fbpx

Tutti i favoriti dei Campionati Italiani Assoluti di Padova

27 Agosto, 2020
Foto Giancarlo Colombo

Si apre venerdì con le prove multiple la rassegna che allo stadio Colbacchini di Padova assegnerà i titoli tricolore

Lo Stadio Daciano Colbacchini di Padova è pronto ad ospitare la tre giorni dei Campionati Italiani Assoluti, che festeggiano la loro edizione numero 110. La massima rassegna tricolore in programma dal 28 al 30 Agosto acquista ancora più valore in una stagione estiva priva di grandi rassegne internazionali. Quasi tutti i migliori campioni della nostra atletica hanno confermato la loro presenza. In questa particolare stagione le discipline del mezzofondo prolungato si disputeranno in un evento a parte chiamato Campionato Italiano dell’Endurance, in calendario il 17 e 18 ottobre a Modena.

Gli 800 metri (la distanza più lunga del programma) avranno come favorito il giovane anconetano Simone Barontini, campione italiano in carica di Bressanone 2019 e quattro volte vincitore del titolo nazionale indoor. L’allievo di Fabrizio Dubbini ha stabilito di recente la migliore prestazione italiana dell’anno con 1’47”46 a Sollentuna avvicinando il personale (1’46”87) realizzato a Rovereto lo scorso anno. I principali avversari sono Gabriele Acquaro (1’47”32 di personale realizzato quest’anno) e Stefano Migliorati (1’46”82 lo scorso anno), Joao Bussotti (due volte campione italiano sui 1500m) ed Enrico Riccobon.

Si preannuncia molto interessante la sfida per il titolo tricolore degli 800 metri femminili tra Elena Bellò (tre volte campionessa italiana indoor nel 2018, 2019 e 2020 e leader nazionale stagionale con il recente 2’01”34 realizzato a Stettino in Polonia), la figlia d’arte Eleonora Vandi (2’02”59 al meeting di Trieste nella scia di Jemma Reekie e Laura Muir) e la campionessa italiana indoor assoluta dei 1500m Gaia Sabbatini (recentemente miglioratasi sui 1500m con 4’13”69 al meeting di Sollentuna), Serena Troiani e Irene Baldessari.

Il primatista italiano Davide Re ha dovuto rinunciare agli Assoluti dopo aver avvertito un dolore al tendine d’Achille al meeting di Stoccolma. La lotta per la maglia tricolore sui 400 metri i giovani talenti Edoardo Scotti e Vladimir Aceti. Scotti è entrato nella top ten italiana di sempre vincendo i 400m al meeting di Bydgoszcz in 45”48, mentre Aceti ha migliorato il record personale con 45”65 a La Chaux de Fonds.

La favorita sui 400 metri femminili è la giovane veneta Rebecca Borga, unica azzurra ad essere scesa sotto la barriera dei 53 secondi con il recente primato personale di 52”98 realizzato al meeting di Savona. Le altre protagoniste sono la lombarda Virginia Troiani (53”02), Petra Nardelli (53”28) e Alice Mangione (53”41).

Campionati Italiani Assoluti: velocità

Uno dei tanti momenti clou di Padova 2020 è la super sfida dei 100 metri tra gli amici e rivali Filippo Tortu e Marcell Jacobs. Tortu ha battuto Jacobs al Meeting di Savona per due centesimi di secondo (10”12 contro 10”14) e si è aggiudicato il doppio confronto di Ferragosto a La Chaux de Fonds in Svizzera (10”16 in batteria e 10”18 in finale). Jacobs ha i migliori due tempi stagionali a livello italiano ottenuti in occasione delle vittorie a Trieste (10”10) e a Turku (10”11) e ha firmato il record personale al meeting di Padova dello scorso anno proprio sulla pista del Colbacchini con 10”03. Il terzo “incomodo” potrebbe essere il sardo Luca Lai, che ha migliorato il personale con 10”22 a Bulle in Svizzera. I 100 metri sono in programma Sabato nel “Super Saturday” che prevede anche le finali del salto in alto maschile, i 100 ostacoli femminili e il salto in lungo femminile.

Eseosa Desalu ha scelto di correre i 200 metri, la specialità che lo ha visto classificarsi al sesto posto in 20”13 (secondo miglior sprinter italiano di sempre dopo Pietro Mennea). Il cremonese ha migliorato il primato personale sui 100m con 10”29 a Savona e di recente ha realizzato i migliori due tempi europei sui 200 metri con 20”35 a Szekesfehrvar (dove ha impegnato il campione del mondo Noah Lyles fino ai 150 metri) e 20”36 a La Chaux De Fonds.

