fbpx

Trail running: è il ginocchio a rischiare di più

Trail running: è il ginocchio a rischiare di più

22 Febbraio, 2016

Il trail running ha avuto un enorme incremento nel corso degli ultimi anni e sono sempre più gli sportivi che si cimentano nelle gare di corsa in natura. Proprio per questo motivo è necessario che lo sportivo sia messo al corrente dei potenziali rischi derivanti dalla pratica di questo tipo di corsa.

Una delle principali fonti di dati dedicati a questo argomento è fornita dall’organizzazione dell’Ultra Trail du Mont Blanc (Utmb), che in tanti anni di attività ha promosso una vasta attività di ricerca da parte di esperti nella materia della prevenzione.

Su Correre di febbraio Fulvio Massa tratta un argomento di grande interesse perché riguarda la tipologia degli infortuni muscolo scheletrici derivanti dalle gare di trail presentando il frutto della ricerca effettuata da Olivier Broglin & Grégoire Millet per conto della Universitè de Lausanne. I due ricercatori sono studiosi molto preparati nel campo della fisiologia e della medicina applicata all’esercizio fisico, autori di numerose pubblicazioni scientifiche.

L’oggetto della ricerca è di analizzare la casistica e la localizzazione degli infortuni tenendo anche conto della distanza della gara e considerando l’ipotesi che in funzione della distanza della gara si possano verificare situazioni differenti di infortunio. È teorizzabile che sulle lunghe distanze si possano verificare più situazioni di fatica organica generale e, per quanto riguarda gli infortuni, si potrebbe supporre che si possano verificare più eventi micro-traumatici e da usura nelle ultra distanze rispetto alle brevi distanze, dove invece è ipotizzabile una maggiore incidenza di infortuni traumatici dovuti alla maggiore velocità.

La localizzazione degli infortuni, suddivisa per macro-aree, è risultata essere la seguente:

• ginocchio 38%

• polpacci e tibia 36%

• piede 28%

• bacino e coscia 18%

• arti superiori e busto 8%

Articoli correlati

Corsa lenta e infortuni: attenzione a correre troppo piano

Chi corre piano non sempre va lontano… La corsa lenta non è sempre una buona idea. Il nostro corpo funziona un po’ come le macchine di grossa cilindrata, se le facciamo circolare solo in città a 30 km orari tendono ad ingolfarsi. Lo stesso succede a chi corre: modificare il gesto tecnico rallentandolo eccessivamente può […]

Corsa e mal di schiena: quali strategie di prevenzione?

Il mal di schiena è uno dei problemi più frequenti sia per i sedentari che per gli sportivi amatoriali e agonistici. Anche chi corre è spesso soggetto a dolori lombari invalidanti. Ma qual è il legame tra corsa e mal di schiena? E quando i sintomi devono iniziare a preoccupare? Scopriamolo insieme all’ortopedico degli sportivi […]

Cefalea del runner: le cause del mal di testa

Una delle patologie più diffuse tra gli sportivi è la cefalea. Si può presentare in diverse forme e con diverse cause che spaziano dall’alimentazione scorretta (carenze, sovraccarichi, sensitivity, digiuni) fino all’emicrania da sforzo. Il problema è comunque diffuso e complesso e non può essere affrontato attraverso l’uso di farmaci. Cerchiamo di capirne di più con […]

Dita a martello e corsa

Per dita a martello si intende una piccola deformazione delle dita del piede che spesso complica la vita a chi ama correre, rendendo doloroso il gesto della corsa. Si tratta di una condizione che, nel tempo, può portare a problemi e dolori ai metatarsi. Le dita a martello sono il risultato di una posizione anomala […]

News Allenamento Equipment Salute Correre