fbpx

Zona mista – vacanze romane

12 Aprile, 2016

Il sole c’era, la temperatura mite anche, i partenti in 16.500, numero congruo per essere considerata una maratona marchiata Gold Label, i protagonisti anche, africani beninteso, di livello. Tutte condizioni favorevoli per una grande maratona. Chi l’ha seguita dagli schermi televisivi ha potuto ammirare le splendide immagini aeree della Città Eterna. Questa è stata la Maratona di Roma numero ventidue. Uno spot per Roma 2024 confermata dalla presenza di Giovanni Malagò con tanto di pettorale con lo stesso numero dell’anno dove si allestirebbero le Olimpiadi romane.

Rimaniamo sulla maratona della Capitale. Per arrivare a certi risultati, intesi come organizzazione pura e semplice, lasciando stare il riscontro meramente tecnico, si deve lavorare parecchio e duramente, anni e anni. Di acqua sotto i ponti né è passata tanta, gli organizzatori si sono passati il testimone, magari controvoglia, togliamo pure il magari, che ora è saldamente nelle mani di chi sa come gestire questo “giocattolo” capace di far gioire per una benedetta domenica i romani, orfani – non me ne vogliano – di Roma e Lazio (dai tassisti della capitale non si sente parlare d’altro).

La capitale, non la scopre certamente chi scrive, è città turistica per eccellenza e la passeggiata sui Fori Imperiali, tanto bistrattata dagli abitanti (ora è senz’auto), è un must come tutto il resto, la maratona di conseguenza può essere un punto di partenza per trascorrere delle giornate a visitare la città. Alt ci si ferma qui per non essere tacciato di provincialismo.

La maratona ci ha offerto spunti atletici interessanti. Il primo: la sfida a distanza tra Roma e Milano sul miglior tempo del vincitore è stata vinta da Roma con il 2:08’12” dal keniano Kipruto, tre miseri secondi in meno del connazionale Ngeno, primo una settimana fa in Corso Venezia. Adesso si attendono le risposte di Padova, Torino, Venezia e Firenze. Assistere dal centro stampa alla gara ci s’imbatte in colleghi che si ha l’opportunità di vedere poche volte in un anno. E’ una sorta di rimpatriata, allegra, con battute al fulmicotone del tipo. “Ci sono solo un paio d’africani davanti…”

Oppure ancora appurare che l’occitano Martin Dematteis, primo degli azzurri, alla soglia dei 30 anni, dopo aver spaziato a destra e a manca nella corsa in montagna, potrebbe (condizionale d’obbligo) optare per la distanza che ha coperto in 2:18’20”, sempre che il responsabile della corsa in montagna Paolo Germanetto dia il suo benestare. Mentre Giovanni Gualdi, 2:18’38, affermava di voler chiudere la sua bella esperienza atletica vista l’età, magari arrivando nei primi venti a New York nel prossimo autunno.

Dopo il fine settimana capitolino, si ritorna ai “confini dell’impero” e il Frecciarossa che porta il sottoscritto a Milano è intitolato a Pietro Mennea: lo ammetto ho provato un filo d’emozione, quando sono salito. Poi leggendo la rassegna stampa segnalo un errore marchiano: Leggo (free press) pag 16. Titolo L’Africa vola, Zanardi incanta, nel commento alla gara femminile, si fa riferimento al quarto posto di Giovanna Epis, poi è riportato: ….mentre sesta ha chiuso Anna Incerti…. Anna Carmela Incerti a Roma non si è vista (almeno come partecipante alla maratona), sesta ha chiuso Anna Alberti del Circolo Canottieri Aniene in 2:47’49”.
Attenzione ragazzi che con i maratoneti non si scherza!

Articoli correlati

Ecco il cast della Firenze Marathon

26 Novembre, 2021

E’ stato presentato il cast dei campioni internazionali che daranno vita all’edizione numero 37 dell’Asics Firenze Marathon, in programma domenica 28 novembre con partenza e arrivo in Piazza del Duomo. Il percorso prevede i passaggi in Piazza Pitti, del Parco delle Cascine (polmone verde di Firenze), sul Lungarno e toccherà tutti i luoghi più suggestivi […]

Ekiru sfida Kipyego alla Maratona di Abu Dhabi

24 Novembre, 2021

Titus Ekiru e Reuben Kiprop Kipyego si sfideranno venerdì 26 novembre alla Maratona di Abu Dhabi, che si preannuncia come una rivincita dell’ultima edizione della Maratona di Milano dello scorso 16 maggio. Ekiru ha stabilito la migliore prestazione mondiale dell’anno e il quinto tempo più veloce di sempre con un eccellente 2h02’57” in occasione della […]

Verona riabbraccia la sua maratona

21 Novembre, 2021

Dopo due anni si è svolta al cospetto dell’Arena in piazza Bra la 20^ edizione della Hoka Verona Marathon con 5000 partecipanti Sulle strade scaligere si è festeggiato il ritorno della distanza regina grazie alla 20^ Hoka Verona Marathon. Non si correva la maratona nel centro cittadino dal novembre 2019 e la voglia di ritrovarsi in […]

Maratona di Ravenna, la carica dei 10mila

14 Novembre, 2021

Una bella giornata di sport e divertimento ha abbracciato Ravenna e la sua maratona L’edizione 2019, pre pandemia, era stata quella dei record. L’edizione 2021 sarà ricordata come una nuova edizione da record. Fedele alla sua recente storia, la Hoka Maratona di Ravenna Città d’Arte ha saputo rianimare la città e il territorio con un […]