Una speranza per il futuro

Di: La redazione

Con tanti miti in sala e tra i loro gloriosi ricordi era inevitabile lo scomodo confronto con il presente dell’atletica italiana. «Qualche giorno fa i miei figli mi hanno invitato a fare ancora qualcosa di interessante per il nostro sport  ̶  ha rivelato Arese  ̶ . Cosa ho risposto? Che ho già dato, anche se… chi vivrà, vedrà.» Ad ascoltare c’era anche Alfio Giomi, attuale presidente della Federatletica.

Ma è tutto lo sport che ci ha tenuto ad essere presente al lancio di “Divieto di sosta”, mercoledì 18 ottobre al Melià Milano Hotel: il Coni era rappresentato dal segretario generale Roberto Fabbricini, in passato segretario Fidal e storicamente legato all’atletica. In apertura della presentazione era stato letto un messaggio di saluto del presidente Iaaf, Sebastian Coe, altro mito del mezzofondo.

Tra gli ospiti, non sono mancati, poi, gli interventi di campioni di altri sport, legati ad Arese da lunga amicizia: da Dino Meneghin, che ha ricordato la propria giovanile passione per l’atletica, a Novella Calligaris, protagonista di due olimpiadi (Messico ’68 e Monaco ‘72) nel nuoto.

DIVIETO DI SOSTA: Info e Acquisti www.storesportivi.it

 

Articoli Correlati

Lorenzo Dini
Mattuzzi e Dini campioni italiani dei 10000 metri 
L’atletica piange Roberto Quercetani, maestro di storia e fondatore della statistica 
Sifan Hassan
Buone prestazioni cronometriche di Hassan e Kejelcha a Palo Alto
IAAF Diamond League: Obiri, Amos e Semenya illuminano il mezzofondo di Doha
Atletica e bambini
Pizzolato: atletica, miti d’altri tempi e giovani di oggi
Tamberi
Tamberi d’oro agli Europei di Glasgow, bene Lukudo nei 400m