I 100 metri femminili vedranno di fronte le primatiste italiane della staffetta 4×100 Anna Bongiorni e Irene Siragusa, la campionessa italiana in carica Zaynab Dosso e la campionessa europea under 20 di Boras 2019 Vittoria Fontana. Bongiorni guida le liste italiane stagionali con 11”30 a Savona davanti a Siragusa (11”39), Dosso (11”43) e Fontana (11”45). Gloria Hooper ha già vinto quattro delle ultime edizioni sui 200 metri e ha realizzato il miglior tempo italiano dell’anno con 23”27. Attenzione anche alla giovane sarda Dalia Kaddari, che di recente ha sfiorato il record italiano under 20 sui 100 metri con 11”44 e il personale sui 200 metri con 23”48.

Campionati Italiani Assoluti: salti

Il campione europeo indoor 2019 Gianmarco Tamberi e Stefano Sottile illumineranno la prova del salto in alto maschile. Tamberi è secondo al mondo con il 2.30m realizzato sulla pedana di casa di Ancona e si è avvicinato di recente a questa misura in occasione della vittoria al meeting di Leverkusen con 2.29m. Sottile difende il titolo italiano vinto l’anno scorso a Bressanone con 2.33m, ma non gareggia dal giorno della vittoria nella sfida virtuale Jam (p) session con Tamberi a fine Giugno a causa di un infortunio.

Elena Vallortigara cerca il bis di titoli italiani dopo la vittoria dell’ultimo inverno ai Campionati Italiani Indoor quando si impose con 1.96m. Le principali avversarie dell’atleta di Schio sono Erika Furlani (1.94m in questa stagione a Rieti), la toscana Idea Pieroni (1.90m lo scorso inverno a Minsk) e Teresa Maria Rossi (vincitrice al meeting di Savona con 1.87m).

Sulla pedana del salto in lungo femminile i riflettori saranno puntati sulla campionessa europea under 20 Larissa Iapichino. La diciottenne fiorentina occupa attualmente il quarto posto delle liste mondiali stagionali con il fantastico salto da 6.80m realizzato al meeting di Savona. Larissa è diventata la seconda italiana di sempre alle spalle di sua mamma Fiona May, che saltò 7.11m nel 1998. Le altre protagoniste annunciate sono la vicentina Laura Strati (campionessa italiana indoor nel 2020) e Tania Vicenzino (dodici volte campionessa italiana, nove outdoor e tre indoor).

Filippo Randazzo e Antonino Trio daranno vinta ad un duello tutto siciliano nel salto in lungo maschile. Randazzo si è migliorato di recente al meeting di Savona con 8.12m. Trio è andato vicino agli 8 metri con 7.96m a Palermo. Torna a gareggiare nel salto in lungo il campione europeo di Goteborg 2006 Andrew Howe.

Claudio Stecchi (ottavo nella finale dei Mondiali di Doha) disputerà la terza gara stagionale all’aperto nel salto con l’asta con l’obiettivo di migliorare il recente quarto posto con 5.50m a Montecarlo.

La campionessa in carica Sonia Malavisi è favorita per vincere il quarto titolo italiano outdoor del salto con l’asta nel salto con l’asta femminile contro l’amica e rivale Roberta Bruni (oro alle Universiadi di Napoli).

Di particolare interesse per il pubblico locale sarà la gara del triplo femminile con la vicentina Ottavia Cestonaro (tre volte campionessa italiana outdoor) e la portacolori dell’Assindustria Sport Padova Veronica Zanon (primatista italiana juniores con 13.65m). Bella sfida nel triplo maschile tra il parmense Tobia Bocchi (16.62m in questa stagione a Trieste) e Andrea Dallavalle (vice campione europeo under 20 a Grosseto 2017 e bronzo agli Europei Under 23 di Gavle 2019).

L’altra stella più attesa a livello femminile è la ligure Luminosa Bogliolo, campionessa italiana sui 100 ostacoli delle ultime edizioni di Pescara 2018 e Bressanone 2019. L’allieva di Ezio Madonia e Antonio Dotti ha sfiorato di tre centesimi di secondo il record italiano con 12”79 a Turku ed è diventata la prima atleta italiana a livello femminile a vincere una gara di Diamond League a Stoccolma in 12”88. Nella sua scia è cresciuta la triestina Elisa Di Lazzaro, seconda alle spalle di Bogliolo a Savona in 12”89 ventoso e a Trieste in 13”06 (record italiano under 23) e prima a Lignano Sabbiadoro in 13”20.

