fbpx

Una speranza per il futuro

Di: La redazione

Con tanti miti in sala e tra i loro gloriosi ricordi era inevitabile lo scomodo confronto con il presente dell’atletica italiana. «Qualche giorno fa i miei figli mi hanno invitato a fare ancora qualcosa di interessante per il nostro sport  ̶  ha rivelato Arese  ̶ . Cosa ho risposto? Che ho già dato, anche se… chi vivrà, vedrà.» Ad ascoltare c’era anche Alfio Giomi, attuale presidente della Federatletica.

Ma è tutto lo sport che ci ha tenuto ad essere presente al lancio di “Divieto di sosta”, mercoledì 18 ottobre al Melià Milano Hotel: il Coni era rappresentato dal segretario generale Roberto Fabbricini, in passato segretario Fidal e storicamente legato all’atletica. In apertura della presentazione era stato letto un messaggio di saluto del presidente Iaaf, Sebastian Coe, altro mito del mezzofondo.

Tra gli ospiti, non sono mancati, poi, gli interventi di campioni di altri sport, legati ad Arese da lunga amicizia: da Dino Meneghin, che ha ricordato la propria giovanile passione per l’atletica, a Novella Calligaris, protagonista di due olimpiadi (Messico ’68 e Monaco ‘72) nel nuoto.

DIVIETO DI SOSTA: Info e Acquisti www.storesportivi.it

 

Articoli Correlati

Selwa Naser terza donna di sempre sui 400 metri
Brazier primo statunitense a vincere il titolo mondiale degli 800 metri, Re vince la batteria dei 400 metri
Sara Dossena
Dossena, ecco cosa è successo a Doha
Shelly Ann Fraser Pryce vince il quarto oro iridato sui 100 metri
Filippo Tortu
Doha 2019: Crippa eliminato nelle batterie dei 5000 metri 
Livigno: la nuova pista hi-tech pronta ad affrontare il futuro dell’atletica