fbpx
Venicemarathon

Venicemarathon, domenica al via la 34ª edizione, maratona per l’ambiente

Di: A cura della redazione
13.000 iscritti tra maratona e 10 km. Prova valida per il campionato mondiale Abbot Wanda Age Group 2021. Top runner italiani: Ahmed Nasef e Maurizia Cunico, con la sfida di Said Boudalia al limite mondiale M50. Chiappinelli, Dossena e Straneo nella 10 km.

Sono attesi in 13.000 sul traguardo di Riva sette martiri, tra maratona e 10 km. Questi i numeri dei partecipanti dichiarati dall’organizzazione nella presentazione finale di mercoledì 23 ottobre (nella foto), caratterizzata da due dettagli significativi: circa 5.000 donne iscritte (40%), e 3.000 stranieri provenienti da 57 nazioni.

Gli iscritti dai 40 anni in su potranno guadagnare punti di qualificazione per il campionato mondiale Abbot Wanda Age Group che si terrà nel 2021, in sede ancora da definire. Il periodo di qualificazione ha avuto inizio con la Maratona di Chicago 2019 (lo scorso 13 ottobre) e terminerà sempre a Chicago nel 2020 (11 ottobre). L’edizione 2019 della Huawei Venicemarathon, infatti, è uno degli oltre 100 eventi di qualificazione di questo campionato mondiale.

Diretta TV 

La 34ª edizione della Huawei Venicemarathon prende il via alle 9:30 mentre la 10 km parte alle 8:30. Diretta TV internazionale con una copertura di oltre 80 paesi. In Italia andrà in onda in diretta su Raisport, visibile sul digitale terrestre (canale 57), sul satellite (canale 227), con collegamento a partire dalle ore 9:20 e in streaming, sempre dalle ore 9:20, sui siti www.raisport.rai.it e www.huaweivenicemarathon.it. Quest’anno la produzione sarà a cura di PMG Sport.

Maratona per l’ambiente

In sede di presentazione, gli organizzatori hanno posto l’accento sulla valenza di Venicemarathon come “maratona per l’ambiente”, con azioni rivolte alla riduzione dei rifiuti e alla valorizzazione del riciclo di tutta la plastica e dei suoi imballaggi per dar vita a prodotti che verranno utilizzati nell’edizione 2020, grazie alla partnership con Corepla (consorzio nazionale per la raccolta, il riciclo e il recupero degli imballaggi in plastica), alla digitalizzazione dei processi, all’abbattimento delle barriere architettoniche e alla diminuzione di C02 tramite l’incentivo a usare il trasporto pubblico, grazie a un accordo con Trenitalia. Tutte queste azioni, al termine della manifestazione, produrranno dati che verranno inseriti in una piattaforma digitale che determinerà la percentuale finale di sostenibilità dell’evento. Tutto questo nell’ambito del progetto di tutela ambientale e del territorio “Zero Waste Blue sport events for territorial development”, finanziato nell’ambito del “Programma Italia Croazia” e promosso dalla Regione Veneto. Il primo test, effettuato lo scorso anno con la 33ª Huawei Venicemarathon ha generato i seguenti risultati: sostenibilità totale = 81,13%; sostenibilità ambientale = 82,95%; sostenibilità socio-culturale = 82,09%; sostenibilità economica =74,33%.

Top runner

Uomo da battere risulta il keniano Andrew Ben Kimtai, classe 1989, che vanta un personale di 2:08’32” realizzato alla maratona di Siviglia 2018 e che quest’anno ha già vinto la maratona di Wuhan in Cina, ma non è da sottovalutare il suo connazionale Yegon Geofrey, visto in azione alla Roma-Ostia di quest’anno (secondo classificato), capace com’è stato di correre la mezza maratona per quattro volte in meno di un’ora. Colori azzurri difesi da Ahmed Nasef, campione italiano di maratona a Verbania nel 2016. 

Negli M50 è al via anche Said Boudalia con il dichiarato intento di stabilire la miglior prestazione mondiale age group.

Il miglior tempo di accredito femminile è della Kenyana Cynthia Cherop (2:25’55”), che si misura con le connazionali Judith Korir (vincitrice della maratona di Belgrado dello scorso 14 aprile), Jackline Atudonyang (al debutto) e Brendah Kebeya, quarta lo scorso anno a Venezia e fresca del personale sulla distanza (2:34’29”) ottenuto ad Hannover. Completano il cast l’etiope Meka Wake, che quest’anno ha fissato in 2:32’01” il suo primato personale e l’ultramaratoneta croata Nikolina Sustic, campionessa del mondo 2018 della 100K su strada, vincitrice per il quinto anno consecutivo della 100 km del Passatore e capace quest’anno di correre la maratona in 2:37’55”. Per l’Italia, torna per la settima volta a Venezia la vicentina Maurizia Cunico.

Chiappinelli, Dossena e Straneo nella 10 km

Altri italiani di alto livello sono presenti invece nella 10 km, come Yohannes Chiappinelli, l’atleta senese di origine etiope bronzo agli Europei di Berlino nel 2018 sui 3.000 a siepi. 
Le maratonete Sara Dossena e Valeria Straneo saranno in gara, ma come “brand ambassador” dell’azienda Ventura, marca leader nel mercato della frutta secca ed essiccata. Correranno infatti la 10 km al fianco dei vincitori del contest promosso da Ventura “Vinci una giornata con loro!”.

Articoli Correlati

Kipyego e Kiplagat trionfano alla Maratona di Abu Dhabi con grandi performance cronometriche
Priscah Cherono vince la Maratona di Singapore
Seconda vittoria consecutiva per Cherono e Kipkorir 
Ayalew vince la Maratona di Valencia record del mondo
Ayalew vince la Maratona di Valencia in 2h03’52” al debutto
Running Festival
Maratona di Valencia: è caccia al record del mondo
maratona di Genova annullata per maltempo
Maltempo e problemi di viabilità, annullata la maratona di Genova
Jessica Piasecki
Piasecki vince a Firenze in 2h25’29” al debutto in maratona