I 110 ostacoli maschili saranno una sfida tutta lombarda tra Lorenzo Perini e Hassane Fofana, che hanno vinto le ultime edizioni dei Campionati Italiani rispettivamente a Pescara 2018 e a Bressanone 2019. Perini guida le liste italiane dell’anno con 13”68 davanti a Fofana (13”74).

Sui 400 ostacoli femminili Ayomide Folorunso si presenta con il personale stagionale di 55”40 (quarto miglior tempo al mondo nel 2020) realizzato al meeting di Pavia. Sui 400 ostacoli parte come grande favorito il lombardo Mario Lambrughi, tornato sotto i 50 secondi nel corso del 2020 con il 49”83 realizzato ad Alba.

Campionati Italiani Assoluti: lanci

Nel peso maschile il fiorentino Leonardo Fabbri insegue un altro lancio oltre la barriera dei 21 metri già infranta otto volte nel corso del 2020. L’atleta allenato da Paolo Dal Soglio ha migliorato il personale outdoor con 21.57m a Sollentuna in Svezia.

La figlia d’arte Sara Fantini insegue un altro lancio oltre i 70 metri nel martello femminile dopo il recente personale di 70.73m. La padovana Chiara Rosa va a caccia del ventisettesimo titolo italiano della sua carriera nel getto del peso femminile. L’altro plurititolato Marco Lingua proverà a mettere in bacheca la quattordicesima maglia tricolore della sua carriera. Daisy Osakue (campionessa mondiale universitaria nel 2019) proverà a lanciare oltre il muro dei 60 metri nel lancio del disco femminile.

La veterana Zara Bani, la campionessa europea under 20 in carica Carolina Visca, Sara Zabarino e Sara Jemai si giocheranno il titolo italiano del lancio del giavellotto in una prova che ha regalato tante emozioni nelle ultime due edizioni degli Assoluti. Il duello del lancio del giavellotto maschile tra il veneto Mauro Fraresso e il lombardo Roberto Bertolini potrebbe regalare un lancio vicino agli 80 metri.

La rassegna tricolore si aprirà Venerdì con la prima delle due giornate dedicate alle prove multiple. La lombarda Sveva Gerevini punta a bissare la vittoria nell’eptathlon dopo il brillante successo nell’edizione di Bressanone 2019 con 5907 punti. Dario Dester (compagno di allenamenti di Gerevini sotto la guida di Pietro Frittoli) è il favorito nel decathlon dove di recente ha migliorato il record personale con 7655 punti.  

Articoli correlati

Ancona, 800 metri femminili: Bellò batte Baldessarri al photo finish

21 Febbraio, 2021

Seconda giornata dei Campionati Italiani Assoluti di Ancona: arriva il quarto titolo in carriera per Elena Bellò e il quinto di Simone Barontini sul 800 metri. Pietro Arese fa il bis: tricolore anche sui 3000. Elena Bellò ha vinto il quarto titolo italiano indoor della sua carriera sugli 800 metri battendo la trentina Irene Baldessarri […]

Assoluti Indoor di Ancona, Arese e Sabbatini tricolore nei 1500

21 Febbraio, 2021

 Nella prima giornata in evidenza i mezzofondisti Pietro Arese, che vince il primo titolo italiano assoluto in carriera e stacca il pass per Torun, e Gaia Sabbatini davanti a Federica Del Buono. Salto super di Larissa Iapichino: con 6.91m eguaglia mamma Fiona May, nuovo record del mondo U20. Pietro Arese ha vinto il primo titolo […]

Campionati Italiani Assoluti: tutti i tricolori assegnati a Padova

31 Agosto, 2020

Si è chiuso allo Stadio Colbachini di Padova il weekend tricolore che ha assegnato i titoli italiani: spiccano Fabbri, Iapichino, Jacobs e Tamberi L’edizione numero 110 dei Campionati Italiani Assoluti allo Stadio Daciano Colbacchini ha regalato una tre giorni ricca di grandi risultati come il 21.99m di Leonardo Fabbri nel getto del peso, il 2.28m […]

Assoluti Pescara: Nadia Battocletti, prima “millenial” tricolore

10 Settembre, 2018

Gianmarco Tamberi, Antonella Palmisano, Marcell Jacobs ed Elena Vallortigara sono stati i protagonisti indiscussi dei Campionati Italiani di atletica allo Stadio Adriatico dedicato all’ostacolista Giovanni Cornacchia. Nel mezzofondo Nadia Battocletti è diventata la prima atleta “millennial” (nata negli anni 2000) a vincere un titolo italiano assoluto aggiudicandosi i 5000 metri femminili in 16’15”30. Grazie a […]