di pena e Minorili si correrà Vivicittà in date successive, durante aprile e maggio.

Queste le sedi in Italia (45 città)

Ancona, Aosta, Arezzo, Arzignano (Vi), Avellino, Bolzano, Bra, Brescia, Cagliari, Carbonia, Casale Monferrato (Al), Castellammare Di Stabia (Na), Castrignano Dei Greci (Le), Civitavecchia, Enna, Ferrara, Firenze, Genova, Gorizia, La Spezia, Latina, Matera, Messina, Mestre (Ve), Palermo, Parma, Pescara, Ragusa, Reggio Emilia, Riccione (Rn), Roccapiemonte (Sa),  San Marcello Pistoiese (Pt), Siena, Terni, Torino, Trapani, Trieste, Udine, Urbino, Varese, Viareggio. In queste città si corre nelle carceri: Bari, Catanzaro, Milano, Roma.

Queste le sedi nel mondo (10 città)

Budapest (UNG), Fouchères (FRA), Ginevra (SUI),  Nova Gorica (SLO), Osaka (JPN), Saint Etienne Du Rouvray (FRA), Saint Ouen (FRA), Sarajevo (BIH), Tuzla (BIH), Yokohama (JPN).

A Sarajevo si festeggiano i 20 anni del Vivicittà